Care Dame di Harem, Il libro che vi presento oggi è “Cuori Bugiardi” di Dora L. Anne,  disponibile dal 5 marzo sui principali store online. Una storia sexy e divertente, intensa e profonda. Venite a scoprirla con me!

 

 

Titolo:Cuori bugiardi

Autrice:Dora L.Anne

SelfPublishing

Pubblicazione:5 marzo 2017

Genere:Erotic romance

 

SINOSSI

Allyson Laine è una donna in carriera che rifiuta ogni tipo di relazione. Vive secondo il suo rigido schema in cui il lavoro viene prima di ogni cosa, persino di se stessa.
Convinta di avere in mano la promozione che ha sempre desiderato, si ritroverà ad avere a che fare con il suo nuovo collega, Tristan Clark, arrivato a Boston da Filadelfia proprio per soffiarle il posto.
Nonostante cerchi in ogni modo di ignorarlo, non può negare che Tristan sia affascinante e fin troppo sexy per i suoi gusti: la passione divamperà tra loro senza che lei riesca a evitarlo, mandando all’aria tutti i suoi piani e infuocando la posta in gioco…ma fino a quando?

 

 

RECENSIONE

“Voglio vedere cosa succede, se molli la presa e mi lasci cadere. Voglio calore sulla mia pelle, voglio le fiamme, voglio scintille.”

 Cit-

Questa citazione musicale sintetizza, a mio avviso, la storia che sto per raccontarvi.

Allison Laine è una donna ambiziosa che ha dedicato gran parte della sua vita alla  realizzazione professionale. Ha sempre messo il lavoro al primo posto  trascurando la vita privata: non ha amici né un marito/compagno con cui condividere problemi, gioie e dolori. Il suo unico obiettivo è ottenere la tanto agognata promozione, ma la strada che porta alla realizzazione del suo sogno è irta di ostacoli, anzi di uno solo: Tristan Clark.

Tristan è uno dei potenziali candidati alla promozione, infatti chi fra i due presenterà il progetto migliore vincerà. Il loro primo incontro non lascia presagire nulla di buono.

“Insomma, chi sei? Ti levi di torno?” Esclamo spazientita. I nostri occhi si incrociano per lunghi secondi. I miei pieni di rabbia, i suoi colmi di qualcosa che non capisco.[…] Muove le labbra come per dire qualcosa, poi scuote la testa e rinuncia a parlare. Continua a fissarmi col solito mezzo sorriso, una deliziosa curva che in un altro momento avrei ammirato, ma non oggi. Mi riscuoto dal torpore provocato da quello sguardo e sbuffo irritata, facendogli intendere forte e chiaro che le sue attenzioni non mi interessano. “Ti saluto.” Dico sbrigativa.”

Allison non ha peli sulla lingua. È diretta, schietta e  mette subito in chiaro che l’amicizia fra loro due non è un’opzione contemplabile. Lo tratta con freddezza, al limite della maleducazione. Tristan è solo un nemico da abbattere, nonostante non sia immune al suo fascino.

  “Senza volerlo mi lecco le labbra, incapace di articolare alcuna risposta, ipnotizzata da quello sguardo intenso fisso su di me. Sa bene cosa sto pensando, mi legge nel profondo, intuisce quali sono i miei desideri. Sa che il suo sguardo mi eccita anche se continuo a negarlo a me stessa, dal primo istante in cui l’ho conosciuto.

“Esasperi le persone, te ne rendi conto?” Dico, provando a ignorare il languore che mi provoca la sua vicinanza.

“Tu invece sei bella, dannatamente bella. E mi sfidi, tanto da farmi venire voglia di ficcarti la lingua in bocca per farti stare zitta.”

Allison vorrebbe rimanere sempre sul piede di guerra, ma non le sfugge la forte tensione sessuale che accompagna ogni loro scambio di battute. Lo scudo che usa per difendersi dal  mondo esterno è destinato ben presto a cadere:

” Siamo uno di fronte all’altra, occhi negli occhi, pronti a saltarci addosso per nutrirci dello stesso pezzo di carne. Il mio modo di fare lo esaspera e si nota chiaramente dall’espressione tesa che gli fa serrare la mascella e tendere i muscoli del viso. Mi soffermo un po’ troppo sulla curva sensuale della sua bocca. Accidenti. Quando è arrabbiato è sexy da morire, tanto che mi ritrovo a pensare cose senza senso.[…] Il desiderio mi si legge chiaro negli occhi, perché a un tratto Tristan china il capo e senza dire niente mi attira a sé. Inizia a baciarmi con rabbia, mentre le sue mani artigliano i miei fianchi spingendomi contro la superficie fredda della scrivania, così forte da farmi sentire in modo inequivocabile quanto anche lui lo voglia. Senza riflettere ricambio il bacio e allargo le gambe, per permettergli di mettersi al centro. Accarezzo con le dita i suoi capelli, spingendolo a continuare quel piacevole assalto. A occhi chiusi, persa in un mare di sensazioni troppo intense da poter controllare, lo sento vibrare contro di me, sovrastarmi con la sua imponenza. E ne desidero ancora. Voglio di più. Voglio tutto quello che viene dopo. Sospiro di piacere e non lo allontano quando avverto il primo dito infilarsi tra le cosce per farsi strada e spostare l’elastico degli slip. Senza esitazione entra dentro facendomi boccheggiare, mentre con la lingua ripete lo stesso movimento che mi sta facendo impazzire lì sotto. Scorre veloce dentro e fuori, scivolando facilmente tra le pieghe umide che lo reclamano. Dopo pochi secondi di quella tortura l’orgasmo arriva violento e mi travolge facendomi urlare, tanto da costringerlo a soffocare con la lingua gli ultimi gemiti che qualcuno potrebbe sentire. Sono stordita per l’accaduto. Come in una scena al rallentatore lo vedo portarsi lo stesso dito alla bocca, quello che prima avevo accolto dentro, per succhiarlo in modo indecente senza mai smettere di guardarmi negli occhi. Poi, con il solito sorriso sexy che mi spezza il fiato fa un passo indietro, staccandosi dal mio corpo in fiamme. “Direi che mi devi un orgasmo, Laine.”

Allison è disorientata da questo repentino cambiamento nel loro rapporto. Sta accadendo tutto troppo in fretta e ha paura di lasciarsi andare, di abbandonarsi a delle emozioni che per troppo tempo ha rinchiuso nel suo cuore. Se cederà all’amore o preferirà dare la sua priorità alla sua professione, lo lascio scoprire a voi, mie care Dame.

direi che mi devi un orgasmo

Questo nuovo lavoro di Dora è senza dubbio un erotico, ma ci sono alcuni elementi che lo avvicinano al romanzo di formazione, perché Allison compie un percorso di crescita interiore. Il romanzo è narrato in prima persona, una scelta che ho trovato vincente. L’autrice è stata brava a valorizzare la protagonista, facendole compiere un percorso  graduale e coerente. All’inizio del libro troviamo una Allison fredda, cinica, arrivista, ma man mano che procediamo con la narrazione,  i pezzi della sua corazza vanno in frantumi, lasciando emergere la sua vera essenza di donna bisognosa di amore e di punti fermi.

Vorrei spendere due parole anche per la scelta del titolo. “Cuori bugiardi” potrebbe rappresentare in un certo qual modo un ossimoro. Il cuore non è mai bugiardo. È il motore della nostra esistenza, il muscolo che ci spinge ad agire ed è il solo che sa sempre cosa è giusto per noi. Ma, a volte, per arrivare a compiere la scelta più idonea, il percorso è arduo, perchè le nostre paure ci frenano portandoci  a negare ciò che desideriamo, a raccontarci delle bugie.

Veniamo ora alla parte erotica. Devo confessarvi, mie care Dame, che  scrivere questa recensione mi ha creato non poche difficoltà!!! Avrei voluto mettere molti più estratti e fino all’ultimo sono stata indecisa su quali scegliere, perché molte scene mi hanno colpito e meritavano di essere citate. L’autrice è stata in grado di narrare la passione con un intenso trasporto emotivo. Un fuoco che divora, un desiderio incessante e inarrestabile, provocando nel lettore brividi ed emozioni.

Credo che la carta vincente di questa autrice sia proprio la semplicità, il suo stile scorrevole e senza fronzoli. Le trame magari non sono innovative, ma Dora L.Anne sa come costruire storie solide e coerenti in grado di suscitare nel lettore  eccitazione, pathos, trasporto, trepidazione, turbamento, commozione. Per questo le faccio i miei complimenti e a voi, Dame, auguro buona lettura.

Alla prossima, Francesca

STORIA

 

 

 

EROS