Vi avevamo anticipato qualcosina…

The Wicked: la nuova bollente serie di Julie Kenner e nuova novella della Stark trilogy

E ora ve ne possiamo parlare con estremo piacere

WICKED GRIND (S.I.N.#1)

Adoro i second chance romances, devo ammetterlo.
Perché c’è quell’atmosfera irresistibile di trepidante attesa, di irrisolto, una corrente tra i protagonisti fortissima fatta di tensione emotiva e carica erotica. C’è la consapevolezza e il retrogusto dolce amaro dei ricordi, quel pizzico di rivalsa e di gelosia, che rende le storie sempre molto, molto calde.
Parliamo poi della Kenner, che ci regala una serie spin-off della Stark, intrigante, sexy e assolutamente coinvolgente, quello che si chiama uno slow-burning romance.

I due protagonisti sono affascinanti e la loro storia lascia un messaggio, un’idea vincente ed estremamente moderna, perché l’erotismo e la sensualità sono raccontati come consapevolezza e piena libertà di espressione. La macchina fotografica e la sensibilità artistica del protagonista diventano lo strumento espressivo della femminilità e della libertà di vivere consapevolmente il proprio corpo, il piacere e l’erotismo, come conquista femminile e adulta.
È una calda storia d’amore ma anche una dolce storia di sentimenti, un gioco di seduzione che lascia l’idea di piena consapevolezza femminile, un messaggio forte ed estremamente moderno.

Personaggi secondari interessantissimi, una bella trama, che volere di più?
LA SERIE IN ITALIA!!

Wyatt è un giovane talentuoso fotografo che vive la sua professione come la massima espressione di se stesso ed è pronto a fare il grande passo, mettere in scena e proporre al pubblico il progetto della vita: un’installazione artistica ambiziosa che propone la figura femminile in modo rivoluzionario e provocatorio

Quando erano davanti alla sua macchina fotografica, Wyatt possedeva quelle donne, totalmente e completamente. E avrebbe mentito a se stesso se non avesse ammesso che a loro volta, in svariati modi, gli scatti fotografici erano altrettanto carichi di erotismo delle fotografie finali.

Sulle spalle ha il peso del suo cognome che nasconde dietro uno pseudonimo artistico perché proviene da una delle famiglie più potenti e conosciute dello spettacolo e del jet set.
Da sempre cerca di trovare il suo posto nel mondo e il suo spazio in questa famiglia ingombrante, che ha una decisa impronta matriarcale, dove le donne sono tutte regine dello spettacolo e della casa. Da sempre cerca di essere una persona seria, di valori, responsabile, un bravo ragazzo. Finché vuole…
Sul lavoro è circondato da collaboratrici e partners che lo stimano e lo rispettano, hanno fiducia nelle sue capacità perché è bravo ed onesto ma è un artista e come tale ha bisogno di potersi esprimere. Ha urgenza di esprimere ciò che lo tormenta da anni

Sapeva cosa voleva. E ancor più, da qualche parte nei meandri profondi della sua mente, sapeva anche chi voleva.
Finora non era entrata nel suo studio.
Ma lei era là fuori, chiunque fosse; era sicuro di questo.
Peccato che aveva solo ventisette giorni per trovarla.

Kelsey. Kelsey è un concentrato di innocente sensualità, di dolcezza e forza, di timida ribellione. Nasconde dentro di sé una femminilità dirompente, pronta ad esprimersi nella danza, momento -una forma d’arte anche questa- in cui può liberare la parte più vera e istintiva. Anche la nostra protagonista ha sulle spalle un peso notevole: una figura paterna estremamente ingombrante che le ha tarpato le ali, spezzato i suoi sogni con sensi di colpa e complessi mostruosi”

Questa combinazione esplosiva di innocente sensualità e di tenera determinazione è ciò che ha fatto perdutamente innamorare Wyatt 12 anni prima. Proprio la contraddizione e la difficoltà di farsi accettare dagli altri, di farsi comprendere intimamente, è stato ciò che li ha avvicinati e resi complici tanto da far sentire un senso di appartenenza incredibile.
Per necessità e per uno scherzo del destino si ritrovano, dopo che le loro strade si sono dolorosamente divise.

Avrà la forza di resistere, stare lontana dal ml’unico uomo in grado di farla sentire veramente viva?

Non un uomo qualsiasi.

Non è un uomo, è un concetto. Un talismano. Una fantasia mescolata al ricordo e condita con un pizzico di nostalgia.

Kelsey ritrovera veramente se stessa e Wyatt ritrovera l’amore della sua vita e la sua musa

Rompendo le regole e…facendo la cattiva ragazza, la cattiva ragazza con Wyatt. 

Pov alternati e continui flash back  rendono dinamica e piacevolissima la narrazione, perché i sentimenti maturano e le interazioni si svolgono in modo avvincente e completo, contribuendo a dare una visione d’insieme compiuta dei personaggi nella loro caratterizzazione.
Passato e presente sono mirabilmente intrecciati come in ogni storia d’amore della Kenner, una romantica caldissima storia tormentata.

Non sbaglia un colpo J.Kenner, con questo primo appuntamento della serie Stark Word che presenta ogni storia come stand alzone, accattivante sexy ed estremamente romantica, scritta con la naturalezza caratteristica di questa autrice che sa raccontare amori contrastati e sofferti pieni di passione ma in modo fresco e lineare.

Dolce sexy e intrigante, un perfetto second chance.

Saffron