Cari amici delle spezie oggi vi parlo di PER SEMPRE CON ME,quinto capitolo della serie New Adult “Ti Aspettavo” di Jennifer L. Armentrout ,pubblicato il  3 marzo  2016 dalla Casa Editrice Nord. Romantico e sensuale,questo romanzo narra la travolgente storia d’amore  tra la bella Stephanie e il tenebroso barista Nick. Sarà anche lui un degno rappresentante dell’Esercito dei ragazzi fighi?Venite a scoprire cosa ne penso.

per sempre con me

 

Titolo:Per sempre con me

Autrice:Jennifer L.Armentrout

Editore:Casa Editrice Nord

Pubblicazione:3 marzo 2016

Serie:Ti Aspettavo #5

 

 

 

RECENSIONE

La serie Ti Aspettavo  ha tutti i crismi del genere New Adult:i protagonisti hanno  una fascia d’età che va dai 18 anni all’entrata nel mondo adulto e affronta tematiche attuali e di ampio spessore.Tuttavia ,se si confrontano i primi volumi pubblicati con gli ultimi, si notano vari cambiamenti.Innanzitutto i romanzi su Cam e Jase sono ambientati nel campus universitario ,i  protagonisti sono ragazzi e ragazze appena ventenni e la narrazione è incentrata sulla loro lotta contro i fantasmi del passato e la nascita di una dolce storia d’amore che dia loro una speranza nel futuro.

Negli ultimi invece,le vicende narrate  ruotano attorno a Jax,Roxie e Nick,tutti personaggi che lavorano al Mona’s. La nuova ambientazione e l’innalzamento dell’età media dei protagonisti porta l’autrice a scegliere temi  più adatti a un pubblico adulto e  a osare di più,fondendo il  new adult col suspense (storia di Reece e Roxy)oppure con l’erotico nel caso di PER SEMPRE CON ME,in cui Steph e Nick sono protagonisti di scene di sesso da bollino rosso.

Avevamo già incontrato Steph  nei romanzi precedenti e ricordo che  aveva avuto un flirt sia con Cam che con Jase. Non mi stava particolarmente simpatica,ma grazie a  questo libro narrato interamente dal suo POV,ho cambiato idea su di lei.

per sempre con me potag

Steph ha 23 anni e ha lasciato la sua città natale e la sua adorata mamma,per trasferirsi  a Playmouth Meeting dove inizierà a  lavorare come impiegata nella palestra in cui si allena Brock, protagonista del prossimo libro.

Per la prima volta in ventitré anni non mi trovavo a meno di venti minuti da mia madre. Anche al college, il dormitorio non distava molto da casa sua. Era stato più difficile del previsto.

Da quando avevo quindici anni c’eravamo solo io e la mamma.

Lasciarla non era stato facile, anche se l’aveva voluto lei. Si erano versate molte lacrime, e dire che piangevo di rado.

 

Ha quasi ultimato il suo trasloco,sta portando dentro casa gli ultimi scatoloni quando Nick,vedendola in difficoltà, accorre ad aiutarla.

Ancora pochi passi, continuavo a ripetermi. Ancora pochi passi e poi…

Proprio in quel momento lo scatolone mi scivolò dalle mani. Piegai le gambe per cercare di fermarlo con le ginocchia, ma niente da fare. Lo scatolone, traboccante di oggetti fragilissimi, stava già cadendo.

«Porca puttana, ma che ca…»

Lo scatolone si fermò all’improvviso, a trenta centimetri dall’asfalto. Per la sorpresa lasciai a metà la parolaccia. Non sentivo più il peso sulle braccia, con grande sollievo dei miei poveri muscoli. Sulle prime mi domandai se avessi sviluppato qualche superpotere, ma poi vidi due grandi mani, che non erano le mie, che reggevano i lati dello scatolone.

«Ammiro chi riesce a dire le parolacce con tanta eleganza.»

Spalancai gli occhi al suono di quella voce così calda. Non arrossivo mai, anzi, di solito ero io a far arrossire gli altri, eppure in quel momento le mie guance erano calde come se le avessi premute contro il sole. Per un momento restai inebetita a guardargli le mani. Le dita lunghe e affusolate, le unghie curate, la pelle un po’ più scura della mia.

Poi lo scatolone si spostò verso l’alto e, mentre mi raddrizzavo, lasciai correre lo sguardo sulle spalle larghe che spuntavano da sopra il cartone, e poi sulla fonte di quella voce.

Oh, cavolo…

Avevo di fronte la personificazione di uno stereotipo: alto, bello e tenebroso. Avevo visto tanti bei ragazzi in vita mia, ma quello li batteva tutti.

Forse per via dei colori: i capelli castani, tagliati corti sulle tempie e un po’ più lunghi sopra, incorniciavano un paio di zigomi alti e una mandibola volitiva. La pelle era olivastra: forse indicava origini ispaniche, ma non ne ero sicura…

Due occhi bellissimi mi scrutavano da sotto le folte ciglia. Le iridi erano verde chiaro intorno alle pupille ma sfumavano via via verso l’azzurro. Doveva essere un’illusione ottica, ma erano occhi incredibili.

Avviene così il primo incontro tra Stephanie e Nick,il  tenebroso barista del Mona’s Pub,due persone che seppur per motivi diversi, non hanno voglia di impegnarsi sentimentalmente.

Un’ avventura di una notte ti fa sentire vuota solo se ti aspettavi di più,e io non mi aspettavo altro che un sorriso stampato in faccia il mattino dopo.Sinceramente non avevo mai voluto di più da un ragazzo,a parte il rispetto reciproco,la sicurezza e a volte l’amicizia.

 

Non ho niente contro le relazioni.Ma sono convinta che non sia giusto sprecare tempo se non riesci a immaginare un futuro con quella persona.

 

Bastano pochi sguardi e un breve scambio di battute a far scattare la scintilla della passione.

Mi sarei portata Nick a casa e gli avrei fatto molte cose sconce. Cose così sconce da farmi arrossire fino alla punta delle orecchie. O almeno da farmi vergognare di pensarle in pubblico.

Non mi vergognavo.

Neanche un po’.

per sempre con me 2

Ero vittima di un grave caso di eccitazione istantanea. Ero attratta da quel ragazzo a un livello primordiale e avevo il coraggio di ammetterlo.

Una delle regole che Nick si è auto imposto è quella di non andare mai due volte a letto con la stessa donna,perciò quando  rivede Steph al pub,va su tutte le furie.

 “Quella notte è stata solo quella notte.Una volta sola.Non hai motivo di tornare qui,tu meno di chiunque altro.”

Ma il destino ha altri piani e ben presto Nick e Steph si ritroveranno a passare molto tempo insieme.

La loro storia d’amore  è intensa e i sentimenti che provano l’uno per l’altra sono sinceri  sin dall’inizio pur trattandosi di una relazione nata da poco.

Non so cosa succederà tra noi,ma so che non possiamo essere amici.”Posò la fronte sulla mia.”E so-si,lo so-che tu non puoi essermi solo amica.Gli amici non si baciano così.”

 

Forse…l’avevo trovato.Forse quell’attrazione,la sintonia che iniziavo a percepire,si sarebbero trasformati in qualcosa di molto,molto più profondo.

“Io e te…Siamo diversi,vero?”

Risi sommessamente.

“Nessuno ci capirebbe,ben pochi ci tollererebbero,ma insieme…ci capiamo.”

 

 Visti dall’esterno,Steph e Nick possono sembrare  cinici e superficiali, invece nel corso della narrazione si rivelano due persone sensibili che credono nei valori della famiglia e dell’amore. Nick è un ragazzo bello dentro e fuori,è maturo,responsabile e non potete nemmeno immaginare quanto sia dolce e premuroso con Steph.

Mi faceva sentire come un tesoro inestimabile,o una preziosa opera d’arte:ecco come mi baciava,ed era come sfiorare l’infinito.

Nonostante non  si sia mai innamorata,Steph crede fermamente nell’amore e spera  un giorno di poter trovare la sua anima gemella e  di  vivere una storia d’amore bella come quella dei suoi genitori.

Non ero mai stata innamorata. Non che non credessi nell’amore.Oh,ci credevo eccome.Ma volevo il genere di amore che aveva unito i miei genitori:quello che dura per sempre.E non mi ci ero mai neppure avvicinata.

Nick è il primo uomo a insinuarsi nel suo cuore e ad abbattere tutti i paletti che Steph vi ha costruito intorno.

credevo

Credevo di non aver bisogno di nessuno

Credevo di essere felice da sola

Credevo di saper proteggere il mio cuore

Ma tu hai demolito le mie difese…

Steph è innamorata persa di Nick ma è convinta che il suo sentimento non sia corrisposto.La sua insicurezza sarà una minaccia costante per la loro relazione.Riuscirà Nick a farle cambiare idea?

Volevo che lui significasse di più per me.Volevo significare di più per lui.

Il romanzo su Roxy e Reece mi aveva alquanto delusa, perchè era un po’sottotono e frettoloso rispetto ai precedenti,per cui non sapevo cosa aspettarmi da un libro che raccontasse la storia d’amore di Nick e Steph,due personaggi marginali che non avevano mai destato il mio interesse.Invece sono contenta di aver proseguito la lettura, in quanto PER SEMPRE CON ME si è rivelato un libro piacevole ,emozionante e molto piccante.Credo di non aver mai letto in nessun libro della Armentrout così tante scene di sesso.

“La sensazione del tuo corpo sul mio,il modo in cui ti abbandoni a me.Quei versi che fai quando ti piace quello che faccio.Il fatto che divento duro come una mazza da baseball ogni volta che penso anche solo al tuo nome.”

Josie Litton Books: Sensual Couples

Era sopra di me,intorno a me e dentro di me:era parte di me.Pelle contro pelle.Non c’era più niente a separarci.

Questo romanzo  fa da ponte tra passato e futuro perchè da un lato ritroviamo tutti i personaggi dei libri  precedenti (preparatevi perchè vi aspettano risate,la confessione di un segreto e una dolce novità) e  dall’altro incontriamo  Brock “la Bestia” ,protagonista del libro successivo.

E’ una bella storia romantica che vi farà sospirare e versare qualche lacrima.L’unica pecca è l’assenza di un epilogo,che ritengo fondamentale in un romanzo autoconclusivo.

 In conclusione, promuovo  a pieni voti Nick Blanco che merita per la sua notevole bellezza, l’infinita dolcezza,l’esemplare  maturità e perchè no,le sue mani abili,un posto d’onore nell’esercito dei ragazzi fighi.

Consigliato!

Alla prossima

un saluto speziato

Vanilla

 

STORIA

vani fiore 4

 

 

 

SENSUALITà

vani peperoncino 4