Carissime Dame oggi ho il piacere di presentarvi una storia bellissima, che non è soltanto un’intensa storia d’amore ma la dimostrazione che nella vita ci può essere una seconda occasione per essere veramente felici,basta solo lasciarsi andare e  avere il coraggio di prenderla al volo.Sto parlando di NON ANDARE VIA,contemporary romance autoconclusivo di Sharla Lovelace,pubblicato l’8 agosto 2016 dalla casa editrice Newton Compton.Venite a leggere  cosa ne penso.
non-andare-via_8018_
Titolo:Non andare via
Autrice:Sharla Lovelace
Editore:Newton Compton
Pubblicazione:8 agosto 2016
GENERE:contemporary romance
Autoconclusivo
SINOSSI

Autrice bestseller pluripremiata

Noah Ryan e Jules Doucette stanno insieme da sempre, prima come migliori amici di infanzia, poi come giovani amanti. Hanno programmato tutto il loro futuro, ma un’incredibile decisione finisce per separarli.

Ventisei anni dopo, Jules sta vivendo la vita che qualcun altro ha pensato per lei. Gestisce il negozio di sua madre, vive in casa sua, segue le sue regole e tiene i segreti che lei le ha fatto seppellire.

Poi Noah torna a casa, e porta il caos. Il suo ritorno fa molto di più che risvegliare vecchi ricordi: costringe anche Jules a guardare la sua vita con occhi nuovi e scoprire segreti di cui non sospettava l’esistenza. Ma il potere del vero amore può trionfare su anni di dolore e bugie?

Sharla Lovelace

è autrice bestseller pluripremiata di cinque romanzi e dell’eccitante serie Heart of the Storm, in cui racconta storie sexy e romantiche con calore e umorismo. Vive in Texas con il marito e due cani.

RECENSIONE di Marianna
lovelace 2

Si può galleggiare in una sorta di limbo temporale quando la vita in apparenza è andata avanti nella più tranquilla normalità? Chiedetelo a Jules che da diciassettenne doppiamente innamorata e rea di essere succube di una madre dispotica ed irragionevole, si è ritrovata ad essere sola, priva del bene più prezioso che poteva esserle fatto dono e dell’amore della sua vita. Inutile dire quanto tutto ciò l’abbia cambiata e quanta sofferenza abbia dovuto patire, ma la Jules del presente è ormai una donna adulta, divorziata e madre di un’adolescente, ha un’attività propria che condivide con l’amica del cuore e conduce una vita tranquilla in un’altrettanto tranquilla cittadina del Texas, Copper Falls. Eppure basta un istante ed il nastro del tempo si arresta, riavvolgendosi e lei si ritrova persa nello sguardo di colui non ha mai dimenticato.
[…gli occhi che perlustravano la stanza, analizzando ogni dettaglio con aria nostalgica ma circospetta, finché non si posarono su di me, senza più muoversi. Sentii tutto il peso di quello sguardo. E ricordai l’ultima volta che ci eravamo guardati in quel modo.. «Noah»…] [..Non era più un ragazzo. Al posto dell’adolescente alto e dinoccolato c’era un uomo massiccio e muscoloso. I capelli neri erano tagliati corti, un po’ sfumati di grigio. Il viso era più tornito, come il resto del corpo. E il pullover nero che portava sui jeans evidenziava ogni muscolo…] [..Noah Ryan era stato il mio primo amore. In tutto, per me, era stato il primo. ]
 lovelace 1

 Il ritorno di Noah a Copper Falls, non soltanto le sconvolge la vita e riportando  il suo  cuore indietro di ben ventisei anni, ma la costringe a guardarsi con altri occhi per scoprire che finora ha vissuto una vita impostata e settata dal volere altrui.
I desideri del cuore possono essere irrefrenabili malgrado tutta la razionalità si provi ad anteporvi specie se l’attrazione è magnetica ed impossibile da ignorare.

[..purtroppo, notai che l’età l’aveva reso ancora più affascinante. Il suo corpo comunicava forza e potenza, come se riuscisse a mettere radici ovunque. Sembrava sicuro di sé e del proprio aspetto, il tipo che porta lo smoking con la stessa disinvoltura con cui indossa jeans, giacca di pelle e stivali. Non che me lo immaginassi in smoking in quel momento..
[mi apparve il fiume, incorniciato da bellissimi cipressi, e mentre mi dirigevo alla solita panchina, mi fermai di colpo, vacillando. Lì seduto, illuminato dalle fioche luci di sicurezza lungo la riva, c’era Noah. Era solo, con lo sguardo fisso su qualcosa che teneva tra le mani: non mi aveva visto. Se ne ricordava. Un brivido mi percorse tutto il corpo, mentre un’intensa emozione mi stringeva la gola e mi faceva bruciare gli occhi..]

 

Chi ha detto che con l’età si debba per forza essere maturi e razionali?!?
[..«Sono passati tanti anni», dissi invece, con voce rauca e stridente. Cercavo di ritrovare la ragione, che doveva pur essere da qualche parte, anche se non riuscivo ad afferrarla. «Ho messo via tutto, chiuso a chiave le porte». Mi fermai e vidi i suoi occhi inumidirsi. «Poi arrivi tu dal nulla e bussi per farti aprire. E di colpo, non so più dove mi trovo»..]
Sicuramente qualcuno che non ricorda più come ci si sente quando il cuore batte all’impazzata per uno sguardo o quando la pelle è scossa da un brivido per via di un semplice sfioramento di dita.

[..Una vocina nella mia testa urlava per farsi sentire, dicendomi di fermarmi. Era una cattiva idea: non sarei sopravvissuta se Noah mi avesse spezzato di nuovo il cuore. Ma quella vocina fu zittita. Ogni cellula del mio corpo si risvegliò mentre lui mi accarezzava e ricambiava il mio desiderio. Gli premetti la faccia contro il seno e mi strusciai mentre lui cominciò ad ansimare e mi afferrò il sedere, muovendosi a ritmo. Si liberò dalla stretta e mi accarezzò il seno, poi il volto, e cercò il mio sguardo, mentre i nostri respiri acceleravano come se stessimo correndo. Come se avessimo capito che il treno merci su cui eravamo saliti stava per uscire dai binari. L’intensità di quella sensazione mi scosse fin nelle ossa, riempiendomi di un desiderio che mi fece bruciare gli occhi..]

 

Certo la nostra Jules è consapevole che sia impossibile tornare indietro nel tempo e….mutare il destino ma lo stesso Noah è vittima del suo stesso scombussolamento nonostante per lui si stia per aprire una nuova pagina di vita, una pagina che temeva non gli sarebbe mai più data la possibilità di scrivere.
[..gli occhi mi bruciavano mentre la sua bocca reclamava la mia, affamata, prendendo tutto quel che poteva, con fretta, così come glielo davo io. Tutti i tasti del mio corpo si accesero nello stesso istante, mentre il suo sapore saturava di nuovo i miei sensi. La pioggia cadeva più fitta, ci inzuppò completamente, ma riuscivo a sentire solo le sue mani chiuse tra i miei capelli e il suo collo, la testa, la faccia sotto le mie dita. La barba era cresciuta un po’ e graffiava, ma lo abbracciai più stretto, desiderando dargli tutto quello che voleva prendersi..]

 

Noah è diverso dai protagonisti maschili che di solito affollano le pagine delle storie che amiamo leggere. Lui non cerca vendetta, ha congelato il proprio cuor è, dedicando la sua vita alla carriera militare e quando torna è impreparato quanto Jules alla portata di ciò che ancora li lega. Dovranno affrontare e riaprire ferite ma solo cosi’ si puo’ guarire da esse. Le scene fra loro due, fidatevi, sono fantastiche!
Ma come dicevo, questa non è soltanto una semplice storia d’amore e l’inaspettato li coglierà mettendoli nuovamente davanti ad un bivio. E non soltanto loro, anche Becca, la figlia di Jules, anche lei sarà messa a dura prova ed alle prese con scelte da intraprendere….per non parlare di Seth, di cui non vi rivelo l’identità ma vi svelo che lo amerete quanto l’ho amato io e che probabilmente in questa storia è l’emblema del coraggio e del dono delle seconde possibilità.
Ammetto che questa storia l’ho amata non soltanto perché Jules e Noah oltre a farmi accelerare il battito del cuore con la loro passione, sono due personaggi ben costruiti e piacevoli da vivere, ma bensì perché l’autrice, bravissima, tratta temi che mi hanno sempre colpito, come il rapporto genitori-figli e le scelte in base ad esso che ti cambiano la vita, spesso senza possibilità di ritorno. E lo fa con una delicatezza ed una luce di speranza che ti lasciano un sorriso sulle labbra. I rapporti si costruiscono giorno dopo giorno e possono anche nascere o rinascere dalle macerie di decisioni avventate o indotte, basta volerlo ed avere il coraggio di mettere il proprio cuore a rischio.
Jules e Noah, ed i personaggi che gravitano nelle loro vite, mi hanno avvinto, emozionato, in alcuni frangenti commosso e mi è dispiaciuto separarmi da loro ma l’autrice è stata generosa e quindi dopo averci regalato questa meravigliosa storia, non ha lesinato sulla ciliegina sulla torta facendoci dono di un bell’epilogo e perfino della ricetta della torta “Mississipi Mud” della fantastica Nonna Mae, una nonnina talmente in gamba e spassosa che non potrete evitare di adorare!!!
Buona lettura Dame e ricordate “Tutto accade per una ragione” parola di Jules Doucette

Storia

 

francesca 4

mezzo 2

 

 

 

 

 

Sensualità 

vani peperoncino3