La vita è breve e dobbiamo sfruttarla al massimo. Ecco perché voglio cominciare a vivere ora.

“Vivi senza rimpianti”.

TITOLO: Le tue innocenti bugie

AUTORE: M.Leighton

SERIE: Pretty #1

EDITORE: Newton Compton editori 

SINOSSI

Lei. Sloane Locke vive in una campana di vetro. Non è strano, visto quello che ha passato, che il padre e i fratelli vogliano proteggerla. Per venti lunghi anni è stata alle loro regole, ha accettato di essere considerata fragile, ma quei giorni sono finiti. Ha fatto un patto con se stessa: le cose cambieranno non appena compirà ventun anni. Così, il giorno del suo compleanno, allo scoccare della mezzanotte, Sloane spiega finalmente le sue ali e si prepara a volare.
Lui. Oltre a saper creare tatuaggi straordinari, Hemi Spencer ha anche molte altre qualità. Tra queste però non rientra la pazienza. È sempre stato così: ha vissuto da sempre nell’autoindulgenza, fino a… quel tragico incidente. Adesso è tremendamente determinato e ha una sola missione nella vita. Non permetterà a nessuno di ostacolarlo. Loro. Niente nella vita avrebbe potuto preparare Sloane e Hemi a ciò che stanno per scoprire. Nessuno di loro è mai stato davvero onesto con se stesso. Ma quanto in là possono andare due persone che sanno vivere solo nel presente?

RECENSIONE

 

Care Dame, oggi vi parlo di Le tue innocenti bugie primo romanzo della nuova serie Pretty firmata da M. Leighton.

Preparatevi amiche perché ci catapulteremo nel mondo della body art con tanto di tatuatore super figo!!!!

Sloane Locke ha appena compiuto ventun anni ed è decisa ad uscire dalla campana di vetro in cui il padre e i tre fratelli, tutti poliziotti, l’hanno protetta dopo la morte della madre. Quattro uomini iperprotettivi che le hanno, in un certo senso, impedito di vivere la vita spensierata di una giovane ragazza.

Infatti Sloane non ha una vita sociale, non ha amici, a parte un’amica del cuore Sarah, non ha mai baciato un ragazzo. Insomma non ha nessuna esperienza.

Per questo motivo appena compiuti ventun anni, forte della sua emancipazione legale, decide di compiere il suo primo gesto di ribellione, determinata a dimostrare alla sua famiglia che è indipendente e adulta: un tatuaggio.

 “Da sette minuti sono ufficialmente libera dal controllo dell’ottusa famiglia Locke. E questo è il mio primo atto di indipendenza”.

“A ogni modo, mi farò questo maledetto tatuaggio e nessuno mi fermerà”.

Ed è a La macchia d’inchiostro, uno studio di tatuaggi che Sloane incontrerà Hemi Spencer.

Hemi ha ventotto anni, non è più un ragazzino e ha avuto una vita molto intensa. È un uomo che fino a poco tempo prima ha pensato solo a sé stesso, al suo piacere e alle sue voglie. Prendeva ciò che voleva senza pensare alle conseguenze, fino a quando la sua sconsideratezza mette in moto una serie di eventi che culmineranno tragicamente, cambiando completamente la sua vita. Oggi la sua esistenza è votata alla ricerca della verità, della verità di ciò che è successo anni prima e che lo ha segnato così profondamente, e alla vendetta.

L’incontro fra Sloane ed Hemi è un fulmine a ciel sereno.

Le parole mi rimangono in gola. Di tutte le opere d’arte appese alle pareti, nessuna è paragonabile a quella che ho sotto gli occhi. vedo i suoi lineamenti in flash separati, come lampi di luce che colpiscono la retina. 

Sin dal primo sguardo che i due si scambiano si instaura una connessione, volano scintille, ma mentre Sloane accetta e vuole esplorare questa attrazione, Hemi ne rimane sconvolto e frena quella parte di sé egoista che prenderebbe a piene mani questo frutto innocente.

Cerco di ignorare la pelle morbida e calda che, sotto la mia mano, sembra di raso. Cerco di ignorare il modo in cui questa ragazza mi guarda,… Cerco di ignorare il fatto che, le farei cose che fino alla fine dei suoi giorni la indurrebbero ad arrossire ogni volta che le capitasse anche solo di ripensarci.

Hemi non riesce a capire perché una ragazza così giovane e innocente lo attragga. Lui che ha sempre cercato donne mature, più grandi di lui, donne esperte e in grado di accettare le sue regole: mai fermarsi a colazione dopo una notte di sesso.

È intrigato dall’aura d’innocenza che avvolge questa ragazza e al contempo irretito dalla sensualità inconsapevole che Sloane con ogni gesto e sguardo emana, investendolo e tramortendolo.

Il modo in cui mi guarda, come se desiderasse che io le facessi ben altro, sta facendo a botte con la serenità di cui io ho estremo bisogno.

Lui è consapevole di non essere l’uomo giusto per lei, è consapevole di poter “rovinare” questa giovane che si appresta a vivere tutte le nuove esperienze che le sono state negate finora, ma per quanto tenti di resistergli è più forte di lui. L’istinto primordiale della caccia, il desiderio sfrenato che prova per lei lo portano a silenziare tutti i pensieri che all’inizio lo hanno trattenuto e cede.

Senza dubbio mi piacerebbe scoprire ogni centimetro di questo piccolo corpo sodo. Due o tre volte, almeno. Se fossi lo stronzo egoista che ero, è proprio quello che farei, e al diavolo le conseguenze, ma non sono più quell’uomo.

e il nuovo me sa che sarebbe un errore.

E tutta la tensione sessuale che si era accumulata e sfrigolava fra di loro, tutti gli sfioramenti e gli sguardi vogliosi e incandescenti, esploderanno in una passione senza freni, infuocata.

Forse una sfida quella che colgo nella sua voce, nei suoi occhi?

Eppure c’è una sottile corrente in sottofondo, che scorre tra noi come le acque agitate di un fiume.

….nessuna di loro mi ha suscitato un desiderio bruciante quanto Sloane. La voglio.

…io lo voglio, più di qualsiasi altra cosa al mondo. Voglio lui. 

E a destabilizzarlo ancor di più c’è la consapevolezza che Sloane potrebbe essere il tassello che gli potrà permettere di fare luce su ciò che sta cercando di scoprire.

….l’occasione era troppo ghiotta per lasciarmela scappare. Insomma, questa potrebbe essere l’opportunità che mi serve, devo solo stare attento, non posso permettere che lei mi distragga……

E allora tutto si complica: la percezione di Hemi di sensazioni e sentimenti mai provati prima si scontra con le bugie e non detti che lo trascineranno in un vortice che investirà in pieno Sloane.

Sloane che è determinata a conoscere Hemi, che vuole lasciarsi andare con lui, che per la prima volta sente un trasporto tale da opporsi alla sua famiglia.

Per me, disegnare o fare schizzi combina in modo perfetto evasione dalla realtà e terapia. Ti consuma ed è catartico.

Queste riflessioni mi spingono a chiedermi da quali dolori Hemi deve proteggersi, quali ferite devono ancora guarire.

Ma si sa le bugie hanno le gambe corte e i segreti che ambedue cercano con tutte le loro forze di mantenere tali alla fine si svelano.

Vedere quelle lettere scritte sul fianco mi ha ricordato il mio obiettivo, la mia missione, e anche se Sloane mi piace e mi sento in colpa per quanto le sto facendo, devo farlo. Punto.

….non posso metterla al corrente, non posso confidarle questa storia. Rovinerebbe tutto, e questo è un rischio che non osso proprio correre.

 

E allora è possibile superare la delusione. È possibile ricostruire quel delicato rapporto che Sloane e Hemi avevano cominciato a pregustare forti dell’attrazione carnale e dei sentimenti nuovi che cominciavano a provare?

Tocca a voi scoprirlo leggendo questa intrigante storia.

Ho iniziato questo romanzo memore di precedenti libri scritti da M. Leighton e probabilmente le mie aspettative erano molto alte. Non posso affermare che mi abbia deluso, ma sinceramente mi aspettavo di più. Cercherò di spiegare al meglio le mie sensazioni.

L’autrice ha utilizzato un plot semplice, ma d’impatto: il body art tatuato, con un passato turbolento dai risvolti tragici e una giovane ragazza ingenua, ma con una carica di sensualità tale da ammaliare un plotone di soldati. E date le premesse la storia sarebbe potuta essere bellissima e profonda, ma a mio avviso la narrazione si è mantenuta su un livello troppo superficiale.

La caratterizzazione dei personaggi non va mai oltre la superficie, ci viene presentato Hemi come un uomo ferito, incapace di instaurare una relazione seria, incapace di provare sentimenti, ma delle cause e quindi del suo passato ce ne fa una descrizione poco esaustiva.

L’autrice si è troppo focalizzata sulle interazioni tra Hemi e Sloane che ruotano fondamentalmente sul piano sessuale, che non dispiacciono essendo Hemi un uomo dalla carica erotica prorompente, ma che avrebbero voluto l’accompagnamento di pensieri più introspettivi in modo da renderlo quello che doveva essere: un artista bello e dannato, ma affascinante e profondo.

Ci presenta Sloane nei suoi tratti essenziali senza però mai scavare a fondo nella sua personalità. Viene tratteggiata come una giovane che ha già il suo bagaglio di prove dolorose sulle spalle, innocente nel suo mostrarsi, ma determinata a prendersi da Hemi ciò che desidera. Inesperta, ma con una sensualità prorompente. Spesso, quindi, una contraddizione eccessiva che la spinge a comportarsi in maniera sconsiderata.

Anche nel suo interagire con la famiglia, padre e fratelli, mostra la sua contraddizione: afferma più e più volte di voler fare le sue esperienze, di voler uscire da questa campana protettiva e poi alla minima difficoltà ne sente la mancanza.

È come se mancasse qualcosa, le informazioni di base (eventi e sensazioni) che dovrebbero farci capire il perché di questi comportamenti. E di certo non bastano le spiegazioni che l’autrice ci fornisce alla fine del libro perché questa assenza, mi ha impedito di entrare in empatia con i personaggi, di capirli e quindi apprezzare fino in fondo questa storia.

Anche l’ambientazione, lo studio di tatuaggi, dove si svolge buona parte della narrazione, è argomentata superficialmente. Dato che la loro frequentazione inizia e si basa sulla scelta di Sloane di fare un tatuaggio e poi imparare le tecniche di body art, quanto meno questo aspetto necessitava di un maggiore approfondimento e documentazione.

Come entrare appieno nella vita dei personaggi in modo da conoscerli bene e poter seguire con cognizione scelte, decisioni e comportamenti.

Queste e altre superficialità non mi hanno fatto godere di questo romanzo che aveva ottime potenzialità, un personaggio maschile sicuramente affascinante, ammaliatore, in grado di stordire il lettore con le sue abilità oratorie e manuali.

Hemi poteva essere l’incarnazione del bad boy perfetto: passato tormentato, bocca sporca, amante dalle indubbie qualità amatorie. E lo è, ma fino ad un certo punto.

Grazie ad uno stile di scrittura fluido e scorrevole e all’alternanza dei pov, in definitiva, Le tue innocenti bugie per me è stata una lettura piacevole, piccante e con un certo grado di suspense, ma non sconvolgente.

Lo consiglio se si vuole leggere qualcosa di leggero e poco impegnativo. Un romance carino, ad alto tasso erotico, ideale come lettura da spiaggia.

Spero che l’autrice nei seguenti romanzi della serie, che verteranno sui fratelli di ambedue i protagonisti, ci regali delle storie più complete e altrettanto intriganti.

STORIA

EROS