Alcune autrici hanno la capacità di compiere magie con la loro penna e di far fluire le parole in modo da comporre poesie con cui colpirci dritte al cuore. Mia Sheridan è una di queste.

E se le fiabe sono piene di principi eroici e principesse da salvare, Promettimi che resterai con me narra di streghe e draghi, fate madrine e orchi mostruosi.

In Vino Veritas.

Nel vino risiede la verità.

 

Titolo: Promettimi che resterai con me
Titolo originale: Grayson’s vow
Serie: A Sign of Love #6
Autore: Mia Sheridan
Editore: Newton Compton
Genere: New adult / Contemporary Romance
Data di pubblicazione: 22 ottobre 2019
1. Se non torni sto male Leo & Evie  Leone 
1.5 Torno sempre da te Leo & Evie  Leone 
2. Stringer Carson & Grace  Scorpione
3. Dimmi che sarai qui – Archer’s voice  Leo & Evie  Sagittario 
4.1 Beacoming Calder  Calder & Eden  Acquario
4.2 Feanding Eden  Calder & Eden Acquario

5. Torna da me per sempre  Kyland & Tenleigh  Toro
6. Promettimi che resterai con me  Grayson & Kira  Bilancia
7. Midnight Lily Lily & Holden Vergine
8. Ramsay  Lydia & Brogan  Ariete
9. Preston’s Honor Annalia & Preston  Gemelli
10. Dane’s Storm (Dane & Audra) Cancro
11. Brant’s Return  (Brant & Isabelle) Capricorno



Grayson Hawthorn sta perdendo la speranza. Il destino è stato duro con lui e adesso, con poche risorse e il cuore spezzato, deve trovare il modo di rimettere in piedi l’impresa di famiglia. Il suo proposito sembra destinato al fallimento, fino al giorno in cui una giovane donna entra nel suo ufficio con una proposta stravagante e inaspettata, impossibile da rifiutare. Quello che inizia come un accordo commerciale temporaneo potrebbe diventare presto qualcosa di più. Perché Kira è una ragazza solare e sfacciata, che intende fare del suo meglio per dimostrare a Grayson che nella vita vale sempre la pena correre il rischio di aprire il proprio cuore.

Kira Dallaire è una donna disperata. Pochi spiccioli in banca, senza un tetto sulla testa e nessun lavoro. Ma nonostante questo libera. Libera dalla minacciosa ombra di un padre troppo potente e troppo ingombrante.

«Ho da proporle un affare».

La fissai stupito. «Un affare?».

Annuì, torcendo la lunga collana d’oro che indossava. «Sì, be’, in effetti, signor Hawthorn, sono qui per proporle un matrimonio».

Grayson Hawthorn è un uomo disperato. Anche l’ultima banca disponibile gli ha chiuso le porte in faccia. Lui non è abbastanza. E così muore la speranza di salvare il suo vigneto. L’ultimo dono di un padre da rendere, almeno in questa occasione, fiero.

Sembrava proprio la personificazione dell’eroe di tutte le favole su cui avevo fantasticato. E Dio, quanto volevo ricominciare a credere agli eroi delle favole.

Ma qualche volta, evidentemente, a una ragazza toccava essere l’eroina di sé stessa.

Soprattutto quando l’eroe in questione si rivelava un drago.

In un’assolata giornata tra le vie di Napa, le vite di Kira e Grayson si incontrano.

Una donna alla deriva e un uomo la cui vita è al collasso.

Una sarcastica Strega dagli occhi smeraldo e un terribile Drago senza cuore.

Quando i tasselli di un complicato puzzle si incastrano magicamente, non è forse opera del destino?

Ed è così che solo il folle piano di Kira potrà essere la soluzione a tutti i loro problemi.

«Dimenticati di principi e principesse. Ho sempre immaginato che la storia vera fosse tra una strega e un drago.»

Kira, una donna che non ha mai conosciuto l’amore, ma il cui cuore dolce e compassionevole vuole solo amare. Non Grayson. Mai il drago brontolone. Ma, dopotutto, lui è l’unica chance per non soccombere a Mr. Dallaire.

Grayson, un uomo che non ha mai conosciuto l’amore, il cui cuore è trincerato dietro muri di cemento e rose piene di spine. Un uomo che nella principessa o meglio, nella strega, detronizzata, vede solo il costante riflesso del suo fallimento.

In una cornice perfettamente descritta, in cui vi sembrerà di camminare in mezzo ai vigneti, in cui avrete l’impressione di assaporare un calice di vino o di esplorare i reconditi anfratti di un labirinto fatto di siepi, la storia di Kira e Grayson si sviluppa in un lento crescendo fatto di scontri, amicizia, tensione e, infine, amore.

«E ricordati che l’amore non è sempre facile e lineare. Può anche pungere. Amare significa esporsi – completamente, ogni parte tenera – alla sofferenza. Perché il vero amore non è solo la rosa, ma anche le spine».

Ho davvero amato Promettimi che resterai con me. Mia Sheridan ha l’incredibile capacità di ammaliare con parole delicate e soavi che puntano al cuore e ci regalano mille emozioni differenti. In questo libro troverete gioia, dolore, risate, conflitti e tanto, tantissimo, amore.

Amerete Grayson per ciò che è: un uomo ferito, che ha dovuto lottare con le unghie e con i denti. Un uomo che non ha ricevuto mai un accenno di dolcezza o parole di conforto, ma solo odio e brutalità. E nonostante ciò, alla fine, capirà che il dolore può lasciare spazio all’amore più puro.

Kira poi, è un’eroina fantastica. A discapito di ciò che le prime impressioni possano dire è un’anima dolce, gentile, sempre pronta ad aiutare i meno fortunati e a fare delle battaglie altrui le proprie. Un personaggio forte, che non si fa condizionare da nessuno, che affronta un padre potente e prepotente a testa alta, senza cedere di un passo.

Per quanto il background di Grayson e Kira possa sembrare simile, entrambi i protagonisti sono complementari. Entrambi hanno bisogno l’uno dell’altro.

In Grayson, Kira troverà qualcuno da amare e che la ami.

In Kira, Grayson troverà qualcuno che lo ami e che gli insegni ad amare.

«Ascoltami, Grayson. C’è sempre sofferenza in questa vita. Non solo per me o per te: per tutti. Non puoi farci niente. E a volte il dolore è così grande che sembra scolpire la vera essenza di quello che sei. Ma non è così, non se tu non glielo permetti. Ti scava un vuoto dentro, sì, ma è uno spazio che va riempito d’amore. Se glielo permetti, il dolore ti lascia dentro più spazio per l’amore. E l’amore che ci portiamo dentro ci rende più forti di qualsiasi altra cosa».

Promettimi che resterai con me è un romanzo meraviglioso, che nonostante si discosti dagli altri volumi della Sign of love, più intensi e profondi, porta con sé una luce speciale. Anche qui tali momenti non mancano, ma sono talmente circondati da dolcezza e gioia che toccheranno corde diverse del vostro cuore. È una sensazione che non si può spiegare a parole, ma che proverete solo leggendo.

All’improvviso, avevo capito che in amore qualche volta è giusto incontrarsi a metà strada, ma a volte, la dimostrazione più semplice è andare incontro all’altro nel punto in cui si trova.

Non posso che consigliarvi questo libro. Immergetevi nella bellezza di Napa, nel profumo del mosto, nelle soleggiate vigne e in un labirinto dissestato che con l’aiuto di draghi, streghe e meravigliosi personaggi secondari vi trasporterà in una moderna, fiaba d’altri tempi.

“In Vino Veritas”.

Nel vino risiede la verità. Nell’amore risiede la verità. E la verità che infine viveva nel pacifico silenzio del mio cuore era che si può essere forti solo se si ha abbastanza coraggio da spezzarsi e che il dolore ti lascia spazio per l’amore e la gioia. E lo accoglievo con gratitudine, perché tutto questo era il meraviglioso equilibrio della vita.

Alla prossima, vostra Laura.