linizio-del-gioco

Sinossi

The Ivy Chronicles Series

Bestseller di USA Today

Non sempre ciò che abbiamo sempre desiderato è anche ciò di cui abbiamo bisogno…

Fin da quando riesce a ricordare, Pepper è innamorata del fratello della sua migliore amica. Hunter è l’uomo perfetto, la chiave per ottenere tutto ciò che lei ha sempre desiderato: sicurezza, stabilità, una famiglia. Ma se vuole realizzare i suoi sogni, Pepper deve fare in modo che Hunter si accorga di lei, che smetta di vederla solo come “l’amica di sua sorella” e che inizi a considerarla una vera donna. Certo lei non può contare su una grande esperienza in fatto di uomini, ma ha intenzione di rimediare passando da principiante a esperta del sesso con l’aiuto di qualcuno che sa il fatto suo. E le sue compagne di università sembrano avere il candidato ideale. Solo che il barman Reece non è affatto come Pepper se l’aspettava. È fantastico, d’accordo, ma è anche pericoloso, profondo, con un passato tormentato. Presto le “lezioni di seduzione” iniziano a sconvolgere le vite di entrambi, perché nessuno sa cosa può succedere quando si superano i preliminari e si fa sul serio…

Pepper ha già pianificato la sua vita futura, ed è molto determinata, vuole: una casa, un lavoro, un marito (Hunter Montgomery, fratello della sua migliore amica del liceo) e tre o quattro “marmocchi” con cui andare a Disneyland.
L’occasione per cominciare a porre le basi per questi suoi progetti arriva quando Lila, la sorella di Hunter, la chiama per avvisarla che suo fratello ha lasciato Page, la fidanzata storica. Hunter è su piazza… OH – MIO – DIO! Ma Pepper non è affatto preparata, non sa proprio da dove cominciare per conquistare un uomo.

Era proprio quello il problema. Io non conoscevo le regole. No sapevo come fare qualsiasi cosa che potesse attirare un ragazzo. Non flirtavo. Non uscivo con nessuno. Non pomiciavo e non scopavo con ragazzi scelti a caso come altre

Ed è così che le sue attuali coinquiline, Emerson e Georgia le suggeriscono di fare un po’ di pratica. Da voci di corridoio hanno saputo che il barista figo del Mulvaney è un esperto di tecniche amatorie (un eufemismo per dire che ne cambia una ogni sera), allora perché non divertirsi un po’ con lui? Imparare qualcosa in più da qualcuno che non si pone nessuno scrupolo? Peccato che il barista figo non sia altro che il bravo ragazzo biondo dagli occhi azzurri che poche sere prima aveva aiutato Pepper con l’auto in panne, in piena notte, in una stradina poco raccomandabile.

Mi sentii come se mi avessero tirato un pugno a tradimento nello stomaco. Il mio salvatore. Il mio barista. Il puttanone del Mulvaney. Una sola persona.

13866983_164662057289097_1969217299_n

Inizia un periodo di incertezze e goffi tentativi per essere notata, ma alla fine Reece, il barista, accetta di fare da tutor a Pepper. Durante questo periodo di allenamenti, la ragazza ha modo di conoscere chi si nasconde dietro quella sexy facciata: un ragazzo con la testa sulle spalle, generoso e affidabile… ma questo non va bene.

Era il tipo di ragazzo che aiuta una donna nei guai sulla strada. Sapevo che rea bravo coi bambini. Era anche il tipo da offendersi se lo si scambiava per quel gigolo del fratello. Si faceva degli scrupoli.

No, non va bene che Pepper apprezzi Reece, e soprattutto non va bene che le lezioni del barista diventino come una droga, che quelle farfalle si muovano nello stomaco ad ogni bacio, ogni sorriso, ogni contatto.
Ma il tempo non è clemente, giunge il momento in cui Pepper deve mettere in pratica le sue arti di seduzione con l’uomo dei suoi sogni: Hunter. Solo questi, infatti, potrà garantirle tutto quello che le è mancato durante l’infanzia: sicurezza, stabilità e normalità.
Perché allora la sua mente continua a pensare a Reece? Perché i baci di Hunter non hanno lo stesso effetto? Forse la testa si rifiuta di vedere quello che il cuore conosce già?

Perché qualcosa stava diventando sempre più chiaro dentro di me. Indipendentemente da quanto cercassi di fingere il contrario. Indipendentemente da quanto cercassi di negarlo. Dopo Reece, non ce n’era più per nessuno.

13839923_164662063955763_1732606231_o

Non svelerò il finale, da batticuore, sappiate solamente che ho amato ogni singola parola di questo libro. Era dai tempi di “Uno splendido disastro” che non provavo emozioni simili per un libro di questa categoria. La scrittura è briosa e divertente, senza mai riposo. I personaggi sono fantastici, Reece, in particolare, è, per citare l’autrice “il cavaliere dall’armatura scintillante”, l’uomo che tutte vorremmo, l’uomo che fa sognare ed innamorare, quello che ti fa sentire unica tra tutte. Anche la protagonista, Pepper, è formidabile: forte e caparbia, nonostante un gravoso passato che avrebbe annientato chiunque. Ma anche i personaggi secondari sono approfonditi, e validi punti d’appoggio per la struttura della trama. Le scene d’amore sono delicate, compito non facile, dato lo scopo delle stesse, ovvero la formazione.
Una storia avvincente, mai scontata, che mi ha risucchiato dentro al suo vortice. Un libro che mi ha fatto molto piacere leggere, e che consiglio vivamente per le emozioni che saprà donare.

imageimage

image