Titolo: Il vero gentiluomo 

Titolo originale: Tremaine’s true love

Serie:  True Gentlemen #1 (autoconclusivo)

Autrice: Grace Burrowes

Editore: Leggereditore

Genere: Historical Romance

Data d’uscita: 24 GENNAIO 2018

SINOSSI:
Tremaine St Michael è un facoltoso commerciante di lana, completamente dedito al lavoro. Sempre in giro per il mondo alla ricerca dei migliori affari, raramente soggiorna a lungo nello stesso posto, finché nel Kent, ospite nella tenuta di un caro amico, il conte di Bellefonte, le cose sembrano prendere una piega inaspettata. L’incontro con l’affascinante e riservata lady Nita Haddonfield non lo lascia indifferente, e per una volta Tremaine spera di poter finalmente conciliare gli affari con il piacere. Le cose, tuttavia, non vanno secondo i suoi piani: anche se in età da marito, infatti, la giovane donna non vuole sentir parlare di matrimonio, preferendo di gran lunga dedicare le proprie energie ad aiutare le persone bisognose della contea. Ma, si sa, al cuore non si comanda, e suo malgrado Nita inizia a provare interesse nei confronti del sensuale commerciante, un sentimento destinato a crescere e che, a lungo andare, le sarà impossibile nascondere. Anche perché Tremaine non è certo un uomo che si arrenda facilmente, e farà di tutto pur di scalfire le ritrosie della dolce Nita.

RECENSIONE:

Un romanzo dai toni classici. Impeccabile nella forma e nello stile. Rigido di primo impatto, dolce e nostalgico quando ci si addentra nella profondità dei sentimenti, all’interno dell’animo dei protagonisti, delle loro ambizioni, nelle loro condizioni di vita e nelle scelte che da queste sono scaturite.

 Tremaine St Michael giunge alla tenuta del conte Haddonfield con scopi commerciali, interessato all’acquisto delle sue pecore di razza particolare. I suoi modi distinti, eppur caritatevoli e ricchi di sentimento, si fanno subito notare dalle sorelle del conte, che risiedono tutte nella stessa casa del fratello. Ognuna di queste sorelle è diversa per carattere ed ideali, ma quella che colpisce di più Tremaine è proprio la sorella meno interessata ai sentimentalismi: Nita.

Le donne di Haddonfield sono come delle fate. Gli uomini cadono nelle loro grinfie e non capiscono più nulla.

Ha ereditato dalla madre un talento verso la medicina, è infatti una guaritrice. Nell’assistere i genitori durante le loro malattie, e le rispettive dipartite, Nita ha oltrepassato la fase della vita in cui avrebbe dovuto trovare marito. Messo da parte ogni proposito volto in questo senso, la donna dedica anima e corpo ai bisognosi. È una levatrice, che segue la nascita dei figli della prostituta del paese, ma è anche un medico, capace, col suo talento e la sua vocazione, di formulare diagnosi e proporre cure risolutive. Ma è anche una donna, che assume un ruolo anticonformista e non convenzionale in una società che non contempla tali, audaci, prese di posizione. Sia per il fratello, che si preoccupa della sua salute, sia per la gente del paese, Nita è una donna da imbrigliare, le sue attitudini e le sue espressioni dovrebbero essere soffocate.

L’unico che sembra comprenderla è Tremaine St Michael, che oltre che dalla bellezza di Nita, è attratto dalla sua generosità e dal suo temperamento indomito.

St Michael, al contrario, aveva colori scuri e maniere dirette., piuttosto che affascinanti. Inoltre, sembrava notare quello che i suoi fratelli non vedevano: ossia che Nita aveva un cervello e sue idee su come condurre la propria vita.

Anche Nita è affascinata dal questo colto, eppur semplice uomo, capace di dedicare attenzione ad un cucciolo di pecora nato prematuro, ed insegnare a scrivere il proprio nome ad una bimba indigente ed analfabeta.

Speziato, dolce, caldo e confortevole come la compagnia di un uomo che non lesinava le parole e a cui importava delle pecore.

La passione presto travolgerà la coppia, e diventerà impossibile negarla. Un bacio improvviso, che diviene brama e desiderio. Un fuoco che arde dentro al petto dei due giovani e si trasforma immediatamente in bisogno di possesso carnale. E infine l’amore. Non cercato, ma arrivato.

Nita Haddonfield possedeva una spiccata capacità di discernimento medico, lunghi capelli biondi, e curve. Tremaine aveva intuito i primi due, ma la terza… La terza rivelazione era un problema. Si era svegliato con quel pensiero, ed era un bell’inconveniente.

Tremaine vuole assolutamente condividere il resto della sua vita con Nita, ma questa scelta implica molti, troppi cambiamenti: la felicità di Nita andrebbe a discapito delle altre sorelle, e delle relative doti matrimoniali, ed in secondo luogo, Nita dovrebbe rinunciare per sempre ad esercitare la professione medica.

Posso essere tutto quello che chiedete, lady Nita. Posso essere l’uomo che vi tiene stretta mentre dormite, che vi dà tutti i baci che volete, che soddisfa la vostra voglia di poesia, e che vi tiene la mano. Posso essere l’uomo che vi porta a letto e soddisfa ogni vostra intima passione ogni volta che lo desiderate.

Quale sarà la scelta della caparbia Nita? L’amore o le sue predisposizioni? Lascio a voi lettori il piacere di leggere il finale di questa storia. Un finale per nulla scontato.

La amò fino a farle perdere ogni parte del suo cuore, e ogni briciolo di razionalità, fino a farla sentire dolorante, oltre che una donna completamente diversa rispetto a quella che credeva di ricavare solo un ricordo da quello che presto sarebbe diventato suo marito.

Questo romanzo risulta essere davvero ben curato. Linguaggio, ambientazioni e tematiche molto ricercate. Tessuto della trama, sebbene piuttosto statico, molto approfondito. I personaggi secondari sono utili al movimento della storia e al procedere della stessa, alcune loro storie sono davvero interessanti e meriterebbero di essere approfondite (e trattandosi di una serie, spero che l’autrice sia già volta a questo).

Un libro che mi sento di consigliare agli amanti degli storici, perché più dettagliato ed introspettivo rispetto ad altre storie di questo filone. Alcuni parti risultano però essere ripetitive e pesanti, ma non vanno ad inficiare sul buon giudizio della lettura.

Curcuma