Ben ritrovati amici, siamo giunti al capitolo conclusivo della fantastica saga THE COVENANT della strepitosa J.L.Armentrout ed anche per questo libro non potevamo mancare al review party organizzato insieme ad altri blog.

Un review party che riunisce molti di noi amanti di questa scrittrice e in particolare di quest’ultima serie che abbiamo la fortuna di leggere in Italia. Visto il numero di blog, il review party è stato suddiviso in tre giornate ed oggi, in questa recensione, mi sono soffermata sui principali protagonisti della serie.

Anche in questo volume siamo allietati da scene alquanto intrise di azione, suspense, humour e passione… tanta passione! Dire addio ad una serie fantastica come questa è sempre un dispiacere, separarsi dal personaggio, dalla sua avvincente storia e dai protagonisti che l’hanno arricchita, lascia sempre un vuoto dentro. Sono partita in quarta a leggerlo ma sul finire me lo sono gustata lentamente perché non volevo lasciarli, tanto che già mi mancano!
Se avete modo, vi invito a leggere le mie recensioni precedenti in modo da rinfrescarvi un po’ le idee o incuriosirvi nel caso non conosciate affatto questa serie.

1 Tra due mondi

http://www.haremsbook.com/cory-ha-letto-tra-due-mondi-primo-appuntamento-con-la-covenant-series/

2 Cuore puro

http://www.haremsbook.com/cuore-puro-covenant-series-2-jennifer-l-armentrout/

3 Anima divina

http://www.haremsbook.com/anima-divina-covenant-series-3-di-j-l-armentrout-recensione/

4 La vendetta degli dei

http://www.haremsbook.com/la-vendetta-degli-dei-j-l-armentrout-review-party/

“Si dice che quando la vita ti dà dei limoni, puoi sempre farci una limonata. Ma quando ti manda un dio incazzato nero deciso a farti fuori, meglio se ti prepari per la guerra e speri nel paradiso.”

Vi ricordate dove eravamo arrivati? Alex, la nostra protagonista, si era risvegliata divenendo l’Apollyon. Il forte legame con Seth aveva danneggiato il suo lato “umano” ma, resasi conto dell’errore si era ravveduta e tornata in sé scoprendo nuovamente i suoi valori e il suo amore per l’eterno compagno Aiden.

Le avventure per la giovane ovviamente non sono finite. Il romanzo è pieno di scene degne di un fantastico fantasy intrise di adrenalina e fantasia.
Ritroviamo gli ormai noti dei dell’Olimpo, un po’ diversi forse da quelli che siamo abituati a leggere nei libri, un po’ comici ma molto, molto potenti, in grado di fare qualunque cosa… come manovrare vite e menti e giocare con esse. Il quinto volume, infatti, è interamente dedicato alla ricerca di un dio in particolare, colui capace di distruggere ogni cosa e trarne, da questo, piacere: Ares, il dio della guerra.

Com’è stato ripetuto più volte c’è solo un individuo che può mettere fine alla sua esistenza: lo sterminatore degli dei, l’Apollyon, che, assorbito il potere del secondo, è in grado di annientare Ares con la potente arma chiamata Akasha. Ma chi tra i due Apollyon è lo sterminatore? Alex o Seth?
Seth?

La sua risposta non mi giunse in forma di pensieri o sensazioni, ma come una scarica di energia così pura che fu come se mi avesse colpita un fulmine. Mi sentii invadere da una forza enorme, una pioggia torrenziale di vitalità che mi inondava tutte le terminazioni nervose. Ogni singolo rumore nella stanza era amplificato al massimo, compreso il mio stesso respiro, che adesso era più regolare, e quello lento e profondo dell’uomo al mio fianco. Sentii aprire e chiudere le porte che davano sul corridoio fuori dalla stanza; mi giunsero delle voci, ovattate ma distinte. La mia pelle prese vita, riempiendosi di tatuaggi che mi vorticavano su tutto il corpo in risposta alla scarica.

Che fine ha fatto Seth? Lo abbiamo lasciato con i nemici, assetato di potere e circuito dal patrigno di Alex il quale, beatosi della sua presenza, lo ha sempre considerato più come un’arma che come individuo sottovalutando il suo rapporto con figliastra e senza rendersi conto, che tale rapporto, non era basato solo sull’essere la sua parte mancante ma bensì, accresciutosi nel tempo, era divenuto qualcosa di più forte.

Una parte di me amava ancora Seth… la sua versione pre-stronzaggine, ovviamente. Lui era ancora parte di me. Eravamo lo yin e lo yang e Seth mi era stato vicino per un bel pezzo. Non avrei mai dimenticato i suoi gesti per aiutarmi, ma non ero più così cieca da non vedere cosa fosse necessario fare. Se non fossi riuscita a farmi trasferire il potere dello Sterminatore di Dei, l’avrei ucciso davvero. Anche a costo di lasciarci la pelle anch’io.

Seth, il primo Apollyon, torna, in questo volume, in una veste diversa. Alcuni tratti del suo carattere come la strafottenza e la superiorità rimangono inalterati perché fanno radicalmente parte del suo carattere, il suo lato “tenero” si evince sin da subito ma emerge soprattutto dopo aver vissuto lo stesso dolore di cui è stata vittima Alex durante lo scontro con Ares.

‼️Piccolo spoiler‼️

Egli non sapeva, era ignaro del perfido piano del dio della guerra, per cui sceglie di farsi perdonare dalla ragazza alleandosi con lei e non solo, farà di tutto per lei e quando dico di tutto credetemi sulla parola!‼️

Durante la narrazione non mancheranno momenti dolci e teneri, soprattutto complici, ma dovrete arrivare sino alla fine per capire ciò che è capace di fare Seth in nome del suo amore.

«Il mio cuore ha smesso di battere quando quella maledetta porta mi si è sbarrata davanti. Vi sentivo combattere. Sentivo che Ares ti prendeva in giro e ti spezzava le ossa. E non potevo farci assolutamente niente.» Posò le mani ai lati delle mie gambe. La tensione gli faceva contrarre i muscoli delle braccia. «Non avresti mai dovuto affrontare una cosa del genere da sola.» «Ma tu saresti morto.» «E dato che ti amo, sono disposto a morire per risparmiarti una cosa come quella. È una mia decisione, non prenderla mai più al posto mio.»

Alex rimane la ragazza caparbia e testarda di un tempo anche se maturata grazie a tutto ciò che ha passato.

I valori saranno sempre gli stessi se non più forti, incontrerà ostacoli terribili ma non mollerà mai anche perché al suo fianco c’è sempre lui, il suo grande amore Aiden. Il loro sarà un rapporto d’amore profondo e tanto grande da sconfiggere le dure regole imposte dalla società e persino abbattere le barriere degli dei. Un amore in grado di andare oltre la vita.

Il nostro amore non era mai stato facile. In quanto Puro, Aiden era intoccabile per me, nonostante io fossi l’Apollyon, e anche in quel momento stava rischiando tutto per starmi vicino. Mi dava forza quando ne avevo bisogno, era l’amico che riusciva a calmarmi con le parole, mi trattava da pari in un mondo in cui per legge sarei sempre stata inferiore a lui, e giuro sugli dei che era l’amore della mia vita. E mi avrebbe aspettata per sempre, proprio come io avrei aspettato lui per l’eternità, e anche per un giorno in più.

Altro importante protagonista è lui Aiden, il puro per eccellenza, la sentinella più sexy del Covenant.
Aiden è duro e spietato in battaglia ma dietro la sua corazza nasconde un animo nobile e sincero. Per la sua amata va oltre le rigide regole imposte dai ministri che non ammettono legami d’amore tra puri e mezzosangue. Il personaggio di Aiden è affascinante, sexy e passionale. Dal primo, sino a quest’ultimo volume, il rapporto tra i due giovani è un crescendo di emozioni, passione e amore e nulla potranno ne gli dei, né i ministri né tantomeno Seth.

«Ti amo».
«Agapi mou, sei tutto per me»
Aiden mi baciò. Le parole non servivano più a quel punto. Anche lui aveva vissuto tutti i momenti di lutto e di disperazione che avevo dovuto affrontare io, me lo diceva ogni suo tocco, ogni suo bacio leggero, ogni gemito soffocato. Eravamo affamati l’uno dell’altra e ci precipitammo in camera. In un batter d’occhio ci ritrovammo avvinghiati, e quando i nostri corpi si fusero, tutto il resto rallentò.

La trama si arricchisce di nuovi personaggi in questa serie, uno tra tutti Perse, uno dei più pericolosi Titani, un individuo che ama la carneficina, a cui piace sguazzare tra le interiora delle sue vittime, giusto per farvi un’idea, ma di lui non vi parlerò, dovrete leggere il libro!

Il titano fece un sorriso sarcastico. «Sento che qui intorno c’è qualcosa di anomalo.»
«C’è della violenza nell’aria; l’odore di una battaglia che sta per scoppiare» disse Perse, allungando le braccia sopra alla testa. Gli scrocchiarono le ossa. La smorfia sarcastica si trasformò in un sorriso vero e proprio. «Sta per cominciare un bagno di sangue».

Ogni volta che leggo un libro della Armentrout mi dico: “questo è il migliore, il mio preferito”. La spiegazione è semplice: in ogni storia, in ogni proseguo di serie, in ogni epilogo, questa scrittrice ha la straordinaria capacità di farti partecipe emotivamente delle vicende; far entrare nel cuore i protagonisti; trascinarti nel loro mondo; vivere in ogni scena. È straordinaria! Per cui, dirvi che questo volume è bello è riduttivo. La trama è stata ampliata aggiungendo scene di particolare intensità pur non abbandonando il filo conduttore, un epilogo stupefacente che mi ha lasciato sbalordita e il tutto narrato in modo semplice, talvolta usando anche l’humour che tanto adoro nella scrittura di questa autrice.
Lo stile è inconfondibile, semplice, lineare, che sa trasportarti nel romanzo. Dialoghi ricchi e  brillanti grazie a quelle note humour cuiprima accennavo. L’ambientazione impeccabile e le scene d’azione fanno scorrere l’adrenalina a mille. Perfetto!
Leggetelo assolutamente!
Super consigliato.

Coriander