Acquista su Amazon.it

Titolo: Sei tutto il mio cuore

Autrice: Melanie Merchande
Casa editrice: Newton Compton
Genere: Contemporary romance

Secretary series
1. Tutto il resto è amore (9 maggio 2016)
1.5 Tutta colpa di San Valentino, 9 Febbraio 2017
2. Sei tutto il mio cuore (4 Luglio 2017)
3. Meeting Mr Steele

 

Sei tutto il mio cuore
Melanie Marchande

€ 5,99
eBook € 5,99
Secretary Series

Dall’autrice bestseller del New York Times, Wall Street Journal e USA Today

Nel mio letto c’è un miliardario sexy e sarcastico, e ha un anello al dito.
Com’è successo? Ah già. L’anno scorso ho scoperto che il mio insopportabile capo era segretamente un autore di bollenti romanzi rosa, e io la sua ignara musa. Questo genere di cose incanta facilmente una ragazza, soprattutto se è un po’ svitata. Per fortuna io sono un’amante della normalità.
Prossima fermata, un felice matrimonio! Cosa potrebbe mai andare storto? Non ho affatto sentimenti ambivalenti sull’uomo che per cinque anni mi ha reso la vita un inferno. E Adrian non ha mica accumulato una lunga lista di nemici nella sua scalata al potere. E decisamente non siamo affatto troppo testardi per mettere da parte l’orgoglio per far funzionare le cose.
Okay, forse invece è proprio così che stanno le cose. Ma alla fine, l’amore vincerà su tutto. Almeno spero.

Adrian e Meg si stanno sposando, chi l’avrebbe mai detto che dopo tutto quel tempo trascorso insieme ignorandosi, avrebbero fatto così presto a suggellare il loro amore.

Adrian Risinger è il peggior datore di lavoro che si possa incontrare, eppure Meg ha resistito per cinque lunghi anni a fargli da segretaria e da consulente senza scomporsi o comunque senza scomporsi troppo. Il loro rapporto è sempre stato molto combattivo a tratti guerrigliero; dispotico e calcolatore lui, sottomessa lei. Ma tutta questa era una facciata servita ad Adrian al solo scopo di allontanare da sé l’unica donna di cui gli sia veramente importato.

Incapace di relazionarsi a livello affettivo e sentimentale, spaventato da questo grosso amore che lo tormenta, Adrian ha preferito fare di Meg il bersaglio del suo cattivo umore, delle sue sofferenze interne,piuttosto che il centro del suo universo. Ma ad un certo punto non ha più retto e ,incoraggiato dal comportamento audace di lei, si è dichiarato; insomma ora i due stanno insieme e vanno veramente forte.

Il passato tuttavia non si può cancellare con un colpo di spugna e certe convinzioni sono dure a morire perciò questa relazione sessualmente straordinaria rischia di sgretolarsi.

Questi saranno i venti minuti più lunghi della mia vita. Non so perché Meg ci stia mettendo tanto a preparasi. Io volevo solo venire in questa cappella nuziale incantevolmente fatiscente per una cosa rapida, ma temo ci terrà impegnati per tutto il giorno. Ha insistito per l‘abito bianco, e mi sono trattenuto dal ridere, considerando cosa abbiamo fatto la notte scorsa. Tra gli acquisti, gli spostamenti e le scartoffie dell’ultima ora, inizio a chiedermi se riuscirò davvero a dire “lo voglio”. Non mi piace quando scherza sul fatto di cambiare idea. Quando penso alla possibilità che possa lasciarmi, un leggero mal di testa inizia a battermi dietro agli occhi. So che non lo farà, proprio come chiunque altro…Tuttavia molte relazioni, falliscono. Non posso dormire sugli allori. Sarà anche solo un pezzo di carta, ma ho la sensazione che significhi qualcosa. L’unica cosa che non posso e mai potrò fare è tornare indietro e cambiare il passato. Per quanto io lo desideri, per quanto lei lo meriti. In un certo senso, credo che la proposta fosse un modo per scusarmi. Non che non voglia sposarla, certo che lo voglio. Lo voglio da anni. Ma sentivo che aveva bisogno di saperlo. Di capire la mia necessità, di provare una piccola parte di ciò che provo io. Dal primo momento in cui è entrata nel mio ufficio, è stata una forza inarrestabile. Non potevo ignorarla nemmeno provandoci. E dopo aver trascorso cinque anni negando i miei sentimenti, dopo aver sprecato tutto quel tempo che avremmo potuto passare insieme se non fossi stato un idiota tanto testardo e disfunzionale, voglio che sia ufficiale.

Pur innamorati in maniera assurda l’uno dell’altra, Meg e Adrian ancora faticano ad abituarsi a questa relazione, non si capacitano ancora di provare dei sentimenti così forti, il passato che dovrebbe essere solo un vago ricordo è ancora lì a condizionare le loro scelte a legare i loro movimenti, quasi una seconda pelle cucita che non riescono a staccarsi di dosso. Eppure non ci sono incertezze, si stanno donando l’uno all’altra in modo assoluto e totale ,cos’è che ancora può ostacolare un amore così fortemente voluto e cercato?

Basta poco, un losco figuro ricomparso dal passato, un padre che per la prima volta cerca di fare il padre ed ecco che tutto viene rimesso in discussione.

Da una parte il rimpianto di Adrian per aver sprecato un sacco di tempo prima di lasciarsi andare alla meravigliosa donna che ha sposato, dall’altra le incertezze e le paure di Meg che riemergono, seppure lei abbia cercato in tutti i modi di superarle; la sua mancanza di fiducia in se stessa, il difficile rapporto con il suo corpo, provocano gelosie e fraintendimenti. I due sono talmente preoccupati di non procurarsi sofferenze che non capiscono che per non soffrire devono fidarsi l’uno dell’altra e devono appoggiarsi l’uno sull’altra, perché questo è il significato del vero amore. Sapere di poter contare sempre su un’altra persona che per quanto stanca e stressata vorrà condividere i dolori e le preoccupazioni proprio come condivide le gioie e le speranze.

Ho bisogno che sia mia. Tanto quanto io sono suo, tanto quanto lo sono da tempo, ho bisogno che sia mia. E’ che non so se sia possibile. Credo che una piccola parte di lei sia sempre fuori portata. C’è qualcosa che non capirò mai. Mi sono accorto con dispiacere che suo padre non sarà lì ad accompagnarla lungo la navata, il che è assurdo. Innanzitutto perché non è mai spettato a lui darla in sposa. Ma so che il suo supporto significherebbe molto per lei. Ne ha avuto così poco. Ho capito che c’è ancora molto che non so sul suo conto. Si difende con prudenza dietro scherzi e ironie, e lo faccio anch’io, ma lei è abbastanza intelligente da veder oltre. Non ho alcuna speranza di capire ciò che lei non vuole che io sappia sul suo conto.

Forse proprio un forte scossone alla relazione è ciò di cui hanno bisogno per capirsi meglio in profondità, per soffermarsi a riflettere che seppur innamorati,ancora devono fare una lunga strada per conoscersi per diventare due parti complementari che formano un uno fantastico; d’altro canto sono giovani e il tempo a loro disposizione non manca.

Basta recriminazioni, basta rimpianti una nuova vita si presenta e loro devono solo essere capaci di coglierla.

Innamorarmi di te aveva assolutamente senso. Eri l’unica persona su cui contare, l’unica di cui fidarmi. E questo vale più di qualsiasi altra cosa. Sapevo che eri la ragazza dei miei sogni fin dall’istante in cui entrasti nel mio ufficio, ma non avrei mai immaginato che alla fine saresti diventata la mia migliore amica. Innamorarmi di te era l’unica conclusione logica possibile”. “Ma tu… Credo di non sapere cos’è che vedi in me”.
“Ryn, tu sei….” . Mi accarezza la faccia, scuotendo la testa. “Sei una forza della natura. Non posso immaginare la mia vita senza di te. Non importa se litighiamo qualche volta. Non m’importa se litighiamo sempre. Ti amo, idiota”.

Alle volte restiamo increduli anche di fronte all’evidenza, o forse ciò che è evidente per qualcuno non lo è per qualcun altro , fatto sta’ che anche in amore è importante impegnarsi per non rischiare di perdersi. La storia di Adrian e Meg è proprio questo, un continuo approfondimento di sé stessi e del partner.
Vicenda interessante e stimolante, forse alle volte un po’ troppo arzigogolata nei pensieri di Adrian, ma per il resto direi che possiamo applaudire la nostra autrice; un solo appunto è però sul titolo del romanzo che non mi è proprio piaciuto.

In attesa della prossima avventura d’amore, buona lettura a tutte.

Eleonora