Titolo: Angelo della notte

Autore: Kahlen Aymes
Serie: After dark #1

Editore: Hope Edizioni

Pubblicazione: 30 aprile 2019

Genere: Contemporary romance

Prezzo: € 3,99 ebook

Sinossi

Uno scontro irriverente e sexy tra un geniale imprenditore e una bellissima psicologa quando la sua quasi ex telefona durante il programma radiofonico notturno della donna per lamentarsi di lui.
Cosa succede quando un’impertinente e bellissima psicologa si scontra, dentro e fuori dal letto, con un favoloso e geniale imprenditore? Una lotta sexy da non perdere!
La dottoressa Angeline Hemming è una ragazza bellissima, impertinente e determinata che ha superato un passato difficile per diventare uno dei più rispettati e conosciuti profiler di Chicago. In cambio di spot pubblicitari gratuiti per promuovere le sue cause benefiche preferite, Angel risponde alle telefonate in un programma radiofonico del venerdì notte, dando consigli sulle relazioni.
Alexander Avery è un imprenditore geniale, affascinante e di successo che non crede nell’amore. Quando la sua “fidanzata di comodo” telefona ad Angel durante il programma per lamentarsi di Alex, lui si arrabbia con la conduttrice perché ritiene che dispensi consigli alla cieca, senza conoscere tutti i fatti.
E allora decide di chiamare per dirgliene quattro e darle la sua versione della storia!
Angel, però, fa capire ad Alex che è lui quello che avrebbe bisogno di una bella lezione e tra queste due personalità dominanti si scatena subito l’inferno.

I due si affronteranno non solo per il controllo della mente e del cuore, ma anche a letto, lottando sia tra loro, sia per difendere le loro convinzioni.
Non è chiaro chi sia il più forte, ma entrambi scopriranno che, per ottenere ciò che più disperatamente desiderano, dovranno cedere un po’ o… del tutto.

RECENSIONE

Di giorno la dottoressa Angeline Hemming è una delle più brave e agguerrite profiler di Chicago, di notte invece si trasforma in una speaker radiofonica dalla voce calda e sensuale che dispensa consigli sul rapporto di coppia. Il suo fascino irresistibile e la lingua tagliente la rendono l’oggetto del desiderio di molti uomini, ma la dottoressa è una donna scafata e poco avvezza ai sentimentalismi. In radio dà il meglio di sé dimostrando di essere capace, autorevole e sagace. Con la sua voce irretisce gli ascoltatori ma è il suo approccio pragmatico ai problemi a mandarli in visibilio. Angeline è una donna di polso, che non conosce mezze misure. Per lei è tutto nero o bianco, soprattutto con gli uomini.

Gli uomini erano creature disordinate, egocentriche, e la maggior parte di loro aveva bisogno della mamma che gli dicesse cosa fare, e Angel trovava quell’aspetto fastidiosamente poco attraente. Chiunque avesse descritto le donne come problematiche e governate dalle loro emozioni, non aveva mai considerato che questo fosse preferibile al farsi comandare da un’appendice rigonfia.

Una sera l’atmosfera del programma si surriscalda ulteriormente per l’arrivo della telefonata di una giovane donna delusa dal comportamento freddo dell’uomo col quale ha una relazione. Angeline le consiglia con veemenza di mollarlo su due piedi e di rifarsi una vita lontano da una persona del genere. Un consiglio come tanti dato nello stesso modo sfrontato, diretto e ironico ma destinato a lasciare degli strascichi pesanti.

Il fidanzato freddo e distante dell’ascoltatrice insoddisfatta è in realtà Alex Avery, uno degli uomini più ricchi e potenti di Chicago. Alex, che non ha affatto digerito l’affronto, chiama in radio per dire la sua sulla questione e zittire una volta per tutte la saccente psicologa. È uno scontro tra due personalità forti in costante lotta per primeggiare. Tuttavia, nel giro di breve tempo i loro scontri verbali cedono il passo all’attrazione fisica.

“Lui è… favoloso, sicuro di sé, e molto intelligente, sexy come l’inferno… la personificazione di un maschio Alpha. Solo che è il tipo di uomo che può mandare a puttane la vita di una donna in un milione di modi e farle credere di essere Babbo Natale. È uno che prende, e da ciò che ho capito, pensa di poter avere tutto quello che vuole, ogni volta che vuole. Sono sicura che si è lasciato dietro una scia di donne in lacrime.”

A unirli è una sorta di magnetismo ferino e violento, un legame ineffabile col quale entrambi si trovano a fare i conti. È un reciproco riconoscersi. Alex non è solo attratto fisicamente dalla bellissima Angeline, ma prova nei suoi confronti un inspiegabile istinto di protezione e possesso. Alex invece ha la capacità di spogliarla dalle sovrastrutture rendendola vulnerabile e indifesa nei confronti dell’ amore.

Alex Avery aveva anche premuto tutti i pulsanti giusti, intellettualmente. Angel sapeva che doveva stare in guardia ogni minuto che passavano insieme. Sarebbe stato troppo facile lasciare che il divertimento nel prendersi in giro a vicenda e l’attrazione prepotente le oscurassero il giudizio.

I loro battibecchi sono in realtà schermaglie amorose, un sottile gioco della seduzione per sfidare e misurare l’altro prima di farlo capitolare.

“Più ne sapeva su di lei con il trascorrere dei giorni, più ne era affascinato. Era esilarante e spaventoso allo stesso tempo.”

«Hai appena lanciato una sfida che sono più che disposto ad accettare se vuoi giocare» disse Alex suggestivamente. «Ma sappi, io gioco per vincere.»

La tensione sessuale tra Alex e Angeline è altissima sin dalle prime battute, in ogni scena si respira un erotismo caldo e inebriante. Ogni amplesso che consumano li congiunge fisicamente e mentalmente. Il sesso è una forma di comunicazione e conoscenza reciproca, il mezzo attraverso il quale vengo abbattute tutte le barriere e superati i limiti e in men che non si dica Alex e Angeline intrecciano una relazione dai contorni indefiniti. Per entrambi è un’esperienza nuova:Alex è sempre stato il tipo di uomo da rapporti mordi e fuggi e anche Angeline a suo modo non si è mai impegnata in una relazione seria per paura di perdere quell’equilibrio psico fisico duramente conquistato negli anni. Come andrà a finire?

“Angel si sentiva attratta da quell’uomo, e la cosa non le piaceva. Era incazzata per essersi fatta manipolare, e non era così stupida da permettere al fascino di Alex di metterla in difficoltà. Era il tipo d’uomo che poteva trasformare una donna in gelatina per poi lasciarla a disperarsi per lui quando se ne sarebbe andato.”

Amiche dell’Harem, questo romanzo tocca livelli altissimi di sensualità ed erotismo. Era dai tempi della pubblicazione della serie Crossfire che non mi capitava di leggere di un desiderio fisico così bruciante e impellente tra i due protagonisti. E alla serie di Sylvia Day, l’autrice sembra attingere a piene mani dal momento che i rimandi sono numerosi: a partire dal nome Angeline (Gideon chiama Eva “Angelo”) fino ad arrivare alla descrizione di Alex, maschio alpha possessivo e disposto a tutto pur di proteggere la “sua” donna piuttosto che all’ uso dell’infodump(eccesso di informazioni). Questo non è un male, anzi mi ha fatto rivivere con nostalgia le stesse emozioni che erano un po’ scemate con la pubblicazione degli ultimi volumi della Crossfire. Lo stile di Kahlen Aymes è magnetico, elegante e prezioso; i personaggi principali-Alex e Angeline-sono intriganti e ben delineati anche se sul finale appaiono un po’ spenti. Avrebbero potuto e dovuto dare di più. La storia parte col botto con Alex che dà la caccia ad Angeline e lei che lo sfida e gli tiene testa. Purtroppo però la tensione narrativa che ho adorato nella prima parte, nella seconda è smorzata dall’inesistenza di colpi di scena e dalle eccessive scene di sesso. Mi è mancato l’angst. Ciononostante sono curiosa di scoprire come andrà a finire la loro storia e come e se l’autrice intreccerà tutti i fili narrativi in sospeso.

Alla prossima,

Vanilla

STORIA

EROS