Vincent era un calcolatore, un uomo molto razionale, ma negli spazi privati della sua vita, lontano dal mondo degli affari, viveva i sentimenti in modo estremo e totale. Amore e odio con pari intensità.

Care Dame, il libro di cui vi parlo oggi è VINCENT, il tanto atteso secondo capitolo della serie mafia-romance “Men of Honor” di Kristen Kyle. Dopo averci fatto conoscere e amare la storia fra Nikolaj ed Isabella, l’autrice in queste pagine coinvolgenti e ricche di pathos ci spalanca le porte del cuore dell’affascinante Vincent Calabrese, Padrino dell’omonima Famiglia mafiosa italo-americana e fratello maggiore della bellissima Fiordaliso.Venite a leggere!

Titolo:Vincent

Autrice:Kristen Kyle

Self Publishing

Genere:Mafia Romance

Serie:Men of Honor#2

 

La serie:

1)Nikolaj-Recensione:http://www.haremsbook.com/nikolaj-men-of-honor-series-1-kristen-kyle-recensione-marianna/

1.5)Izabella

2)Vincent

Trama

Sono nato per essere un re, ma non mi sono piegato al mio destino.
Mi sono impegnato per guadagnare quel privilegio.
Ho combattuto per essere il migliore.
In quella lotta la mente è sempre stata la mia arma più affilata, il cuore un ostacolo da eliminare.
Ho vinto.
Ogni guerra, tuttavia, ha i suoi costi, e io ho commesso un errore che ha distrutto la mia famiglia.
Da allora le mie notti sono turbate dagli incubi, i miei giorni avvelenati dal pentimento e dal rancore.
Ora, però, ho finalmente la possibilità di conquistare la pace.
La donna che mi ha rovinato la vita è tornata dal passato in cerca di protezione.
Ha trovato la morte.
Ma la morte è un dono da concedere ai giusti, la vendetta è la condanna dei traditori.
Mariana Hernández pagherà per ogni suo peccato, implorerà la salvezza e invocherà la sua fine.
Non avrò pietà, perché in me non c’è un briciolo di misericordia.
Perché non conosco perdono.
Scenderò all’inferno pur di farmi giustizia.
E Mariana verrà con me.

Recensione

Blu. Una distesa di blu e nero. Nessuna emozione, solo un abisso senza fine.

Dopo aver ammirato il carismatico Vincent, come emblema dell’uomo di potere, dotato di imperturbabile aplomb, glaciale e sicuro di sé…adesso potrete vedere cosa giace e ribolle sotto la superficie di quest’uomo…perché il destino ha deciso di mescolare le carte in tavola con un magistrale tiro mancino, sbattendogli in faccia un passato mai sepolto ed in grado di destabilizzarlo.

Tormento…il mio inferno personale era appena uscito dal mondo dei sogni ed era diventato… reale.

Mariana Hernández è un’avvenente giovane donna provata da una vita da incubo, ma è sopratutto una madre pronta a tutto per preservare il futuro del proprio figlio,il piccolo Lito, la sua unica ragione di vita, un dolce bambino con negli occhi troppa violenza per non sentirsene toccate. Mariana ha deciso di tentare il tutto per tutto anche a costo di cercare protezione nell’unico uomo che ella abbia mai amato e con il quale ha tagliato i ponti in modo inesorabile.

Vince era stato il mio sogno proibito, quello che se pronunciato ad alta voce mi avrebbe provocato nuove percosse, ma a cui non avevo mai voluto rinunciare.

Aveva bellissimi occhi blu, labbra tentatrici e tratti del viso scolpiti nel marmo con una attenzione alla forza e una alla grazia...

Or balls.

Questo è l’inizio di un percorso travagliato e lastricato di ostacoli insormontabili perché, quando regnano il dubbio e le menzogne, anche il più dolce dei ricordi viene inquinato e non rimane che il fuoco della vendetta ad ardere e fare razzia di ogni sentimento.

Quando tornai a guardarla, mi assicurai di incatenare i suoi occhi ai miei affinché leggesse tutto il mio odio.

 Continuai a fissare la schiena di Vince, le spalle larghe che riempivano una giacca nera, i suoi passi decisi, quelli di una divinità che cammina tra gli uomini.

Odio, Amore, sete di vendetta, ardente passione, dolore, rabbia, struggimento per ciò che è andato perduto e si continua a desiderare, lealtà e responsabilità nei confronti della Famiglia;un caleidoscopio di emozioni si agitano impazzite nel cuore e dietro ai magnetici occhi blu di Vincent ogni volta che  il suo sguardo si posa su Mariana dando vita a scene che vi cattureranno e in alcuni momenti vi mozzeranno il fiato.

 «Cosa si prova dopo anni a sentire di nuovo le emozioni, fratello?» Sgranai gli occhi. Mi ero esposto troppo e Isabella aveva capito che c’era di più tra me e Mariana. Merda! Prima che potessi schermare la mia confusione, mi sfuggì una sola parola, la mia confessione: «Tormento».

Se si fosse trattato della mia vita, mi sarei data la morte piuttosto che piegarmi alla richiesta di Vincent, ma per Lito avrei fatto tutto. Tutto.

Scene intense, forti, talvolta carnali e spesso molto sofferte scandiscono questa tormentata storia. Vincent vive una lotta intestina senza esclusioni di colpi che alberga in ogni suo pensiero, gesto, parola ed azione e Mariana, nonostante il tragico vissuto e l’aura dolente che la accompagna, è una donna forte, una vera sopravvissuta e a suo modo saprà tenergli testa.

 Vincent era immobile, muto, minaccioso. Non riuscivo a guardarlo…. mi sottomisi, come avevo imparato a fare negli anni, usai la mia forza non per combattere una battaglia impari, ma per costringere la mia anima all’asservimento.

«Ti odio!» strillai, cercando il viso di Vincent. Immobile, feroce, impenetrabile… «Lo so» mi rispose, sorridendo come se fosse soddisfatto, con puro disprezzo, senza una minima traccia di pietà.

Il cambiamento che si verificò in lei fu rapido e impressionante…Era terrorizzata ma già pronta a combattere.

A differenza della sfacciata e maliziosa scintilla che anima lo sguardo di Isabella, Mariana Hernández fa della dolcezza la propria arma di seduzione e difesa, verso un’ingiustizia derivante da una esacerbata cecità.

Grazie all’impeccabile pov di entrambi i protagonisti, potrete essere risucchiate e lasciarvi scottare dalle fiamme del loro paradisiaco inferno…quando il cuore grida ciò che la mente contrasta, il dolore sovente ne esce vincitore…fino a quando i sensi non riescono ad obnubilare ogni altra voce.

 «Tormento» mormorò in italiano, il petto che si sollevava per i respiri affrettati. «Tu sei il mio tormento.» I suoi occhi blu erano così scuri da sembrare neri. Bellissimi, crudeli, allucinati. Ne ero affascinata.

mi fece voltare con un movimento brusco. Allungai le mani per non sbattere la faccia contro il muro.

Quando dita ferme mi tirarono giù di botto i pantaloni, mi sfuggì un mugolio….poi le sue mani furono su di me. Frenetiche, fameliche, brutali. I polpacci, le cosce, i glutei… fremevano sotto i suoi palmi.

In questo marasma di sensazioni dalle molteplici e  profonde sfumature, la dolcezza riuscirà a stemperare alcuni momenti sofferti. Il rapporto che instaurano Vincent e Lito, vi donerà una salvifica sensazione di tenerezza…una sorta di refolo di un vento primaverile nel bel mezzo di una tempesta imperante.

 Sussultai quando sentii una mano piccola e tenera afferrare la mia. Abbassai il volto e vidi quello di Lito rivolto verso di me…

La storia fra Vincent e Mariana è bella e intensa, sofferta e tragica, passionale e carnale, vi irretirà nella sua spirale di emozioni e rimarrà altalenante fino a quando la deflagrazione di una verità taciuta per troppo tempo, sembrerà avere il potere di mutare gli eventi.

«Ti odio» mormorò Vincent, mordendomi il collo e strappandomi un grido. Succhiò la pelle delicata, poi strinse i denti tanto forte da scalfirla. «Ma non posso fare a meno di te.»

Con Vincent e Mariana tutto è destinato ad andare in pezzi per poi ricomporsi e tornare a disgregarsi nuovamente e quando il sollievo vi coglierà, sarà probabilmente, frutto di una pia illusione…ed il seme della follia sarà pronto a esplodere e ad ammantare tutto di impietosa violenza.
L’Amore è il motore che fa girare il cuore, ma riuscirà a far nascere un fiore dalle macerie delle loro vite? Come un timido tralcio delle amati viti di Vincent, riuscirà a tornare a nuova vita?

Durante la lettura, vorrete schiaffeggiare il bellissimo volto di Vincent a più riprese, ma sarà anche in grado di toccarvi il cuore e farvi innamorare di lui.

Un’ondata di nausea mi investì, il mio cuore andò in frantumi. Sperai ne fosse felice, perché aveva vinto. Vincent Calabrese era appena riuscito a spezzarmi.

Un aspetto interessante della storia (a cui l’autrice ha dato sapientemente risalto lasciando emergere un quadro più nitido e verosimile del personaggio) è il controverso rapporto di Vincent con la religione e con il proprio confessore. I due hanno uno strano rapporto, ma alla luce della vita condotta da Vince, è ciò di più vicino possa esserci ad una sorta di cordiale amicizia se si esclude il filo che lo lega a Nikolaj e che spesso assume le sembianze di un cappio necessario per amore, da parte di entrambi, verso Isabella.

E a proposito del capo dei Falchi di Kurgan e della sua tigritza, sarà un piacere ritrovarli più innamorati e legati che mai!

Inoltre è da sottolineare che, così come nel primo libro l’utilizzo di una lingua straniera (il russo) ha tinto di passione e romanticismo molti momenti, anche con Vincent e Mariana potremo godere di tali benefici, grazie all’armonioso spagnolo di lei ed al tocco di “italiano” del nostro Boss.

Come avrete compreso, questa emozionante lettura vi regalerà diversi pugni nello stomaco così come momenti struggenti ed altri caratterizzati da una calda sensualità.

Resta a voi viverne le sensazioni appieno.Siete pronte a scoprire l’Uomo che si cela dietro la maschera del Boss? Vincent Calabrese vi aspetta tra i filari del suo amato vigneto che sarà teatro di una bellissima scena d’amore e bruciante passione!!

Alla prossima!

Mary

Storia

Eros

 

[amazon_link asins=’B01N7S3NHK,B078ZYDRW9,B06WRRDXBD’ template=’ProductCarousel’ store=’hsb06-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e266601-028c-11e8-987b-49bfa5f71cd8′]