Forgiato nell’acciaio, nuovo volume della serie romantic suspence KGI di Maya Banks. Harem’s book ha avuto il piacere ed il privilegio, grazie a LEGGEREDITORE, di organizzare il review party, insieme con altri blog amici, per presentare al pubblico italiano questa nuova emozionante storia.

Una serie che seguiamo e sosteniamo dal suo esordio, in cui l’autrice, conosciuta anche in Italia per lo stile inconfondibile dall’erotismo caldo e deciso, esprime in modo compiuto le caratteristiche del romantic suspence: amore e intrigo, azione e passione. Mistero, amore, brividi e adrenalina, questo è il KGI, acronimo di The Kelly Group International. Una serie di romanzi in cui passione e pericolo sono mirabilmente intrecciati, tra desiderio e azione. Per voi pura eccitazione, in ogni pagina: dai brividi di desiderio a quelli dell’adrenalina.
La KGI è un’organizzazione para-militare pseudo-segreta a conduzione familiare, composta da ex-soldati, appartenenti ai corpi speciali dell’esercito e della marina statunitense (ex-Seals, ex-Marines, ex black ops etc.) cecchini e agenti segreti. Il KGI deve combattere i criminali internazionali e scongiurare disastri a livello planetario, con sofisticate operazioni di intelligence. Il loro compito è intervenire nelle zone grigie della lotta al crimine, dove si fermano le agenzie del governo statunitense, insomma “fare il lavoro sporco”, con discrezione: recupero ostaggi, missioni top secret contro terroristi e criminali di guerra, controspionaggio. Missioni delicate, se non impossibili, che richiedono alta specializzazione, intraprendenza e una generosa dose di discrezione. I membri della task-force sono intelligenti, addestrati al pericolo ed estremamente preparati. Di fronte al dovere, ad una missione sanno agire. Si tratta di dedizione. I protagonisti sono fuoco puro. E fanno scintille. Maschi alpha, concentrato di testosterone sex-appeal coraggio e determinazione…e non solo.
#1 L’ora della verità
#2 Nessuna via di fuga
#5.5 Alba di fuoco
#7 Forgiato nell’acciaio – Forged in Steele
#8 After the Storm – inedito in Italia
#9 When Day Breaks – inedito in Italia
#10 Darkest Before Dawn – inedito in Italia
#11 Brighter Than the Sun – inedito in Italia
#12 Wherever You Are – inedito in Italia
Oggi vi parliamo dell’ultimo capitolo di questa serie che ha un protagonista veramente speciale su cui abbiamo fantasticato da tempo… Steele.
  Jackson Steele, leader di un team del KGI, soprannominato Uomo di ghiaccio, è un enigma che nemmeno i suoi compagni di squadra riescono a sciogliere. Le sue emozioni sono bloccate e nulla e nessuno sembra in grado di scalfirne il carattere gelido e duro come l’acciaio. Nessuno tranne Maren Scofield, dottoressa che collabora col KGI e unica donna in grado di abbattere le sue difese, minacciando di rompere quel freddo imperturbabile per cui Steele è leggendario. Lui è determinato a non permetterglielo, ma quando Maren è in pericolo, rapita da un pazzo ossessionato da lei, Uomo di ghiaccio non può lasciare a nessun altro il compito di proteggerla e metterla al sicuro. Tra loro sta nascendo qualcosa, ne è sicuro, eppure sente di non essere ancora pronto a svelarle i suoi segreti e ad accettare i cambiamenti che questo comporterebbe. Steele ha una decisione da prendere, forse la più difficile della sua vita: rinunciare a Maren oppure affrontare ciò che più lo spaventa: l’amore.
 *****
   Dopo lo struggente e tostissimo Desiderio di vendetta, in Forgiatonell’ acciaio ritroviamo l’atmosfera di pura adrenalina e piacere, propria di questa serie. Il settimo capitolo di questa serie reca il marchio inconfondibile del KGI: un affare di famiglia che si rivela un intrigo internazionale, tra spionaggio militare, operazioni sotto copertura portate all’estremo, scelte anticonvenzionali, scenari suggestivi che spaziano tra i continenti, missioni quasi impossibili portare a termine sul filo del rasoio e irresistibile cameratismo.
   Finalmente l’enigmatico team leader comincia a svelare qualcosa di sé… Distaccato, misterioso, autorevole e autoritario, un uomo d’acciaio. Incredibilmente devoto al KGI e legatissimo alla sua squadra, un uomo tutto d’un pezzo che sembra avere come unico legame quello con il suo team. Steele infatti è un uomo che ama avere il controllo, con polso fermo, è nato per comandare. Eppure qualcosa incrinerà la sua armatura e qualcuno toccherà le corde più segrete del suo cuore
La dottoressa Maren Scofield è una vecchia conoscenza del KGI, è da sempre un riferimento nelle situazioni di emergenza ed ha condiviso con il team momenti molto difficili. Ora si trova per una scelta di vita singolare, quasi una missione, ad esercitare la sua professione in una località sperduta del Costa Rica. Soffre la solitudine e sogna l’amore ma fantastica solo su in uomo… colui che incarna i suoi pensieri proibiti. E la cosa è reciproca…
Mi stai facendo impazzire. Sei un’ossessione. Ti sei insinuata nella mia testa e io non ti voglio lì. Sei una distrazione e io non posso permettermene.
La sua fantasia, il suo sogno proibito, ossia Steele, verrà a bussare alla sua porta quando, in seguito ad una missione, il KGI avrà nuovamente bisogno del suo aiuto. Maren è una dottoressa eccellente, è un’amica e soprattutto è una persona di cui potersi fidare. In pieno stile famiglia Kelly è “parte della famiglia”.
L’attrazione è una corrente sotterranea e travolgente che da troppo tempo genera elettricità tra i due protagonisti. Si punzecchiano, si evitano e poi si cercano, si trovano e sono travolti da questa chimica incredibile che li sorprende in una notte di passione
Era stata la notte più bella e allo stesso tempo più brutta di tutta la sua vita.
Non era mai stata a letto con un uomo capace di eguagliare Steele. Ma questo non faceva che ricordarle tutto ciò che non avrebbe mai più avuto.
A volte sarebbe meglio che le fantasie restino tali. Perché quando si torna alla realtà, questa non fa altro che sottoli- neare con cruda minuzia quanto il mondo reale faccia schifo. Il detto secondo cui è meglio aver amato e perso, che non aver amato mai?
Tutte stronzate.
Chiuse gli occhi, pur sapendo che avrebbe dovuto alzarsi, farsi una doccia e andare alla clinica. La gente del luogo probabilmente stava fremendo fuori dalla porta in attesa che arrivasse. L’aspettava un altro giorno uguale a tutti agli altri. Malattie, ossa rotte, piccole lesioni, visite di controllo e ferite da suturare.
Un altro giorno in paradiso.
Il fatto era che aveva veramente trascorso la notte in paradiso, e ora le toccava affrontare il solito tran tran della vita quotidiana. Dopo aver avuto un piccolo assaggio di perfezione, tornare alla realtà la deprimeva da morire.
Una notte calda, bollente, unica, in cui la passione trasforma il desiderio nelle sue tinte più accese in intimità e complicità, tanto che Steele una volta tornato in servizio non riuscirà a fare a meno di Maren.
Tornerà, promettendole di tornare sempre.
Proprio quando queste due anime solitarie sembrano essersi trovate e aver scovato un modo per stare insieme e non sentirti più sole, Maren diventa vittima di un pericolo e di un complotto che assume i contorni sempre più internazionali. È vittima di un gioco molto più grande, una pedina sullo scacchiere internazionale dei poteri e della criminalità. Fantasmi del passato ritornano a far visita e a riscuotere i propri debiti con il KGI. Ritroviamo figure enigmatiche come Resnick e gli uomini che gravitano intorno all’organizzazione parastatale ed ambigua del Titan.
Le situazioni estreme portano all’immediata consapevolezza, l’urgenza del pericolo porta Steele a trovarsi di fronte alla possibilità di perdere Maren e quindi alla consapevolezza di ciò che prova. Il nostro protagonista realizza con sconcerto e con sorpresa che nella sua armatura ci sono delle crepe. Sono le fessure in cui si sono infiltrati le emozioni, sono spiragli da cui si riverbera il suo sentimento, il suo amore per Maren
«Mi piace averti qui, punto e basta. Credo che in un certo senso tu mi stia addomesticando.»
Maren non riuscì a trattenere una risatina e gli poggiò la fronte nell’incavo del collo, così che il mento di lui andò a poggiarsi sulla cima della sua testa. «Oh mio dio! La fine del mondo è vicina! Chi mai avrebbe potuto immaginare che l’onnipotente Steele avrebbe mai ammesso di essere stato addomesticato, o che potesse essere addomesticato?»
«E se ti dicessi che, almeno per quel che ho visto finora, la vita domestica mi piace?»
Lottare per liberare Maren dal pericolo sarà conquistare la consapevolezza dei propri sentimenti e Maren custodisce un segreto che potrebbe cambiare totalmente il destino di entrambi
Con questo volume recuperiamo atmosfera e ritmo serratissimo della serie, la Banks con piena maturità ci restituisce un perfetto suspense con due protagonisti impeccabili intorno al quale ruotano i personaggi che abbiamo imparato ad amare, a conoscere per i loro tratti distintivi e per la loro caratterizzazione perfetta che li porta ad una compiuta personalizzazione. Tutti sono riconoscibili per delle peculiarità. I protagonisti riescono ad emergere proprio perché sono delineati con estrema cura, a tratti decisi, Steele è forte, protettivo, è un leader ed ha il fascino del mistero, dell’uomo impossibile.
Maren è una donna indipendente e realizzata, fiera delle sue scelte e coraggiosa, ha un ottimo senso pratico ma non rinuncia al suo lato romantico, è fedelissima e leale. Insieme sono una gran coppia.
In questo nuovo appuntamento si ricupera quell’energia e quel dinamismo tipico di questa serie e ne sono portatori due protagonisti che travolgono con la forza del loro sentimento tutta la famiglia Kelly. Incominciano a far capolino anche personaggi che troveremo nei volumi seguenti, molto interessante la nuova squadra sotto la guida dei gemelli…
Ritroviamo tutto il clan in un momento particolarmente felice e intenso, legato da un senso di appartenenza e mutuo soccorso. Quel sentimento tipico delle famiglie, appunto. Ethan 💛. Squadra che vince -in questo senso letteralmente- non si cambia. E la Banks fa la magia. Ritmo serrato, esperienza nel narrare una trama lineare con la giusta dose di suspence e di emozione ma soprattutto personaggi coinvolgenti,dalla caratterizzazione attenta e mai banale.
L’abilità di una maestra del genere come Maya Banks sta nella capacità di rinnovare ogni volta un canovaccio vincente, con una sapiente caratterizzazione dei personaggi e una fantasia inesauribile. Grande attenzione ai particolari, anche nel tratteggiare le protagoniste femminili fiere e intriganti, così come i personaggi di contorno che con brevi cenni prendono vita: i genitori Kelly dall’inesauribile calore umano, la generosità dell’amore, tanto da accogliere con naturalezza ogni anima ferita in casa, come la giovane Rusty, una adolescente  irrequieta descritta abilmente nel disagio esistenziale e nel bisogno di affetto o il personaggio di Swanny, e le nuore Kelly, fino agli ultimi “arrivi” delle due sorelle davvero speciali o ancor più i membri delle squadre operative come il magnetico Rio, il solare Cole, la tostissima PJ e ora Maren, una donna sicura di sé, non una principessa da salvare. Come le donne della famiglia Kelly anche in questo caso
troviamo un’eroina alfa, come tutte le protagoniste femminili di questa serie che si presentano come anime spezzate dalle mille risorse e con una forza di volontà incredibile, pronte a rinascere dalle loro ceneri grazie all’amore.
E infine personaggi misteriosi che gravitano intorno al Titan.
E…Armand.
Inafferrabile.
Non posso aggiungere altro ma…
La serie gira intorno all’attività della Kelly Group International e in ogni romanzo uno dei fratelli è il protagonista principale ma si svelano piano piano particolari sulle vicende di tutti i personaggi, così che ogni storia preannuncia un approfondimento nel volume seguente, creando una naturale aspettativa e curiosità. Le trame si sovrappongono sviluppandosi in modo semplice e lineare ma avvincente, tenendo sempre desta l’attenzione del lettore e modificando registri, senza mai annoiare, con un ritmo serrato e incalzante.
Il vero punto di forza resta la famiglia Kelly, non solo i membri della famiglia ma anche i componenti del team e tutte le persone che gravitano intorno a casa Kelly e che mamma Marlene prende sotto la sua ala protettrice. Un cerchio di amore tenuto da fortissimi legami, stretti da un senso di solida devozione e dal profondo culto della responsabilità. La forza del KGI sta nei legami d’amore, che non hanno nulla a che fare con il sangue. Si scelgono, si proteggono. Hanno a che fare con la fiducia, sentimento così prezioso e fragile, intorno al quale si costruisce tutta la storia.
Anche con pistole alla mano,sofisticata tecnologia e muscoli guizzanti e pronti all’azione.
Saffron