Titolo: Il principe svedese

Autore: Karina Halle

Royal Romance Series #1

Stand alone 

Editore: Newton Compton Editori

Genere: Contemporary Romance

Data di pubblicazione: 1 Aprile 2019

La Royal Romance Series

1. The Swedish Prince (Il principe svedese)

2. The Wild Heir

3. A Nordic King

Trama

Non ho mai creduto nelle favole. Non sono una di quelle che perdeva tempo ad aspettare il Principe Azzurro. Crescere in una piccola città della California, insieme a sei fratelli più piccoli, ti insegna che è davvero improbabile che l’amore si presenti alla tua porta invitandoti per una cavalcata romantica verso il tramonto. Quando i miei genitori sono morti e tutte le responsabilità sono ricadute su di me, ho imparato che è inutile sognare e che bisogna guardare la vita per quello che è. Ma poi il destino ha letteralmente trascinato un principe al mio campanello. E tutto è cambiato. All’inizio pensavo che Viktor fosse un ricco uomo d’affari, bello in modo ridicolo e pieno di modi pomposi. Ma dietro il suo fascino pacato, si nascondeva un uomo in fuga dal destino. Viktor di Casa Nordin, Sua Altezza Reale della Corona Svedese. È quanto di più lontano potesse esistere dalla mia vita ordinaria. Eppure, questo incontro ha cambiato tutto. Può esistere un lieto fine anche per chi non crede nelle favole?

Non ho mai creduto nelle favole. Non sono una di quelle che perdeva tempo ad aspettare il Principe Azzurro. Crescere in una piccola città della California, insieme con sei fratelli più piccoli, ti insegna che è davvero improbabile che l’amore si presenti alla tua porta invitandoti per una cavalcata romantica verso il tramonto. Quando i miei genitori sono morti e tutte le responsabilità sono ricadute su di me, ho imparato che è inutile sognare e che bisogna guardare la vita per quello che è. Ma poi il destino ha letteralmente trascinato un principe al mio campanello. All’inizio pensavo che Viktor fosse un ricco uomo d’affari, incravattato, bello in modo assurdo. Ma dietro il suo fascino pacato si nascondeva un uomo in fuga dal proprio destino. Viktor di Casa Nordin, Sua Altezza Reale della Corona Svedese era quanto di più lontano potesse esistere dalla mia vita ordinaria. Eppure questo incontro ha cambiato tutto. Può esistere un lieto fine anche per chi non crede nelle favole?

Karina Halle è cresciuta a Vancouver, in Canada. Ha una laurea in sceneggiatura e una in giornalismo e ha collaborato con diverse riviste. È autrice di numerosi libri, tra cui la serie Dream (Patto d’amore, Offerta d’amore, Gioco d’amore, Bugie d’amore, Debito d’amore), il cui primo volume è stato in classifica per settimane sul «New York Times», sul «Wall Street Journal» e su «USA Today». Con la Newton Compton ha pubblicato anche Dopo tutto sei arrivato tu e Ricordati di me, scritto con Scott Mackenzie.

                  

Nuova serie contemporary romance per una autrice che ci regala storie romantiche e ironiche, dal ritmo sempre allegro, quasi da taglio cinematografico.

Il principe svedese è il titolo del primo romanzo della Royal Romance Series scritta da Karina Halle. Ogni romanzo è auto-conclusivo ed ha nuovi protagonisti, tutti da scoprire. Partiamo da Maggie, una bellissima giovane donna che non crede alle favole, fino a quando…arriva il Principe Azzurro: Sua Altezza Reale, principe ereditario di Svezia, Viktor della casata dei Nordin.

Maggie ha dovuto imparare a sue spese che la vita è dura, ma l’incontro con un principe in fuga rimette tutto in discussione…

Perché leggiamo romance? Perché vogliamo sognare, dobbiamo emozionarci, abbiamo bisogno del “vissero felice e contenti”. È rassicurante, è gratificante e confortante. Perché un sorriso dona sempre.

Chi non vuole la favola?

Ecco la favola.

Ecco l’abilità di una autrice di talento di partire da una idea – come per sua disarmante confessione la passione per Vacanze romane – per reinventare il canovaccio dell’amor impossibile, rinverdire la favola delle favole, rielaborare il sogno di ognuna di noi.

Secondo la sua stessa candida ammissione (mostrando poi una generosa dose di autoironia) la Halle è partita da un legame personalissimo con la Svezia (terra magica e lontana) e dalla sua passione per il celebre Vacanze romane dell’indimenticabile Audrey Hepburn e del magnetico Gregory Peck.

Un tocco moderno, una trasposizione convincente con un ribaltamento di ruoli e del finale e…. Il principe svedese di Karina Halle si offre a noi lettrici e sognatrici come la quintessenza del romanticismo contemporaneo.

Un tocco di brio, a partire dal momento INDIMENTICABILE in cui i protagonisti si incontrano/scontrano.

Maggie e Viktor, uniti dal Destino, in un momento esilarante e che “lascia il segno”, si conoscono in una fase delicatissima della loro vita:un principe in fuga dai dolorosi e opprimenti doveri con l’animo malato e una cameriera imprigionata da una vita di sacrifici con lo spirito piegato.

Alza gli occhi e mi guarda, corruga la fronte, e per la prima volta mi sembra di vederlo davvero e di essere davvero vista da lui. Ci stiamo guardando, non durante un imbarazzante incontro senza vestiti o un incidente da ubriachi, ma proprio come due persone, due sconosciuti uniti dalla più strana delle circostanze

Rocambolesco ma significativo. 

Fissa la parete dietro di me e per un attimo penso che stia giudicando la carta da parati macchiata e cadente della vecchia, trascurata stanza dei miei, poi capisco che è perso nei suoi pensieri, nei suoi splendidi occhi scorre una sfilza di emozioni che io non posso afferrare.

Scendo le scale con lo sconosciuto al seguito, i suoi passi sono sorprendentemente leggeri sugli scalini. Ora che è sveglio e sobrio, non sedato né nudo, si muove con un’eleganza che ha qualcosa di regale. Pare che il suo corpo scivoli nello spazio davanti a lui senza il minimo attrito, esibendo una sicurezza che io mi sogno.

Scommetto che scopa divinamente.

Un tocco di modernità alla favola.

La consapevolezza della incomunicabilità accomuna i due personaggi che così acquistano spessore, pur mantenendo la leggerezza del romance. Due figure schiacciate dalla quotidianità che animano la storia con la loro ironia, Maggie ha una grande forza di volontà e una carica vitale inesauribile, Viktor esercita magnetismo riempiendo lo spazio con la sua energia calma, gli occhi indagatori e la sua presenza forte e rassicurante.

Due solitudini che si trovano pur non essendosi cercate, apparentemente così lontane eppure vicinissime.

Sorrido. Qualcosa nel mio cuore si muove, qualcosa di nuovo e… soffice. Il dolore che ho trattenuto dentro comincia a sciogliersi, un grammo soltanto. Ma un grammo è sufficiente a prendermi di sorpresa.

E in cuor mio so che non c’è più da farsi domande, avere dubbi o credere di stare sognando. È proprio lui. Potrà essere mister Sverige di default, ma di certo non è Johan Andersson. Lui è Sua Altezza Reale, principe ereditario di Svezia, Viktor della casata dei Nordin. Ed è appena venuto a prendermi con un taxi.

Decidono di conoscersi, vogliono capirsi, desiderano comprendersi. Con un pretesto diventano sempre più vicini, fino a coinvolgere totalmente Viktor nella vita caotica       della famiglia di Maggie, tanto da fargli apprezzare sempre di più il coraggio e la abnegazione di questa giovanissima donna. Tanto da farlo sentire parte della sua vita. Responsabile. Indispensabile.

Un tocco di emozione e sentimento tra ironia e sensualità.

Dolore e solitudine si riconoscono e il desiderio diventa qualcosa di più profondo

Lo sento sorridere. «Tu sei ben più che all’altezza. Molto di più. Tu fai onore al motto della tua famiglia. Sempre di più, mai di meno. Tu sei sempre di più… e mi lasci senza parole. Sai, da piccola, una ragazza ha le sue fantasie sui principi. Sarà colpa della Disney, o delle favole. Desideriamo quell’uomo tanto nobile e gentile e potente e tanto, tanto bello». Mi scappa una lieve risata. «Dio, pensavo che il principe Eric fosse così carino». «Quello della Sirenetta?», mormora sotto di me. «Sì. E anche il principe Phillip…Invece tu… tu, Viktor, sei un principe in tutti i sensi e in tutto il tuo aspetto. Sei l’incarnazione di quell’idea, sei altruista e gentile e fiero e brillante e nobile, e ci tieni agli altri, soprattutto questo, tu tieni agli altri. Sei il principe delle fantasie di ogni ragazza, ma sei anche di più, perché esisti davvero. Sei così vero. E sei qui proprio adesso, sei con me e io… io non posso ringraziarti abbastanza».

La fuga e la follia di un momento non sono eterne, il “per sempre” non appartiene loro.

Amo quando fa così. Ha mani così grandi, calde e forti, e la mia faccia al confronto è così piccola. Mi sento protetta e adorata.

Voluta. Dominata. Sua.

Potrei baciarti per mille giorni e ancora non sarebbe abbastanza», dice. «Potrei fissarti per un milione di giorni e non sarebbe abbastanza. Potrei toccarti, assaggiarti, stare così profondamente dentro di te da fonderti con la mia pelle, fare queste cose per sempre e ancora non sarebbe abbastanza. Con te l’eternità non basta».

Doveri e responsabilità della corona chiamano.

Doveri e responsabilità morali trattengono.

Ma l’amore è più forte. Riusciranno a vivere il loro amore?

Forse non c’è alcuna logica nell’amore. Forse devi solo farlo entrare quando lo vedi, quando lo senti. Forse devi solo crederci. Sulla carta quest’uomo lo conosco appena, e quindi non è possibile che io lo ami. Ma io quella carta la voglio bruciare, ridurre in cenere. Io lo amo eccome. Il mio cuore lo sa, io lo so, e anche se fingo che non sia così, anche se mi dico che è impossibile, ciò non cambierà assolutamente nulla.

Amore con la a maiuscola e romanticismo puro, questo ci ha promesso la Halle.

L’amore non funziona così. Non è qualcosa che si pianifica. L’amore è mercuriale, va dove vuole, quando vuole. Non è una cosa che si sceglie. L’amore è qualcosa che ti capita. Come un incidente o un capriccio del destino. Ti arriva addosso che tu lo voglia o meno.

Questo troverete, pagina dopo pagina, Il principe svedese è una storia d’amore vivace ma con passaggi delicati, con personaggi pensati e caratterizzati in modo incisivo. 

Viktor è il principe dei sogni ma è anche un sogno peccaminoso (apprezziamo la regale padronanza del dirty talking e il suo erotismo appassionato e impetuoso che esprime al massimo la virile sensualità nonché la sua predilezione per il MIELE e il tocco romanticissimo di alcuni suoi gesti). Maggie è una eroina romantica dal cuore generoso, i suoi fratelli sono personaggi ben delineati e di impatto, che aggiungono ironia, allegria e qualcosa di struggente alla storia. Umanità.

La Halle conferma la sua abilità nel mantenere sempre elevato il ritmo della narrazione, conferendo alla storia un taglio cinematografico.

Vi anticipo che il prossimo volume sarà dedicato ad una figura che ha fatto la sua comparsa – forse dovrei dire, trattandosi del personaggio in questione “incursione”- in questo primo appuntamento con la serie. Preparatevi al beffardo, sornione vichingo Magnus, tutto sregolatezza (in ogni ambito ops) e fascino, sarà ancora più intrigante e… A nordic king, ultimo volume della serie, vi sorprenderà!

L’ intensità dei sentimenti e l’abilità nel narrare in modo disinvolto gli eventi, fanno di questa serie un appuntamento da non mancare: ironico, emozionante e caldissimo.

L’amore è una favola meravigliosa.

La nostra meravigliosa favola.

Buona lettura Cindarellas! 

Saffron