La doppia vita di Amy Bensen. Bugie e tradimenti
di Lisa Renee Jones

SINOSSI:
Dall’autrice bestseller di New York Times e USA Today
Sei anni fa, Chad si è messo alla ricerca di un tesoro pericoloso, ma la caccia si è rivelata mortale quando la casa della sua famiglia è stata data alle fiamme e i suoi genitori sono morti. Così, per proteggere sua sorella Amy da ulteriori rappresaglie, Chad le ha creato una nuova identità, le ha organizzato una nuova vita con l’aiuto di un amico, e le ha lasciato credere che fosse morto anche lui.
Ma gli uomini che avevano incaricato Chad di trovare il tesoro hanno seguito le sue tracce, l’hanno imprigionato e torturato per scoprire dove l’ha nascosto. Quando ormai pensa di essere spacciato, una donna bellissima dai capelli scuri di nome Gia lo aiuta a fuggire, promettendogli di condurlo dal suo peggior nemico. Chi è questa donna misteriosa e perché lo sta aiutando? Mentre cerca di dipanare i profondi misteri del passato, Chad sente che si sta innamorando di lei, ma sa di non potersi fidare di nessuno se non vuole mettere a rischio ciò che conta davvero per lui: la sicurezza di sua sorella Amy e la sete di vendetta.
Una serie sexy e piena di suspense

RECENSIONE:
Terzo capitolo della serie. Stavolta il protagonista è Chad, fratello di Amy, colui che custodisce i segreti di famiglia, che protegge la vita della sorella come unico scopo di vita. Nel secondo volume lo avevamo lasciato imbavagliato e sotto tortura, ma Chad ha sempre un piano di fuga. Complice della sua evasione una ragazza, Gia, che per buona parte del libro rimane una figura avvolta nel mistero; l’autrice è stata molto brava nel tenerci sempre sul filo del rasoio, anche il lettore è spinto a vivere pienamente questa sensazione di incertezza.

Non mi fido di lei. Ma continuo a volerla.

In più parti Gia appare come una donna di cui ci si può fidare, poi d’improvviso arriva qualcosa che mina questa certezza. L’unica cosa sicura è la profonda attrazione che provano i due protagonisti.

È lei che aumenta la mia voglia. È la mia fuga dalla realtà. È passione. È quell’indefinibile senso di bisogno che solo lei sa darmi

Tra Chad e Gia scorre una chimica inusuale, entrambi costudiscono segreti che in una qualche maniera li costringono a legarsi e li obbligano a condividere la fuga da un nemico che li minaccia di morte.

… a me è stata strappata l’anima e sono stato lasciato solo con l’unica cosa che mi è rimasta: la vendetta.

La prima parte del libro è piuttosto ripetitiva e lunga, alla fuga di Chad vengono dedicati parecchi capitoli. In essi, l’autrice, getta anche le basi per l’approfondimento delle figure di Chad e Gia, e dell’intensificarsi del loro rapporto. Molte le scene ricche di sensualità, e piuttosto ben descritte.

«Non mi frega chi odierà chi dopo. Voglio solo scoparti»

Ma è nella seconda parte che tutte le matasse si sciolgono e il libro prende una piega più movimentata, da “spy story”; uno dopo l’altro i tasselli del puzzle vanno al loro posto, molte delle domande che il lettore si era posto durante i volumi precedenti ottengono finalmente una risposta. Avviene il tanto sospirato incontro tra i due fratelli, Amy e Chad. Quest’ultimo non si fida di Liam, il compagno di Amy, ma ciò nonostante si allea con lui per porre fine alla vita di menzogne e paura in cui lui, e le persone che lo circondano, sono costretti a vivere da sei anni.

«Sei un rischio che non mi posso prendere. Ci sono troppe vite in ballo»
Questa però è una guerra, una guerra che devo vincere, a costo di essere feroce, scorretto e violento

Ritorna il ritmo brioso che abbiamo avuto modo di conoscere nel primo libro della serie, lo scaravoltarsi improvviso di eventi e figure. L’intreccio è complicato e ben curato, molto entusiasmante. Ho apprezzato soprattutto la narrazione, che avviene da parte di Chad: è lui il protagonista principale, la storia ci viene raccontata attraverso i suoi occhi. Ed è una narrazione ben costruita, la voce di Chad è reale, ne consegue un personaggio credibile e senza eccessi.

… non è che io sia un santo. Infatti sono un gran peccatore, ma i miei peccati li scelgo con cura.

Non mi soffermerò sull’approfondimento della trama, per evitare di rivelarvi alcune delle molte sorprese che vi attendono; vi dirò solamente che sono tornata ad apprezzare questa serie, che aveva avuto una inflessione nel secondo volume, e che vale sicuramente la pena di proseguire la lettura con questo terzo libro, per avere finalmente la possibilità di ricostruire il quadro generale di questa intricata storia.

Curcuma