Ciao Amici,oggi vi segnalo YOU AND ME,primo libro della serie rosa contemporanea Texas Life di Amy Lee Walker,pubblicato il 6 luglio.E in più vi aspetta una sorpresa:L’autrice Amy Lee Walker si racconta in un’intervista rilasciata al nostro blog.Venite a leggere.

you and me

 

 

TITOLO: YOU and ME

GENERE: romance

STORE: Amazon

FORMATO: kindle e cartaceo

 

 

 

LINK DI ACQUISTO:

https://www.amazon.it/You-Texan-life-Vol-Walker-ebook/dp/B01I42CYZO/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1468303177&sr=1-1&keywords=you+and+me

 

 

SINOSSI:

Jacey, in viaggio sulla Route 66 per iniziare una nuova vita, decide di fermarsi in un diner dove incontra Ryan, vigile del fuoco in servizio ad Amarillo. Dopo uno scambio di battute all’insegna del sarcasmo, Jacey riparte alla volta del Texas dove è stata assunta come maestra presso la scuola elementare San Jacinto. Al suo arrivo viene accolta da Allie, una energica e generosa signora proprietaria della casa presa in affitto e, il caso vuole, madre di Ryan. Tra il nuovo lavoro e gli impegni quotidiani, Ryan comincia a far parte della sua vita ogni giorno di più fino a quando Jacey, determinata ad aiutare Julia la figlia di Ryan, decide di affrontarlo trovandosi però di fronte al muro che lui ha costruito negli anni.
Riuscirà Jacey ad abbatterlo? Ryan sarà in grado di fare la scelta giusta per sua figlia?

YOU AND ME – Texan life series #1
ANCORA NOI – Texan life series #2 – coming soon
SOLO TU – Texan life series #3 – coming soon

 

 

BIOGRAFIA Amy Lee Walker

Amy Lee Walker è italiana ma ha vissuto in America, ha una laurea in lingue e lavora come traduttrice da diverso tempo. Mamma e moglie, scrive perché altrimenti non respira. 

Per contattarla potete farlo su Twitter @amyleewalker77 o sulla sua pagina Facebook Amy Lee Walker.

 

INTERVISTA ALL’AUTRICE AMY LEE WALKER

Sinossi YOU and ME:

Jacey, in viaggio sulla Route 66 per iniziare una nuova vita, decide di fermarsi in un diner dove incontra Ryan, vigile del fuoco in servizio ad Amarillo. Dopo uno scambio di battute all’insegna del sarcasmo, Jacey riparte alla volta del Texas dove è stata assunta come maestra presso la scuola elementare San Jacinto. Al suo arrivo viene accolta da Allie, una energica e generosa signora proprietaria della casa presa in affitto e, il caso vuole, madre di Ryan. Tra il nuovo lavoro e gli impegni quotidiani, Ryan comincia a far parte della sua vita ogni giorno di più fino a quando Jacey, determinata ad aiutare Julia la figlia di Ryan, decide di affrontarlo trovandosi però di fronte al muro che lui ha costruito negli anni.
Riuscirà Jacey ad abbatterlo? Ryan sarà in grado di fare la scelta giusta per sua figlia?

 

 

In occasione della recente uscita di YOU and ME, cogliamo l’occasione per presentare il testo di Amy Lee Walker

 

Lasciamo la parola all’autrice:

 

  • Perché una lettrice dovrebbe leggere il tuo libro?

YOU and ME è un libro che parla di un incontro casuale in un diner sulla Route 66 che deciderà della vita di entrambi i protagonisti, Jacey e Ryan. È un inno alla serendipity, a quegli incontri casuali che serbano in sé sempre un po’ di inspiegabile magia.

 

  • Che cosa c’è di innovativo e quali sono gli elementi di continuità con il genere o con la tradizione?

Il libro parla d’amore, racconta il modo in cui i protagonisti si scoprono e imparano confrontarsi, scontrarsi qualche volta, e infine amarsi. È in perfetta continuità con il genere Romance, ne contiene tutte le caratteristiche.

 

  • Che cosa ti ha spinto a scrivere?

Scrivere è un vero e proprio bisogno che avverto, sin da quando ero piccolissima. Se mi capita di non poterlo fare, ho la sensazione che mi manchi il respiro. Significa esprimere in qualche modo quello che ho dentro, raccontare storie che nascono all’improvviso e poi cambiano mentre le scrivo, trasmettere emozioni in qualche modo.

 

 

  • Da che cosa è nata la storia? Quali sono state le fonti di ispirazione?

Ho vissuto per un periodo della mia vita in Texas, dove la storia è ambientata (e dove lo sarà tutta la seria Texan life).  Uno stato meraviglioso, pieno di luoghi incantevoli, selvaggi, caratteristici e gente semplice, determinata, a volte contraddittoria. Mi piaceva l’idea di poter raccontare quel luogo e quel modo di essere. È un’esperienza che mi porterò sempre nel cuore e volevo trasmettere un po’ di quelle emozioni provate al lettore.

 

 

  • Quando scrivi? E come? In modo organizzato e continuo o improvviso, discontinuo?

Di solito la mattina è il momento migliore per me, ma lo faccio seguendo l’ispirazione. Non ho alcun programma di scrittura da seguire. Quando mi sento ispirata però sono capace di scrivere senza sosta per ore e ore e finire la prima bozza del libro in poche settimane, salvo poi lasciarla riposare per un po’ prima di tornare a rileggerla e correggerla.

 

  • Quali strategie hai adottato per promuovere il tuo libro e che tipo di strumenti hai usato – e usi per proporlo all’attenzione dei tuoi potenziali lettori?

I social media credo siano lo strumento più importante e valido che un autore self abbia a disposizione. Contattare i blog letterari (per segnalazioni, anteprime, recensioni, interviste) è un altro efficace strumento. Fare rete, però, sostenere ed essere sostenuta da altri autori è di fondamentale importanza a mio avviso. Essere solidali, non competitivi. Da soli non si arriva da nessuna parte.

 

 

  • (perché la scelta del self publishing?)

Il self publishing significa libertà di scelta e a questo difficilmente rinuncio. Mi piace poter scegliere la copertina, lo store di vendita, scrivere una sinossi, decidere modi e tempi di pubblicazione. Questo non significa che faccia tutto sempre da sola. L’editing per esempio è bene affidarla a un professionista.

 

  • Progetti per il futuro?

In futuro spero di completare la serie Texan life con altri due volumi già in programma (Ancora noi – Texan life #2 e Solo tu – Texan life #3). Inoltre vorrei fare lo stesso con la serie My Italian life. Al momento di quest’ultima serie è disponibile solo Io sono Nina su Amazon ma vorrei pubblicare a breve Io sono Nina e mi sposo – My Italian Life #2 e altri volumi in futuro.

 

  • Tre persone da ringraziare

Vorrei ringraziare la mia editor (che preferisce restare anonima), mio marito per il continuo sostegno che mi offre (sopportare una persona che scrive non è facile J) e me stessa per la mia determinazione che non mi fa mai rinunciare ai miei sogni.