“Respira, Logan. Immaginami nuda ogni volta che inizi ad andare nel panico. Ti posso assicurare che io farò lo stesso con te.”

Care Dame, ho letto per voi Effetto Matrimonio di Karla Sorensen, terzo romanzo della serie Washington Wolves ambientata nella eclettica Seattle.

Serie: Washington Wolves #3 (autoconclusivo)

Data uscita: 16 dicembre 2019

Effetto bomba 

Effetto ex

Con Effetto Matrimonio, si conclude la serie ad ambientazione sportiva che ha stregato migliaia di lettrici. Un romanzo spumeggiante dove un giocatore sexy e scontroso e un’ex modella sfacciata e irriverente si danno del filo da torcere, dando vita a una storia in cui la tensione sessuale è alle stelle. 
Logan Ward non vuole altre donne nella sua vita.
Essendo un giocatore di football e un tutore legale per le sue quattro sorelle minori, non ha tempo per nient’altro. Tuttavia, una di loro è appena finita in ospedale, il che dà a suo fratello l’occasione di cui ha bisogno per provare a togliergli la custodia.
Il consulente legale dice a Logan che c’è solo una cosa che può fare: trovarsi una moglie.
Paige McKinney non sempre riflette sulle cose prima di agire.
Come quando abbandona la sua carriera da modella senza pensare a cosa potrebbe fare dopo. Di sicuro non riflette a fondo quando in ospedale proclama di essere la fidanzata di Logan, semplicemente perché il sexy – seppur scontroso – giocatore di football ha dimenticato il suo cellulare a una festa e la sicurezza non vuole lasciarla passare. Non è colpa sua se quella dichiarazione viene udita dalla peggior persona possibile.
Un accordo viene raggiunto, e un matrimonio finto è la soluzione perfetta. Ma questa semplice soluzione crea un problema completamente nuovo: Logan e Paige non sono così diversi come sembra. Il riluttante sposo ha un fuoco dentro di sé, e la sua impetuosa moglie sta per accendere il fiammifero.

I protagonisti di questo terzo capitolo, Paige e Logan, non sono a noi sconosciuti avendoli incontrati nei precedenti romanzi della serie.
Paige è la migliore amica di Allie, proprietaria dei Washington Wolves, e da un anno, dopo aver lasciato la sua carriera da modella, si è trasferita da Milano a Seattle. In questo periodo ha messo la sua vita in stand by dopo che il solito senso di irrequietezza e insoddisfazione le avevano fatto mollare tutto e fuggire all’altro capo del mondo. D’altronde non è la prima volta che è stata travolta da questa sensazione e come ogni volta l’ha assecondata.

…a volte mi svegliavo e tutto quello che mi circondava mi sembrava stantio e ammuffito…raggiungevo sempre un punto in cui avevo disperatamente bisogno di aprire le proverbiali finestre della mia vita e lasciare entrare una brezza fresca e corroborante.

Logan è il safety dei Washington Wolves e lo abbiamo conosciuto come un uomo ombroso, introverso, poco incline a socializzare. È molto riservato sulla sua vita privata e per questo rifugge ogni sorta di esposizione mediatica pubblica con grande disappunto dell’ufficio stampa della squadra.

La sua voce non si sentiva spesso perché manteneva un profilo basso, odiava rilasciare interviste ed era, senza ombra di dubbio, uno dei migliori safety del football professionistico.

Logan tuttavia ha un motivo molto importante, anzi sarebbe meglio dire quattro importanti personcine a cui è molto legato e che non vorrebbe mai finissero sotto i riflettori a causa sua.
Da alcuni anni è diventato il tutore legale di quattro splendide se non scatenate adolescenti, le sue sorellastre, dopo essere state abbandonate dalla madre.
L’attaccamento che lo lega alle quattro ragazzine è qualcosa di viscerale e profondo tanto che ha fatto di tutto per proteggerle in particolare dal fratello Nick, un uomo superficiale e arrogante che vuole strapparle alla sua tutela solo per l’insano piacere di far soffrire Logan e plasmarle a sua immagine: vanesia e materialista.
Quando la situazione precipita e le pressioni di Nick si fanno più insistenti e pericolose Logan si trova in una situazione difficilmente risolvibile a meno che…
Paige, donna imprevedibile, si trova nel posto giusto al momento giusto e diventa la soluzione meno ovvia ma perfetta al caos in cui versa Logan.

“Logan” disse suo fratello con voce maligna. “Fuori mi sono imbattuto nella tua fidanzata. A quanto pare, mi hai tenuto nascoste alcune cose, eh, fratello?”
“Se pensi che sia tanto stupido da bermela, ti sbagli. Quelle ragazzine stanno meglio con me, Logan, e spenderò qualsiasi somma per dimostrarlo.”
Paige mi aveva appena servito su un piatto d’argento, un’offerta che non aveva idea di aver fatto…

Ma Paige cosa otterrà in cambio a parte una famiglia numerosa, imprevedibile e un finto marito? Cosa la spinge a proporsi come moglie a tempo determinato?
La scusa: una eredità. Ma siamo certi che non ci sia sotto sotto altro?

Volevo davvero sposare Logan Ward? Quello che sapevo di lui poteva essere condensato in pochi semplici punti: – ottimo difensore – spalle paragonabili a un albero di sequoia – mascella che poteva tagliare il vetro – viso super fotogenico – abilità comunicative di un pezzo di cartone. E adesso, alla lista, potevo aggiungerne altri due: – bisognoso di una moglie perché era una sorta di angelo custode/prode cavaliere/fratello migliore del secolo – esattamente quello che mi serviva per incassare l’assegno ereditato da zia Emma.
Quanto difficile poteva essere fingere di essere attratta dall’uomo più attraente che avessi visto ultimamente?

Un matrimonio combinato.

“Tu e io possiamo soddisfare senza problemi ciò di cui l’altro ha bisogno.”

Quattro ragazze incontenibili.
Un marito introverso, responsabile, trincerato dietro la sua imperturbabilità per paura di soffrire e veder soffrire le sorelline.
Una moglie incontenibile, irriverente, schietta e con la capacità di irretire anche un Santo, e Logan santo non è.

“Devi smetterla di guardarmi così” grugnì Logan. Sbattei rapidamente le palpebre, cercando di riscuotermi dalla trance. “Scusa, mi dispiace.” Lui sbuffò. “No, non è vero.” Alla sua affermazione, sorrisi. “Hai ragione.”
E perché non avrei dovuto intrattenere pensieri carnali sul mio sexy e sudato marito?

Ne vedremo delle belle!
Fra gli scherzi delle gemelle dodicenni ai danni di Paige, le intemperanze della sedicenne Molly invaghita del figlio del vicino, la serietà della quattordicenne Iz tanto simile al fratello e la resistenza di Logan alle avances non tanto velate di Paige che sbava e si rincretinisce di fronte ai suoi pettorali, la lettura di questo romanzo è stata una piacevole digressione dalla quotidianità.
L’autrice pur limitando l’ambientazione al solo ambito familiare ha costruito una story line dolcissima, romantica e molto sensuale.
I protagonisti, volenti o nolenti, non sono più solo Logan e Paige ma tutta la famiglia che in questo romanzo diventa il perno su cui si basa. Un messaggio molto profondo quello che ci arriva: cosa non si farebbe per proteggere chi si ama, ciò a cui si rinuncerebbe pur di non veder soffrire le persone più importanti della tua vita. Anche non far avvicinare o rinunciare alla persona che ti attrae o per la quale sta cominciando a provare sentimenti.

Attirai il suo corpo al mio e catturai le sue labbra in un bacio duro e veloce. Questo era il solo momento che mi sarei concesso. L’unico.
Qualcosa che non potevo permettermi in questo momento, indubbiamente il più precario della mia vita privata…avrei messo a rischio la cosa più importante per me. Non solo la mia felicità futura, ma anche quella delle ragazze.

E se la famiglia fosse acquisita? E se ti legassi anima e cuore a chi chiede di essere amata senza se e senza ma, con pregi e difetti, debolezze e forze, di essere protetto senza alcuna remora dal male che li circonda?
Ecco che schizzano fuori dalle pagine Logan e Paige, due figure apparentemente diametralmente opposte, due amanti improbabili eppure mai così giusti l’uno per l’altro. Si compensano, si completano, si capiscono e amano totalmente e indiscutibilmente quelle dolci, irrequiete amabili ragazzine.

Io e Paige eravamo uguali. Qualunque fuoco ardesse in lei, ardeva anche in me. Solo che fino a questo momento non avevo mai incontrato qualcuno che mi facesse desiderare di essere consumato dalle fiamme.

Una commedia romantica questa, ricca di buoni sentimenti, di messaggi positivi, di gioie e amore, che non lesina mettere in evidenza anche le asperità della vita, i problemi e le divergenze, ma che ci mostra che se c’è generosità, abnegazione e amore ci si può incontrare a metà strada e aggiustare, risolvere.
Una lettura meravigliosa per questo periodo di feste, quando si è pregni di gioia e amore, e si desidera mantenere quest’aria leggera e ilare. Non mancheranno sorrisi e risate, battute e battibecchi, scene calde e sensuali, tutto sempre ben bilanciato ed equilibrato come d’altronde ci ha ben abituate Karla Sorensen con la sua scrittura semplice ed elegante, fluida e sentita.
Ora non ci resta che aspettare, perché la stessa autrice nei ringraziamenti ci annuncia una serie spin off che ci racconterà delle quattro sorelline del nostro boy, Logan.

Giusi

[amazon_link asins=’B082GL5917,B07QWSPXF2,B07ZNB9FYM’ template=’ProductCarousel’ store=’hsb06-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5448a189-05c7-411e-bcb5-620e62ab0f96′]