Care Dame ,oggi vi parlo di “P.S. Ti odio da morire” primo volume della serie P.S di Winter Renshaw.

 

Titolo: P.S. Ti odio da morire
Serie: P.S. series #1
Autrice: Winter Renshaw
Genere: Contemporary romance
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo: eBook € 4,99 – cartaceo € 8,41
Pagine: 288
Data di pubblicazione: 25 Febbraio 2019

 

 

 

TRAMA

Caro Isaiah,

sono passati otto mesi da quando eri un semplice soldato pronto a partire per chissà dove, e io una cameriera troppo timida. Mentre ti passavo furtivamente quel pancake gratis, ricordo di avere sperato che non ti accorgessi del mio sguardo. E invece l’hai fatto. E così abbiamo passato insieme la settimana più incredibile di tutta la mia vita, in attesa del giorno in cui saresti dovuto partire. Quei momenti trascorsi insieme hanno cambiato tutto. Dopo che sei partito, ho conservato ogni tua lettera. Ho imparato a memoria ogni parola, in attesa di un nuovo messaggio o qualunque cosa che mi parlasse di te. E poi un mese fa hai smesso di scrivermi. E ieri hai persino avuto il coraggio di venire nel locale dove lavoro facendo finta di non conoscermi. E pensare che avrei potuto amarti. Spero almeno che tu abbia avuto una buona ragione.

 

Maritza la cameriera

P.S. Ti odio. Questa volta per davvero.

 

 

RECENSIONE

«Una settimana. Niente romanticismo. Niente bugie né stronzate né giochetti. Solo due amici che escono e si divertono»…

Cosa hanno in comune un Caporale dell’esercito degli Stati Uniti in attesa di ripartire per una nuova missione e la nipote di un’ex diva holliwoodiana? Presto detto, una tavola calda dove lei lavora come cameriera e dove lui entra per fare colazione…galeotto fu un pancake la cui squisitezza sembra essere leggendaria

Per un attimo, sono così colpita dalla sua mascella squadrata e dalle sue labbra carnose che il mio cuore salta due battiti e quasi mi dimentico del nostro scambio di battute…

I suoi capelli scuri e folti sono tirati all’indietro in una coda di cavallo; gli occhi profondi e rotondi sono di un ammaliante, intenso color caffè. È senza dubbio uno schianto, ma troppo vivace per i miei gusti, troppo chiacchierona. Troppo frizzante…

È il caso di dire che il Fato se fallisce al primo colpo, non si arrende XD

Isaiah e Maritza dopo un primo incontro in cui sembran fare scintille più per gli accesi scambi che per un romantico colpo di fulmine, si trovano nuovamente a scontrarsi e, questa volta, ignorarsi e proseguire per le proprie vite non sembra essere possibile;)


Cerco di ignorarla, ma la sua voce è così morbida e suadente, piacevole e disturbante insieme…

 

Se crede che basti un gesto carino a farmi dimenticare il suo comportamento da stronzo maleducato di ieri, allora si è chiaramente fumato qualcosa…

Forse l’ho inquadrata male. Pensavo fosse uno zerbino, una raggiante Pollyanna, ma sembra che sotto l’apparenza ci sia di più…

Complice il concerto del loro gruppo preferito ed un Destino che non ha intenzione di gettare le armi, decidono infine di uscire insieme, ma per una serie di motivi, in primis il poco tempo a disposizione, entrambi mettono in chiaro che la loro breve frequentazione, sarà all’insegna della leggerezza, come due persone che “ammazzano il tempo” in vista di un saluto definitivo.

Devo ammettere che è una bomba a letto e forse “uscire”qualche volta con lei prima che parta potrebbe essere meglio che trovare una ragazza facile allo sport bar…

È molto freddo e introverso, ma si dice che i fatti contino più delle parole. E in questo caso, passare il tempo a fare cazzate con me dovrebbe significare qualcosa… o no?

Maritza è una ragazza solare, frizzante e schietta, in cerca della propria strada nella vita, l’opposto dell’introverso, burbero e determinato Caporale. Eppure insieme trascorrono momenti divertenti, spensierati e perfino dolci…sempre mettendo al bando ogni forma di romanticismo, che considerano entrambi taboo nel loro precario rapporto di conoscenza.
L’attrazione fra loro sfrigola spingendoli ad indulgere nella passione ed in quei momenti tutte le regole vengono sovvertite da una calda sensualità.

Non esiste nient’altro al di fuori della sua soffice e calda bocca e delle sue mani ferme. Non riesco neanche a seguire il filo dei miei pensieri perché il battito del mio cuore è così forte che sovrasta il resto…

Scorro un dito lungo le grandi labbra del suo sesso bagnato, stimolandole il clitoride e la fessura dolce e stretta, poi uso la lingua. Traccio dei cerchi sul suo clitoride gonfio e ne divoro la dolcezza. Il mio cazzo pulsa ogni volta che Maritza mugola, geme e si contorce…

Lei ansima e io stringo le braccia attorno a lei, premendo il suo corpo contro il mio mentre i miei fianchi spingono più forte e più velocemente, trovando il ritmo perfetto…

Nonostante quanto pattuito, quando arriva il momento di salutarsi e voltarsi le spalle, qualcosa spinge Maritza a convincere Isaiah a non interrompere la loro conoscenza ed a proporre un rapporto epistolare.

Non è il mio ragazzo. E non siamo nemmeno buoni amici. Ma lui è speciale. La nostra settimana è stata speciale…

Ovviamente i paletti che si sono imposti non mutano, niente promesse, nessun legame, semplicemente un’amicizia di penna con cui spezzare la routine quotidiana.

Fino a qui tutto lineare e ben impostato fra i due, ma nonostante i propositi ed un certo cocciuto e spesso antipatico Caporale, la lontananza che accende i grandi fuochi, finisce per alimentare una mancanza che inizia a giocare un proprio ruolo, specialmente per Maritza che vive le proprie emozioni in modo più spontaneo.

Ignaro del fatto che il mio cuore batte più velocemente del solito. Mi dico che lei non significa niente, che questo stupido rapporto epistolare non significa niente, e poi torno al mio lavoro…

La loro amicizia a distanza, scandita dalle lettere che si scambiano, ahimè subirà l’onda capricciosa del Destino in più di un modo…come reagiranno ad essa? Si faranno travolgere o riusciranno a far emergere le nascenti sensazioni che si fanno più preponderanti lettera dopo lettera?

Mi ero convinto che non contasse nulla, che fosse solo una ragazza sfacciata con cui ho trascorso una settimana… ma ora non ne sono più certo. Non so un cazzo. So solo che sento un peso sul petto e cinque minuti fa non c’era…

Ora tutto ha senso e si riduce a un’amara verità: Isaiah è un donnaiolo bugiardo che mi ha usata. Non conta nient’altro…

Non voglio aggiungere altro della storia che ha molto con cui sorprendervi (molto più di quanto possiate immaginare, fidatevi) e che potrete vivere tramite i pov alternati di entrambi i protagonisti.

Vi saranno personaggi secondari a colorare la loro storia, alcuni accattivanti e simpatici ed altri ben più torbidi che getteranno tinte molto più fosche sugli eventi narrati.

La scrittura lineare e fluida dell’autrice rende questo libro una lettura piacevole e la storia è coinvolgente ed a tratti emozionante.

Mi è piaciuta la loro storia, l’ho trovata originale ed accattivante, in alcuni punti piuttosto divertente e le scene d’amore sono coinvolgenti e sensuali.

Faccio scorrere le mie mani sui suoi fianchi, verso la pancia e poi tra i seni, la avvicino a me premendo il corpo contro la sua schiena mentre la penetro. Avvolgo la mano attorno al suo collo, le mie dita sono proprio sotto la sua mascella mentre affondo il viso tra i suoi capelli. Sono concentrato su di lei. Il suo piacere è il mio…

Il suo corpo caldo e docile è attraversato da un’onda di piacere, il mio è selvaggio e indomabile…

Nonostante questo avrei gradito in alcuni punti clou un approfondimento maggiore degli eventi e del profilo psicologico dei personaggi. Tale mancanza ha reso la lettura un po’ superficiale e forse anche l’escalation finale del libro, un tantino troppo veloce.

 

Fino all’ultimo farete il tifo per loro (e, credetemi ne hanno bisogno) specialmente per Maritza che è come un raggio di sole nella tormentata anima di Isaiah.

È il mio riparo dalle complicazioni della vita, il mio conforto e il mio rifugio nella tempesta. Con lei, tutte le preoccupazioni, i problemi e i tormenti tendono a sbiadire, e alle volte svaniscono del tutto…

Sono curiosa di conoscere le vostre opinioni in merito

Alla prossima!

Mary

Storia

 

 

Sensualità