Salve Harem,eccomi qui per parlarvi in anteprima di QUEEN. LA REGINA INDOMABILE, secondo volume della serie Mount di Meghan March, disponibile dal 14 giugno grazie alla casa editrice Sem.Venite a scoprire cosa ne penso.

Titolo:Queen.La regina indomabile

Autrice:Meghan March

Editore:Sem

Pubblicazione:14 giugno 2018

Serie:Mount#2

Trama

Io sono la sua distrazione. Il mio corpo è il suo giocattolo. Ho dovuto cedere, non avevo scelta.
Lo odio, mi dico, ma ogni volta che entra da quella porta sento un brivido.
Come posso desiderarlo e detestarlo allo stesso tempo?
Mi sta facendo impazzire.
Non dovevo finire in questo gorgo, dovevo immaginare che Lachlan Mount è un maschio senza regole. Ma non ho nessuna intenzione di arrendermi, non voglio che veda le mie debolezze.
Pagherò il mio debito e manterrò intatto il mio cuore.

Recensione

Care Dame, era da tanto tempo che non leggevo una storia così intrigante e carica di colpi di scena, con due personaggi favolosi, simpatici e ironici.

King-il primo libro era iniziato con delle ottime premesse, anche se l’autrice si era più concentrata sulle dinamiche dei personaggi che sulla storia vera e propria; nel secondo invece c’è un maggior equilibrio tra la parte erotica, suspense e ironico/romantica,la trama si fa più fitta e accattivante e i personaggi si svelano poco a poco.

Queen inizia con un prologo che ci riporta indietro di molti anni,al periodo in cui Lachlan, ancora ragazzino è costretto ad affrontare situazioni più grandi di lui, a fare i conti con le brutture della vita, con la disperazione, la miseria e la violenza più cupa e selvaggia per mano di chi avrebbe dovuto tutelare l’ultimo brandello della sua infanzia anziché profanarla.

Ma sono Lachlan Mount. Mi sono trascinato fuori  dalle fogne di questa città ostile, ho cambiato identità, ho  imparato tutto quello che serve per sopravvivere, anzi,  per prosperare. Sono diventato l’erbaccia che cresce tra le  crepe, lungo i marciapiedi…

L’autrice apre un piccolo squarcio sul passato di Lachlan raccontando in poche pagine un episodio doloroso che lo ha segnato contribuendo a farlo diventare l’uomo più arrogante e temuto di New Orleans.

Non sono una brava persona. La mia anima è nera. Il  mio cuore è di pietra. La mia reputazione non è né un mito né una leggenda, ma una collezione di fatti. 

Dopo questa breve parentesi temporale si passa al presente dove le schermaglie amorose tra Keira e Lachlan continuano  diventando sempre più frequenti e intense. Non sono litigi veri e propri quanto  piccole  sfide, lotte di potere che servono a mettere alla prova l’altro.

«La mia piccola ribelle irlandese. Combatti sempre fino  all’ultimo respiro.»

Keira e Lachlan sono diversi ma al contempo molto più simili di quanto possa sembrare. Keira è una rossa ribelle, testarda e indomabile ma proprio queste caratteristiche la rendono la donna adatta a Mount, come lui stesso ammette.

Sei fatta per me

Mount non ha mai avuto problemi col sesso femminile,di donne docili e sottomesse ne ha conosciute a bizzeffe e di certo non è in una di esse che vuole trasformare Keira, anche se qualche suo commento potrebbe far pensare il contrario. Mount non vuole domare il fuoco di Keira ma lasciarsi travolgere e avvolgere da esso fino a bruciare, ardere di passione.

Ma non voglio spegnere il suo  fuoco, solo guidarlo in una direzione diversa. 

Al fianco dell’unico e solo King of New Orleans non può che esserci una regina indomita e testarda, irriverente e sicura di sé come Keira.

Vedo Keira Kilgore esattamente per quello che sta diventando: l’unica donna abbastanza forte da poter stare al mio fianco e governare un impero.

Se ne stava lì come una regina.Una donna capace di gestire il potere di un uomo che si è autoproclamato re, come ho fatto io.

Ma per un uomo del suo calibro, uno che per abitudine, per il modo in cui è cresciuto e per il “mestiere” che fa non può e non deve mostrarsi vulnerabile,Keira anche rappresenta un punto debole, l’unica donna in grado di tenerlo sotto scacco.

Gli scambi verbali tra Keira e Lachlan continuano ad essere piuttosto accesi e  coloriti;ogni volta che condividono la stessa stanza o meglio la stessa aria volano scintille. Lachlan ha cercato invano di piegarla all’obbedienza attraverso la passione, il desiderio, il sesso sfrenato, ferino, primitivo, ma al contrario ne è diventato sempre più ossessionato.

Più Lachlan cerca di sottomettere Keira, di plasmarla in una docile gattina, più si rende conto di esserne incapace. La donna rapita e portata al suo quartier generale per soddisfare esclusivamente il suo appetito sessuale, non tormenta più solo i suoi pensieri, ma gli sta penetrando nell’anima e  nelle ossa puntando dritto al  cuore.

Nessun problema, mi dicevo. Puoi averla, tenerla, controllarla come una qualsiasi cosa di tua proprietà.

Riuscirà questa regina d’Irlanda a conquistare il re dal cuore di ghiaccio?

«Io non sono di nessuno.»

Mount strattona verso l’alto l’orlo del vestito e mi abbassa di colpo il perizoma. «È qui che ti sbagli.»

Non vi resta che leggerlo e sclerare insieme a me.

Care amiche di Harem, anche stavolta l’autrice chiude il capitolo con un cliffhanger pazzesco che vi terrà col fiato sospeso fino alla prossima uscita. Ma non rinunciate a leggerlo, anzi, vi assicuro che sin dalle prime pagine sarete talmente affascinate dalla storia e dai personaggi  da non riuscire più a staccarvi.

Provare per credere!

Alla prossima, Vanilla

STORIA

EROS