Ben trovati amici di Harem, oggi vi parlerò di un libro che ho avuto il piacere di leggere tempo fa, si tratta de I due guerrieri di Lorenza Bartolini, il seguito de La rosa e il deserto

 

 

In I due guerrieri sono raccontate le vicende dei due protagonisti principali del libro attraverso i due pov alternati. Brevemente riprendiamo la storia. Marylia principessa del Regno del Nord viene promessa sposa a Michele, principe del Regno del Sud, così da siglare un accordo politico e rafforzare con questa unione la pace dopo un passato fatto di duri e sanguinosi conflitti. Fin dall’adolescenza Mary, così soprannominata, si differenzia dalla sorella Selenia per l’irrequietezza e vivacità. La giovane preferisce infatti, la spada e il combattimento rispetto all’attività di corte che meglio si addice ad una principessa. Sarà proprio questa predisposizione ad avvicinarla a Rhys, figlio del maestro d’armi fedele amico dei suoi fratelli.

Mi voltai a guardarla e mi sorpresi desideroso di baciare la sua bocca a cuore, di sfiorare le sue morbide labbra con la mia bocca. Avevo tentato di dimenticare lo strano sogno che avevo fatto addietro, avevo provato a desiderare un’altra ragazza, ma non era valso a niente: volevo lei è lei soltanto, e solo ora che mi stringeva la mano me ne accorgevo.

Iniziata con una semplice amicizia, la loro storia avrà un seguito diverso fatto di passione e di sentimento che comporterà una vera e propria relazione segreta. L’imprudenza però sarà fatale per i due giovani e la relazione verrà a galla, circostanza che farà infuriare il re Ludwig, padre di Mary, che predisporrà l’allontanamento del giovane Rhys. Intanto il principe Michele invia  a corte suo fratello ma Meros incaricato di istruire la futura regina sugli usi e l i costumi, nonché la lingua, del Regno del Sud. Galotto uno dei tanti incontri in cui Meros già preda di una crescente passione nei confronti della principessa, perderà il controllo e si farà travolgere dai suoi sentimenti, fino a dichiararsi e dimostrare alla giovane il suo amore, amore oltretutto contraccambiato.

I nostri sguardi si incontrarono mentre la sera cedeva il posto alla notte.  Scostò una ciocca di capelli dai miei occhi e la sua mano si soffermò sulla mia guancia. Impulsivamente presi la sua mano e  l’avvicinai a me. Lei non oppose resistenza, neppure quando le mie labbra iniziarono a sfiorare la pelle del suo naso, delle sue guance, fino a scendere sulle sue labbra.  Socchiuse la bocca e le nostre lingue si sfiorarono baciandoci dolcemente.

In quel momento mi sentii ebro di gioia come se stessi toccando il cielo con un dito, dimenticando chi ero in realtà è chi fosse la ragazza che stavo baciando.

In I due guerrieri abbiamo modo di comprendere meglio gli stati d’animo e i pensieri di questi due giovani accomunati dal profondo amore verso Mary, la protagonista. Il bel Rhys avrà poco da sperare, consapevole della differenza di classe sociale con la sua amata, cacciato dal regno farà di tutto per dimenticare il forte legame con Mary tra persone nuove e con un nuovo amore. Purtroppo basterà un solo sguardo e solo un’ occasione per accarezzare il ricordo del suo primo vero amore.

E Meros, figlio bastardo del Re del Sud, quante possibilità potrà mai avere con una vera principessa, persino già promessa sposa a suo fratello? Nessuna. La tenacia e la volontà, unita alla forza impetuosa della passione, saranno travolgenti 

Ci perdemmmo l’uno nelle braccia dell’altra, tra baci ed effusioni, finché Marylya non si accorse dell’erezione che mi premeva con forza contro i calzoni. Le sue mani tentarono di liberarla, ma non ero pronto a fare quel passo, nonostante la volessi sopra ogni altra cosa al mondo. Afferrai i suoi polsi bloccandoli sopra la sua testa.

“Non tentarmi” sussurrai, con il fiato corto. Tornammo a baciarci, come due anime tormentate,come a volerci sottrarre reciprocamente il respiro lambendo i nostri corpi in una miriade di carezze. Io volevo Marylya tutta per me, ma lei era destinata a un futuro ben più glorioso rispetto a quello che le avrebbe potuto offrire un bastardo.

Anche in questo caso, come in La rosa e il deserto, ho apprezzato tantissimo vari aspetti di questo testo. Il lettore è catapultato indietro nel tempo come in un viaggio nel passato, un tuffo emozionante, in cui ritrova personaggi e luoghi che gli sono familiari. Mi sono immersa nel racconto splendido e suggestivo arricchito da una trama ricca di personaggi e vicende che riportano in questo mondo magico. Ho assaporato nuovamente, grazie alla lettura, l’avventura e il sentimento, perché lo stile chiaro e semplice della scrittura fluida e scorrevole mi hanno consentito di seguire gli eventi e con piacere i dialoghi ricchi e ben organizzati all’interno della trama.

Non mi resta che augurarvi buona lettura e…dovrete aspettare un po’!

Attualmente il testo non è reperibile ma uscirà a breve, in una nuova veste revisionata e ampliata, per la casa editrice Queen. 

Coriander