Ellie ha appena finito il college quando, a una festa, incrocia lo sguardo magnetico di Tyler Maddox. Quei profondi occhi nocciola la affascinano. Ma si sa che Tyler ha il pugno facile e ama circondarsi di ragazze sempre diverse. In una parola, è il ragazzo sbagliato. Eppure c’è qualcosa di più in lui. Quando sfiora le sue mani, Ellie riconosce un’inaspettata dolcezza. E nel suo caldo abbraccio trova la sicurezza di cui ha bisogno. Un punto di riferimento incrollabile. Solo lui è in grado di leggere nel suo cuore. Del resto, è un Maddox. E i Maddox, quando s’innamorano, amano per sempre. Ellie, però, ha troppa paura di lasciarsi andare. Ha paura di fidarsi. Tyler potrebbe far cedere le sue difese e irrompere nella sua vita come un fiume in piena. Ha bisogno di tempo. Non può permettersi di sbagliare. Perché quando c’è di mezzo l’amore, tutto diventa inevitabilmente più complicato.
Jamie McGuire è autrice delle serie:
Uno splendido disastro
1 – Uno splendido disastro
2 – Il mio disastro sei tu
3 – Un disastro è per sempre
4 – Uno splendido sbaglio
5 – Un indimenticabile disastro
6 – L’amore è un disastro
7 – Il disastro siamo noi
8 – Un disastro perfetto

RECENSIONE
Amici eccomi di nuovo qui a parlarvi di un libro da me tanto atteso: UN DISASTRO PERFETTO di Jamie McGuire. Ebbene sì lo dico, ho un debole per questa autrice e in particolar modo per i fratelli Maddox. Non ho un preferito tra i libri dedicati a questi giovanotti molto speciali anche se per me il primo volume resta il più amato e sapete perché? Perché è grazie a questo libro che iniziai a leggere questo genere di romanzo, mi piacque talmente che bramai l’uscita dei seguiti, tra l’altro tutti con un’ottima trama. Ma a proposito di trama …..
“Un disastro perfetto” è il libro dedicato ad uno dei gemelli Maddox: Tyler, il quale in quanto a prestanza fisica e sex appeal non ha niente da invidiare ai suoi fratelli, mentre la nostra protagonista è Ellison. Inizio parlando subito di lei, seguitemi.
Ellison è una ragazza benestante, il padre possiede una nota azienda famosa nel campo della tecnologia. La ragazza ha sempre vissuto nell’agio e avendo la possibilità di attingere al denaro del paparino non ha mai dovuto lavorare: ciò che chiede (viaggi, soldi) ottiene. Non sempre però quando hai i soldi hai tutto, infatti ciò che più è mancato ad Ellison è l’affetto vero dei genitori. Privata di questo amore è cresciuta coltivando interessi piuttosto dannosi per lei e di conseguenza per la famiglia: droga alcol e sesso occasionale con uomini e donne. Non vi nego che, sin dai primi capitoli, il carattere frivolo, antipatico e strafottente di questo personaggio non mi ha colpito positivamente ma leggendo ho capito meglio il suo punto di vista e il perché di certi atteggiamenti ed ho imparato ad apprezzarla.

Tutti gli sguardi si appuntarono su di me e il pubblico ammutolì, tanto che i due si interruppero, forse aspettandosi che li separassi, che mi mettessi a gridare o che protestassi per i danni; invece mi limitai a fissare l’uomo a torso nudo coperto di tatuaggi. Lui mi ricambiò: i suoi occhi nocciola passarono in rassegna le mie tette, le mie gambe e infine la stanza.

È proprio durante una festa nella villa dei suoi genitori che Ellie (così chiamata) incontra gli occhi magnetici del nostro Tyler.
Un incontro che li porterà ad una notte di sesso selvaggio e appagante.

Avevo baciato decine di labbra, ma era la prima volta che sperimentavo una simile bramosia. Ogni punto della mia pelle che Tyler sfiorava sembrava avere una sua importanza. Lui era tutt’altro che teso, avvezzo quanto me a strappare bottoni e a sbarazzarsi dei vestiti. Appena il reggiseno e le mutandine toccarono terra, gli tirai giù i boxer. Tyler se li sfilò dai piedi, poi rotolammo sul letto e mi sedetti a cavalcioni su di lui. Stavamo entrambi ansimando e sorridendo. Vedendo la sua bocca sporca di rossetto avvertii una fitta al ventre. Impazzivo dalla voglia di averlo.

La ragazza è colpita dal giovane ma non essendo abituata a nessun legame liquida freddamente Tyler che al contrario viene “colpito e affondato” dalla giovane e intrigante Ellison.

Tyler Maddox mi si avvicinò, con la T-shirt bagnata e sporca di sangue. Occhi e naso erano messi in ombra dalla visiera del berretto. Fece per parlare, ma io lo afferrai per la maglietta e lo attirai a me, baciandolo appassionatamente sulla bocca. Schiusi le labbra per accogliere la sua lingua calda. Reagì come mi aspettavo: tra noi c’era un’elettricità palpabile.

Dopo i danni arrecati alla villa però i genitori decidono di tagliare i viveri alla ragazza consigliandole di trovare un’occupazione per potersi mantenere, tutto ciò nella convinzione che un giorno, forse, la ragazza metta i piedi per terra e impari a vivere e guadagnare ciò che ha.

«Il tuo viaggio nel Mar cinese meridionale con Finley è cancellato. Non potrai più usare le carte di credito né avere accesso alle case e al personale di famiglia. Hai il permesso di restare qui per novanta giorni, poi dovrai traslocare. Ti troverai un lavoro e, quando avrai rimborsato ai tuoi genitori i danni che hai causato qui dentro, riavrai parte dei tuoi privilegi.»

Inizialmente un compito difficile per Ellie abituata ad avere tutto dalla vita, ma la vera avventura per la giovane inizia proprio da qui.
Ellison trova lavoro all’interno di una testata giornalistica del luogo e scopre che proprio vicino al luogo di lavoro vi è la caserma dei pompieri dove lavora il nostro Tyler.

Persino a quella minuscola reazione la vecchia me stessa desiderò una bottiglia di bourbon e una stanza buia. Deglutii. La vecchia Ellie era morta solo il giorno prima e non era sepolta abbastanza in profondità da non reagire al modo in cui Tyler mi stava guardando. Avrei voluto nascondermi sotto il suo corpo e sostituire quel tormento con la sensazione delle sue dita conficcate nei fianchi; guardarlo spingersi in profondità dentro di me, scordarmi tutto il resto, concentrarmi solo sulle sue mani ruvide a contatto con la mia pelle nuda, scegliere la dolce via di fuga dell’alcol.

Tyler è un ragazzo con la testa sulle spalle per quanto riguarda il lavoro, ama ciò che fa. In particolare il giovane appartiene alla squadra antincendio della forestale, un mestiere faticoso, impegnativo e pericoloso ma egli lo svolge con diligenza e impegno al contrario della vita privata fatta di donne e sesso fino a quando però non incontra la nostra protagonista che, letteralmente, cattura il suo interesse. Diversamente da Ellie, Tyler mi ha catturata dal principio perché sotto la scorza da duro ho percepito fin da subito il suo lato dolce, semplice e determinato.

«Ellie…» «Ricorda solo una cosa», lo ammonii. «Non è colpa mia. Ho cercato di tenerti fuori dai guai.» «Combatto gli incendi, Ellie. Sono io il salvatore in questa relazione.» Mi infilai sul sedile e chiusi la portiera. Tyler batté sul finestrino e io lo abbassai. «Questa non è una relazione.»
Le vite dei nostri protagonisti s’intrecceranno quando alla ragazza viene affidato il compito di seguire la squadra di Tyler, tra i monti nella stagione degli incendi, come fotoreporter un lavoro che scoprirà saper fare molto bene più di quanto si aspettava.

Il rapporto tra i due ragazzi crescerà e la convivenza accrescerà l’interesse di entrambi. Tutto ciò che vivranno insieme e la quotidianità fatta di condivisione, li avvicinerà.

Ma le cattive abitudini di Ellie saranno di ostacolo per una serena convivenza tra i due, inoltre, faranno sì che la ragazza si allontani più volte dal giovane che in realtà, dentro di sé, riconosce come l’unico a cui interessi realmente il suo cuore. Una cosa è certa: bisogna imparare ad amare se stessi prima degli altri cosa che riesce difficile alla protagonista. Come potrà mai imparare Ellie ad amare gli altri se ricade sempre negli stessi errori? Come si evolverà questo intricato rapporto? Non vi resta che leggerlo!

Brava la McGuire!
Ancora una volta mi ha trascinata nella storia, ancora una volta mi ha tenuta incollata alle pagine grazie ad una trama ricca e intrigante. Un grande applauso a questa autrice che ha affrontato due temi importanti come l’abuso di alcol e droghe e l’impegno impavido e umano dei vigili del fuoco in modo splendido, sottolineando, nella narrazione, questi aspetti senza esagerare, né troppo ne poco, il giusto insomma. Ancora una volta lo stile è semplice e d’effetto, la scrittura fluida e lineare, i dialoghi comprensibili e ben distribuiti all’interno del romanzo. Anche le parti più piccanti accrescono l’interesse del lettore e l’autrice le ha sapute ben dosare (come anche le “romanticherie” di un romance). Insomma per me è promosso a pieni voti e io ve lo consiglio vivamente. A presto!

Coriander