Sinossi

Piper Dove è una ragazza ambiziosa e determinata: il suo sogno è diventare la migliore detective di Chicago e riscattare un passato difficile e tormentato. Il suo primo incarico consiste nel pedinare Cooper Graham, celebre ex quarterback dei Chicago Stars, una vera e propria star in città. Peccato che venga scoperta quasi subito… Ora che rischia di perdere casa e agenzia, Piper non ha altra scelta che accettare il lavoro nel club alla moda di Cooper, lo Spiral, ma la vita dell’ex campione negli ultimi tempi è diventata piuttosto movimentata e rischia di coinvolgere la ragazza in affari ben più pericolosi di una crisi finanziaria. Qualcuno ce l’ha con Cooper e sta facendo di tutto per sabotare le sue attività e minarne la popolarità. Piper sa che ormai è troppo tardi per slegare il proprio destino da quello di un uomo che la attrae terribilmente e che sente poter essere quello giusto. Perché niente intriga di più lo spirito competitivo di uno sportivo che una sfida impossibile: conquistare una donna spaventata dai sentimenti.

Un nuovo, eccitante capitolo di una delle saghe romance più acclamate. La storia complicata e pericolosa di una donna disposta a rischiare il tutto per tutto per la vita che sogna di conquistare. 

 Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre della narrativa femminile internazionale, l’unica ad aver vinto ben cinque volte il prestigioso rita Award. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche usa e hanno raggiunto i primi posti anche in Germania e Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco d’ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Di questa autrice, Leggereditore ha già pubblicato i romanzi Odio quindi amo, Volare fino alle stelle, Le promesse di una vita, Una scelta impossibile e La grande fuga, e la serie completa dei Chicago Stars, composta dai romanzi Il gioco della seduzione, Heaven, Texas. Un posto nel tuo cuore, E se fosse lui quello giusto?, Un piccolo sogno, Il lago dei desideri, Lady Cupido, e Seduttore dalla nascita.
 
 Abbiamo avuto il piacere di partecipare al blogtour dedicato all’uscita di questo romanzo che segna in modo speciale la conclusione della serie indimenticabile Chicago Stars. Ringraziamo Leggereditore e le colleghe per questa avventura e vi rimandiamo all’articolo dedicato alla nostra tappa http://www.haremsbook.com/2017/02/tappa-harem-del-blogtour-la-stella-della-notte/ ma soprattutto parliamo del libro che abbiamo ADORATO in lingua e recensito appena uscito, per la sezione book hunter ed ora possiamo finalmente gustare in italiano …
 
 first-star-i-see-tonight-by-susan-elizabeth-phillips-250

 

Titolo: La prima stella della notte

Titolo originale: First star I see tonight

Autore: Susan Elizabeth Phillips

serie CHICAGO STARS #8

ed. ital. Leggereditore 

ed. ingl. HARPER & COLLINS

data di pubblicazione: 9 febbraio 2017 in formato digitale, 23 febbraio in cartaceo

data di pubblicazione 23 agosto 2016

 

Qualche riflessione

DIO SALVI LA REGINA!! L’unica inimitabile regina del romance brilla più che mai…

Finalmente è arrivato l’ottavo appuntamento di una delle serie più fortunate del panorama editoriale romance ed è un appuntamento immancabile perché i libri della Phillips sono puro piacere, evasione romantica, intelligente e ironica. Le sue storie sono un concentrato di calore umano ed esilarante commedia, i suoi protagonisti sono eroi che popolano la fantasia di ogni donna, fantastici, sexy, virili e con un pizzico di vulnerabilità disarmante, quell’aura di mascolinità che trasuda sex-appeal ma è sempre mitigata da una sensibilità e da una generosa dose di ironia che li rende veramente indimenticabili.

Per quanto amiamo fantasticare e perderci nel sogno, è fondamentale l’empatia ma l’immedesimazione nelle storie di questa autrice è garantita, perché è capace di farci sospirare con luoghi e storie incredibili ma calandoci nella realtà dei sentimenti e degli affetti. Le sue eroine sono donne speciali, belle ma di una bellezza profonda (anche nel caso dell’indimenticabile Phoebe Somerville e Sugar Beth Carey) segnate dalla vita, perché hanno anime belle e grande personalità; sono coraggiose e tenaci, fino al punto da rendere la determinazione ostinata una costante nella interazione con il mondo e nella relazione con i protagonisti maschili. Questa dinamica non stanca mai, pur essendo una costante nelle storie della Phillips, perché è sviluppata sempre con varianti diverse e piacevolissime, come un conflitto dai risvolti sorprendenti e incredibilmente ironici o passionali e addirittura drammatici in alcuni capitoli (ricordate Rachel e Gabe?), sempre come parte di un percorso di crescita personale che è la premessa all’amore vero.

La trama ha dinamismo e il suo motore è il corteggiamento con le schermaglie amorose che hanno una ironia arguta, pungente e mai banale, ma anche la capacità di creare l’ambiente e la atmosfera giusta, il contesto in cui calare queste storie, come la realtà sportiva e la vita delle piccole comunità o delle grandi metropoli che sono un contorno accattivante e stimolante perché dà qualcosa in più alla storia. Sono input che aiutano la trama a restare su un ritmo sostenuto e allegro.

Ogni storia ha il sapore di una sfida, è una “caccia” con botta/risposta che ricordano la commedia americana della tradizione più piacevole e intelligente, perché questi protagonisti maschili -puro dono dal cielo, divini concentrato di testosterone- sono sdrammatizzati nelle situazioni del quotidiano, soprattutto dalla arguzia intelligente e rivoluzionaria di queste donne forti che entrano come cicloni nelle vite dei maschi alfa con il loro bagaglio di esperienze, di incertezze, di fragilità ma sempre paladine di una volontà indipendente.

E qui c’è tutto se non di più. SEP brilla come mai, ci sono tutti gli elementi caratterizzanti il marchio di fabbrica e in più l’esperienza conferisce una naturalezza nell’intrecciare la trama davvero piacevole.

Piper Dove è una protagonista indimenticabile, una ragazza tosta, un maschiaccio che sta cercando disperatamente di salvare l’attività di famiglia, un’agenzia di investigazioni private, per renderla la migliore di Chicago.

Il suo primo cliente è il quarterback in pensione dei Chicago Stars, Cooper Graham. A sua insaputa…

Era il sacro Graal degli uomini…La città era sua. Cooper Graham possedeva quella città, e tutto era perfetto nel suo mondo. Questo fu ciò che disse a se stesso. Era il ragazzo più fortunato del mondo, giusto? Ne era sicuro. Tutti volevano essere suoi amici, confidenti, amanti…dopo tre stagioni, regalò gli anelli di diamanti del Super Bowl. Una volta che ebbe quell’anello al dito, fece la cosa più intelligente e si ritirò mentre era al suo massimo. E aveva avuto dannatamente ragione.

Chiunque dicesse che vincere non era tutto c’era dentro fino al collo. Vincere era tutto, e ogni sconfitta che aveva subìto era stata deleteria. E non aveva importanza quanto ribollisse dentro di sé, era sempre uno sportivo: autocritica, gentiluomo nel lodare l’avversario, mai lamentarsi delle scelte sbagliate, dei compagni di squadra inetti o delle botte prese. Né aveva importanza quanto fossero cupi i suoi pensieri, o come fosse amara ogni parola pronunciata, non lo dava mai comunque a vedere. Lamentarsi trasformava i perdenti in perdenti ancora più grandi.

Cooper Graham è al culmine del suo successo, ha avuto la lungimiranza e la saggezza di ritirarsi ancora nel momento di massimo splendore, prima di offuscare la sua fama, senza perdere tuttavia il brivido della competizione, il desiderio di eccellere. Possiede e gestisce uno dei locali notturni più in di Chicago ma vuole di più, perciò è alla ricerca di un investitore per creare un vero e proprio impero dell’intrattenimento. L’ultima cosa di cui ha bisogno è una seccatura dalle lunghe gambe e dalla lingua tagliente…

Graham aspettava. Le braccia incrociate. Stava in piedi, in disparte, a guardare le difese del nemico che crollavano.
«Ecco…» deglutì. Guardò in alto verso di lui. «Il fatto è che…» Sospirò con un sibilo. «Sono una stalker.»
«Una stalker?»
Una scarica di adrenalina la attraversò. Non voleva perdere senza combattere, e si alzò dal divano.
«Ma non sono pericolosa. Dio, no. Solo un po’ ossessionata.»
«Da me.» Era un’affermazione, non una domanda. Gli era già successo.
«Non lo faccio spesso. Mi pare… chiaro, come vedi.» Non aveva idea di come potesse salvarla quella bugia, ma proseguì. «Non sono totalmente squilibrata, capisci. Giusto… un po’ fuori di testa.»
Graham inclinò la testa, ma finalmente ascoltava. E perché non avrebbe dovuto? I lunatici erano sempre affascinanti.
«Ti assicuro, sono solo un po’ matta» disse senza fiato. «Assolutamente innocua. Non devi preoccuparti per la violenza.»
«Solo che ho una stalker.»
«Non la prima, oserei dire. Un uomo come te…» Si fermò e cercò di non strozzarsi. «Un dio.»
Lo sguardo duro faceva capire che non si lasciava influenzare dalle lusinghe. «Non voglio più averti tra i piedi. Chiaro?»
Era chiaro. Era tutto finito. Fini. Ma non riusciva ancora a desistere. «Temo che sarà impossibile.»
Fece una pausa. «Finché le mie nuove medicine non faranno effetto.»

 

Nonostante i suoi numerosi travestimenti Cooper l’ha smascherata, vuole sapere chi l’ha assunta e minaccia ritorsioni legali. Piper ha un suo codice d’onore e l’esempio -seppur distorto- di integrità morale del padre, perciò rifiuta di violare il segreto professionale ma riesce a catturare l’interesse di Cooper, instillando un dubbio su insospettabili falle nel sistema della sicurezza.

Esmerelda -Lady Esme è una copertura saltata, il suo incarico è sfumato, eppure…lavorare nel club di Cooper sarà la sua vera occasione, quella di scoprire chi realmente vuole danneggiare l’ex quaterback. Parte la girandola di eventi e di emozioni, la carrellata di personaggi secondari che danno colore e sfumature emotive (le irresistibili vicine amiche come la svampita Berni, Jen e la riservata Amber Kwan oppure la piccola vicina) -sempre funzionali e integrate perfettamente nel tessuto della trama, con principesse capricciose e principi avidi, tentativi di omicidio, furti e un misterioso caso di scomparsa…

La scintilla dell’attrazione tra i protagonisti innesca reazioni a catena esilaranti, la loro complicità profonda dona un calore originalissimo ad una storia di risate, antagonismo e sentimento. Il loro carattere competitivo rende le schermaglie inimitabili ma nasconde una complessità interessante, che dà spessore alle loro figure

«Dubito che tu sia mai in
vena di ascoltare.»
«Che vuoi dire con questo?»
La frustrazione ebbe la meglio su di lei. «Sei così abituato a sentirti superiore da dimenticare che potrebbero esserci persone che hanno qualcosa che tu ignori.»
Si portò una delle grandi e belle mani sull’anca piatta.
«E allora qual è il tuo problema? Ti senti tanto fallita per cui hai bisogno di insultare chi ha successo?»
«No. Forse. Non lo so. Fanculo.»
Cooper rise. Una risata di divertimento vera e propria che scosse anche lei e velocemente svanì.

Piper è una delle eroine più vivaci e divertenti, cresciuta come un fiore d’acciaio.

Era il gusto della sfida.
Il modo in cui si comportava, quello che faceva per ottenere ciò che voleva. Era una donna che attaccava la vita invece di aspettare che le si svolgesse intorno. E la sua impermeabilità generale gli aveva scatenato una sorta di stupido e primitivo bisogno di conquista. Ed era esattamente ciò che gli altri uomini vedevano in lei. Un test della virilità.
Era convinto che lei non se ne rendesse conto, ma anche se lo avesse fatto non riusciva a immaginare che Piper si trasformasse in una stronza. Non le importava abbastanza di far colpo sugli uomini per farlo. La sua vita girava tutta attorno al lavoro, e gli uomini per lei non erano altro che una seccatura necessaria. Per…
La voleva.

Cooper Graham è un affascinante burbero, che nasconde lati insospettbili, con un forte senso di integrità, cercando di rimanere legato alle sue origini, alla terra. Una stella con i piedi ben saldi a terra. Nella sua terra.


«Forse ti manca qualcosa di quel tipo di vita, o non avresti creato questo straordinario giardino.»
«Mi piace far crescere le cose. Mi è sempre piaciuto.»

«Mi sarebbe piaciuto averti nella mia difesa quando giocavo. Nessuno avrebbe potuto toccarmi.»

Entrambi hanno bisogno di quel percorso di crescita che la Philips sa narrare con maestria, fatto di confidenza, ironia, passione e desiderio. Dallo stupore all’interesse, dal desiderio al bisogno, dalla passione all’amore. Un cammino verso la fiducia.

Gli eventi esterni porteranno entrambi ad interrogarsi sul proprio cammino e sulle proprie scelte, soprattutto Piper. Mentre cerca di proteggere Cooper con un violento e improvviso senso di protezione feroce, dovrà chiedersi perché lei stessa vuole proteggersi da lui…

Un aiuto arriverà da personaggi che abbiamo tanto amato come Heath Champion, il Pitone e sua moglie, esperta di cuori, o la lady di ferro Phoebe

«Non voglio parlare con lui!»
«Capisco. Ma questa è una trattativa.»

«Accetti?» chiese Heath.
Piper curvò le spalle. «Accetto.»
«Non mi lamenterò mai più dei negoziati per il bestiame» mormorò Heath mentre attraversava la porta e usciva.
Piper passò di corsa sul tappeto, spalancò la porta sul retro, e urlò verso il parcheggio. «Spero che le tue verdure insanguinate ti vadano di traverso!»
Heath si girò e le fece un pollice verso l’alto, qualunque cosa significasse.

Si può volare fino alle stelle? Citando questa autrice possiamo dire di sì…o come ricorda una vecchia ninna nanna che dà il benvenuto alla prima stella della notte, al primo desiderio 

Star Light Star Bright Star Light Star Bright

 Star light Star bright First star I see tonight I wish I may I wish I might Have the wish I wish tonight.

 I personaggi brillano, vivono delle loro emozioni, riflettono vizi e tenerezze umanissime, quel calore umano che è la vera cifra stilistica della autrice.

image

image

Saffron