image image

Titolo: Non mentire al mio cuore (Starcrossed #3)
Data di pubblicazione: 30 Giugno 2016
Autrice: Leisa Rayven
Editore: Fabbri Editori
Prezzo: 15,90 €
Pagine: 336

Dopo più di sei anni Elissa soffre ancora per il suo ultimo amore, Liam: biondo, bello e statuario come un dio greco. E dimenticarlo sembra proprio impossibile, visto che lui nel frattempo è diventato una star del cinema e, con la sua nuova fiamma Angel, forma la coppia più hot e fotografata del momento, per la quale il mondo intero è letteralmente impazzito. Il destino ha però deciso di farli rincontrare. La coppia di attori, infatti, è stata scritturata in un teatro di Broadway per La bisbetica domata di Shakespeare… ed Elissa è la direttrice di scena dello spettacolo. A Elissa e Liam basta il primo incontro per capire che la fiamma tra loro si è riaccesa, anzi, che non si è mai spenta. Elissa è incredibilmente sexy e brillante, così tanto che presto starle accanto diventa per Liam un’eccitante e seducente tortura. Lei infatti cerca in ogni modo di evitarlo e sfuggirgli. Un po’ per etica professionale, ma soprattutto perché le ha lasciato ferite che non si sono ancora rimarginate: Liam l’ha abbandonata da un giorno all’altro, sparendo dalla sua vita senza nemmeno una parola. Resistere all’attrazione, però, diventa sempre più difficile, finché una notte accade l’inevitabile. Ma se ti chiami Liam Quinn e sei una star di fama internazionale, le conseguenze delle tue azioni hanno sempre un prezzo altissimo. E travolgono chiunque ti stia vicino. E poi Elissa può davvero fidarsi di un ragazzo sempre sotto i riflettori, che l’ha abbandonata per la carriera e sta per sposarsi con una diva bellissima, della quale tutti credono sia follemente innamorato? Per sua fortuna, a Hollywood, nulla è mai come sembra…

qualche riflessione

Wicked heart, questo è il titolo originario del libro, azzeccatissimo e…sì, vi stregherà.

Davvero, questa autrice fa magia, crea un sottile incantesimo tra i suoi personaggi che restano connessi intimamente, da legami invisibili così intensi che coinvolgono il lettore profondamente. Emozioni a doppio filo, soprattutto quando si tratta di “seconde possibilità” e “ritorni” tra vecchie fiamme mai sopite.

Può essere letto come un romanzo standalone, non è necessario quindi aver letto gli altri libri della serie Starcrossed ma…ve li siete persi? Vi consiglio di rimediare,il Bad Romeo e la sua Giulietta (Ethan e Cassie) hanno una struggente e caldissima storia da raccontare che vi farà sospirare.

(http://www.haremsbook.com/?p=1905

http://www.haremsbook.com/?p=5042)

In questo romanzo troviamo la sorella di Ethan, Elissa, come protagonista di una storia appassionata, una di quelle che fanno divorare il libro per il romanticismo caldo, sofferto, piccante. Leisa Rayven vi farà ridere, piangere ed emozionare.

Ancora ambiente dello spettacolo, magia del palcoscenico, contesto in cui si muove con estrema familiarità l’autrice. Elissa è un direttore di scena rigoroso e brillante che ha poche regole ma una ferrea: mai farsi coinvolgere sentimentalmente da un attore.
Liam Quinn -con la sua virilità imbarazzante e il suo magnetismo- è stata la sua eccezione anni prima, una meravigliosa e terribile deroga. Un cuore spezzato fa male, anche a distanza di anni, così quando i loro destini si incrociano nuovamente, per la rivisitazione moderna di un classico di Shakespeare, la terra incomincia a tremare, il suo cuore incomincia a vacillare, le sue certezze crollano.
Solo il suo miglior amico e “compagno di vita platonico” Josh conosce la verità, il passato che la lega alla star supersexy irascibile e tenebrosa, irresistibile con quegli occhi verdi inquieti e le labbra peccaminose nella sua “sexytudine”

Emana un’energia nuova, una specie di aggressività che gli ribolle sottopelle, come se avesse una nuvola nera che lo accompagna ovunque e che gli fa aggrottare la fronte e stringere i denti. È parte del suo sex appeal, ma sarei curiosa di scoprire qual è la causa.

Eppure in quello sguardo si agita lentamente il ricordo del ragazzo sfacciato e irresistibile che con la “Teoria del Boccone Perfetto”, la passione per il teatro e soprattutto la complicità di un appuntamento improvvisato a base di biscotti con scaglie di cioccolato e un bottiglione di latte, l’ha incatenata a sé.

…se in questo istante ti baciassi, a malapena riusciremmo a entrare dalla porta prima di strapparci i vestiti e scopare come se non ci fosse un domani. Ma ti prometto che se sali con me mi comporterò bene. Forse, però, dovresti fare la stessa promessa anche tu. Il modo in cui mi stai toccando mi fa pensare che hai ben altre intenzioni. Ci tengo a ricordarti che sono un essere umano, Elissa, non un giocattolo sessuale.»
Mi manca il fiato. Non ci voleva l’immagine di noi due insieme… Che vada all’inferno.
«E va bene.» Sposto le mani con riluttanza. Sto cercando di restare calma, però averlo così vicino mi fa battere fortissimo il cuore. «Liam, giuro sul mio criceto che non ti userò come un giocattolo sessuale.»
Sembra affranto. «Neanche se ti prego in ginocchio?»
«No.»
Lui si piega e mi sussurra all’orecchio: «Tanto per essere chiari, se mai tu dovessi pregarmi di essere il mio giocattolo sessuale, ti accontenterei all’istante. E ripetutamente, se necessario».

image

Incredibile. La sintonia, il desiderio e il senso di appartenenza.
Ma Hollywood lo chiama, con promesse che non possono essere ignorate, progetti che devono essere rincorsi.

«La testa mi dice che devo partire» sussurra, «il cuore che devo restare. Con te.»
«Ma non puoi.»
Mi tiene una mano sulla guancia e la accarezza piano con il pollice. «No, non posso.» Appoggia la fronte alla mia. «Per cui, o stiamo insieme adesso o non staremo insieme mai più. E siccome il concetto di “mai più” è inaccettabile, voto per adesso.»
«Che senso ha quando sappiamo che tutto sta per finire?»
«Il senso è che voglio fare l’amore con te in ogni modo possibile. Lo sogno dalla sera in cui ti ho conosciuto.» Avvicina la bocca al mio orecchio e mormora: «Se avessi solo un altro giorno da passare a New York, vorrei passarlo con te. Per favore, Elissa».
…Quanto tempo ci vuole per innamorarsi? Un secondo? Una
settimana? Un anno?
È come chiedere quanto tempo ci vuole per addormentarsi. Alcuni prendono sonno appena appoggiano la testa sul cuscino; altri stanno svegli per ore e solo quando il loro cervello smette di funzionare, il sonno riesce a portarli via con sé. È questa l’immagine che associo all’innamoramento. Per alcuni
è facilissimo; sembrano vivere il sentimento con incoscienza, amano liberamente e senza remore.
Sono degli idioti.
O almeno, così la pensavo fino a ora.

Il destino -sì anche noi ci crediamo come Liam- si diverte a mescolare passato e futuro intrecciando le nostre esistenze, con tempi e modi imprevedibili e secondo un disegno misterioso. Così si ritrovano nello stesso spettacolo, l’attore principale, un mix perfetto di passione romantica ed energia virile con la coprotagonista Angel nonché fidanzata icona glamour dolcissima e deliziosa, impossibile da detestare.
La convivenza sarà difficilissima, Liss e Liam fanno scintille, c’è una corrente emotiva costante e sotterranea tra di loro, alimentata dalla carica erotica esplosiva, dall’elettricità per gli irrisolti

Amici è una parola circondata da filo spinato. Dopo avere fatto l’amore con qualcuno con così tanta passione da avere il suo nome marchiato su ogni cellula, è possibile considerarlo un semplice amico? O il calore della vecchia fiamma è sempre lì, pronto a consumarti di nuovo?
«È questo il problema» riprende, con voce bassa e roca.
«Ho passato gli ultimi anni a tentare di cancellare dalla mente il tuo viso, la tua voce, il tuo profumo… E c’ero quasi riuscito. Ma ora ti vedo ogni giorno e l’idea che una tua piccola carezza abbia il potere di distruggermi mi fa impazzire. Quando sei con me, dimentico le mie scelte e questo circo che è ormai la mia vita. Ti desidero e basta, a prescindere dalle conseguenze.»
«Liam, sei fidanzato con una donna straordinaria.»
«Lo so.»
Mi sento così stupida, perché non c’è nessun motivo per essere sconvolta. Non ne ho il diritto. Tu non sei mio. Non sei mai stato mio…»

image

«…ogni volta che entri da quella porta riesco soltanto a pensare che vorrei trascinarti a letto e fare l’amore finché non svieni.»
A queste sue parole, l’aria si accende di tensione. Una parte di me è emozionata, mentre l’altra, più grande, vorrebbe urlar-gli che se avesse scelto me avrebbe potuto avere quello e molto di più. Avrebbe potuto possedere il mio corpo e il mio amore. Tutto. Anziché negare il bisogno disperato che abbiamo l’uno dell’altra, avremmo potuto esserne schiavi.

L’amore ha un tempismo beffardo, è più sorprendente del destino stesso.

«Vedi? È questo il problema. L’amore è bastardo. Se ne frega dei piani della gente. È sempre inopportuno. Si insinua dentro di te nei momenti più imbarazzanti e ti obbliga a provare qualcosa, che tu lo voglia o meno. E anche quando avresti dovuto smettere di amare, lui non ti molla. È così, vero?»

Di fronte alla realtà più amara i due protagonisti prenderanno coscienza del loro legame unico, struggente

È come se ci fosse un cavo d’acciaio che collega il suo cuore al mio. C’è sempre stato, però ora non lo considero più una maledizione. Anzi.

Ma il destino in fondo è capire ciò che vogliamo, che desideriamo, ciò per cui dobbiamo combattere, cui vogliamo arrenderci.

L’amore per cui combattere, quello che riteniamo di meritare.
Ora so di meritare Liam Quinn e che lui merita me.
Il nostro destino è ricordarlo sempre, anche in mezzo alle difficoltà della vita.
Sempre.

Dialoghi e momenti sempre intensi, personaggi carichi di sentimento, protagonisti veramente incisivi. Ogni istante tra Elissa e Liam è un brivido. Liss vi trascinerà in un vortice di emozioni, tra una risata e una stretta di angoscia il cuore mancherà un battito per poi riprendere forsennato la sua corsa… mentre si cede inevitabilmente al carisma di Liam che è INCREDIBILE!!! Dopo le prime sue battute già sarete cotte,lo so.
Leisa Rayven mantiene sempre un ritmo brillante, la tensione emotiva alta, e la trama è impreziosita da una sensualità piccante.
Un romance perfetto, pensato e scritto benissimo, con il “tocco magico” che sta nella capacità di rendere la connessione tra due anime, il senso di appartenenza. La magia dell’amore.

Saffron

image

image