Titolo:   Seduzione Pericolosa

Autrice: Lora Leigh

Editore: Follie letterarie

Data di pubblicazione: 31 ottobre 2018

Genere: Erotic Romance

Serie: Wounded Warrior Series, novella autoconclusiva

Sinossi:

Ethan Cooper è un ex Ranger dell’esercito che dopo un brutto incidente gestisce un bar malfamato per motociclisti in una piccola città del Texas. Si gode la sua vita da cattivo ragazzo fatta notti di sesso infuocate senza tanti legami, fino a quando non posa gli occhi sulla sua nuova vicina, Sarah Fox. L’attrazione fra i due è esplosiva, ma all’orizzonte l’oscuro passato di Sarah incombe e Ethan si ritroverà a fronteggiare la prova più difficile: dimostrare quanto Sarah significhi per lui.

Recensione:

Buongiorno Dame,

benvenute al Review Party dedicato all’ultimo libro di Lora Leigh, “Seduzione Pericolosa”, pubblicato il 31 ottobre scorso dalla casa editrice “Follie letterarie”.

Una novella breve che vi riscalderà in queste prime giornate fredde e piovose. Pronte a conoscere Ethan Cooper? Scommetto che diventerà il vostro nuovo bad boy libroso!

Dopo un infortunio al ginocchio, Ethan Cooper è costretto a ritirarsi dall’esercito. Nonostante questo non si è abbattuto, e ora gestisce uno dei bar più malfamati di una piccola città, spesso ritrovo per motociclisti. Ethan. Come potremmo definirlo? Senza dubbio è rude, misterioso, impenetrabile ed enigmatico. Ha un fascino letale, e la vita l’ha portato ad acuire la sua anima selvaggia.

La vita probabilmente l’aveva resa ancora più tenebrosa. Ma era lì, e lui era tuttora pericoloso, tuttora oscuro. Libero e senza legami. E intendeva rimanere così.

Sarah Fox è una giovane donna di ventiquattro anni, talentuosa e promettente web designer. Si è trasferita per nascondersi e fuggire da un torbido passato. E indovinate un po’ chi è il suo vicino di casa? Proprio lui, il nostro ex Ranger.

Fra i due serpeggia un’attrazione palese e palpabile. Quando si incontrano l’atmosfera si incendia e arde di desiderio. Un desiderio ancora potenziale e inespresso; infatti, benché siano senza ombra di dubbio la fantasia erotica l’uno dell’altra, nessuno dei due fa la prima mossa.

Dio, era l’emblema di tutto ciò che di imponente, spietato e pericoloso ci fosse al mondo.

Sarah ricambiò lo sguardo, sentendosi stringere il petto come ogni volta che le capitava di incontrarlo. Poteva sentire i seni gonfiarsi e i capezzoli premere contro il tessuto leggero del vestito. Poteva percepire il calore scorrerle sul corpo, mentre lo sguardo dell’uomo la inchiodava sul posto.

Sarah, insofferente sia per l’incapacità di provare piacere da sola sia per lo stallo della situazione, decide di  adoperarsi e passare all’azione.

Voleva ballare. Essere abbracciata. Essere toccata. E non da un estraneo. Non una scopata occasionale. Voleva qualcosa di più. Voleva Ethan Cooper.

Sarah, determinata più che mai, si reca al bar gestito da Ethan. Tutto ciò che vuole è bere un drink, divertirsi e socializzare. Eh sì, anche se Sarah fa parte della comunità da due anni, sembra che nessuno voglia avere a che fare con lei. Tutti si tengono a distanza. E scoprirà ben presto perché:

― Questo non è un bel posto ― le disse dolcemente. ― È un bar. Gli uomini che vengono qui vogliono solo scopare, Sair. Non sono tutti gentili, e di sicuro non sono qui per bere o ballare e poi tornarsene tranquillamente a casa. […]

― I miei buttafuori hanno degli ordini precisi. Gli uomini in quel bar mi conoscono, sanno qualcosa che tu non sai. Sono un fottuto stronzo, piccola. E se ordino di fare estrema attenzione quando si tratta di te, loro sanno bene cosa intendo. ― Perché dovresti fare una cosa del genere? ― […]

― Perché sono io che voglio scoparti, Miss Sair ― ringhiò. ― Vorrei possederti a fondo e così a lungo, da non riuscire più a muoverci per ore, dopo. Ma non posso averti, piccola, perché meriti di meglio. Quindi, che io sia dannato se rimarrò a guardare mentre uno di quei miserabili bastardi si prende ciò che io non posso avere.

Con il racconto mi fermo qui, care Dame. Lascio a voi scoprire come proseguirà  il loro bruciante rapporto. Tenete presente, però, che una nube minacciosa incombe all’orizzonte…

Dunque. Veniamo alle mie considerazioni. Devo dire che, in linea di massima, sono rimasta soddisfatta da questa lettura. C’è solo un piccolo neo che svelerò alla fine.

Ethan è innegabilmente un bad bay che buca le pagine. La sua mascolinità, unita alla sua torbida perversione, fa di lui il tipico protagonista maschile che accende le fantasie di noi lettrici. Non solo. Nonostante la sua aura sprigioni pericolosità, Ethan ha dei saldi e solidi princìpi; e anche se non si direbbe, all’occorrenza è in grado di tirar fuori  dolcezza e romanticismo. È sensuale, virile, protettivo.  Insomma, ha tutte le carte in regola.

Sarah. Oh, piccola Sarah. Sarah la definirei un’eroina. Non posso commentarla come vorrei perché farei spoilers indesiderati, ma ho invidiato la sua forza di volontà incrollabile. Ha la capacità di affrontare le situazioni di petto, senza nascondersi, senza rifugiarsi dietro le braccia di Ethan. E questo non è assolutamente facile e scontato, conoscendo la sua storia e ciò che ha subìto.

Quella che ci regala la Leigh è una novella dalle molteplici sfaccettature e sfumature.

La più importante è senza dubbio quella erotica. La Leigh è una delle penne più importanti in questo genere. Le scene sono impregnate di sensualità e libidine in modo marcato e spiccato. La sensazione predominante percepita dal lettore è l’immedesimazione con i protagonisti. Ethan e Sarah si perdono nel piacere, incurante dei giudizi e delle avversità che li attendono. Si abbandonano lasciando che sia l’impulso e il desiderio a guidarli, chiudendo fuori tutto il resto.

Anche se l’erotismo è indiscutibilmente il pilastro centrale di questo testo, sono presenti anche altri filoni.

Il romanticismo, l’avventura, il mistero e una vena di suspense che contribuisce ad aumentare l’adrenalina.

Veniamo alla nota dolente.

È una novella composta da otto capitoli, ed è questo che mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Devo dire che, malgrado la brevità, la Leigh ha messo in piedi una trama  ben sviluppata che regge. C’erano tutti gli elementi, però, per trarne un romanzo vero e proprio. D’altronde, un romanzo di ampio respiro dà maggior possibilità di approfondimento e caratterizzazione.

Ve la consiglio perché la Leigh è sempre un must per le appassionate del genere.

Alla prossima storia,

Francesca

STORIA