Titolo: Follow my shivers

Autrice: Sea Leila

Pubblicazione: 9 novembre 2018

Genere: contemporary romance

Autoconclusivo

TRAMA

“Esisto solo se resisto.” 

Questo è il motto di Amélie Blanco, ventiquattro anni, una vita segnata da un destino ingiusto e da inganni inferti da chi avrebbe dovuto proteggerla. La sua esistenza scorre abbastanza tranquilla  tra le pareti del piccolo appartamento, affacciato sulla Rambla, che condivide con la sua migliore amica, Viki. In un giorno qualunque, mentre i tetti di Barcellona iniziano a bruciare sotto i raggi del sole rovente e la sabbia ne custodisce il calore, Gabriel entra nella sua vita.Nascosto dietro ciuffi ribelli, un fascino bohèmien e due occhi grigio verdi, capaci di soggiogarla e imbarazzarla, cattura Amélie nel suo incantesimo.Ma in quelle iridi specchiate, forse magiche o forse maledette, sembra esserci nascosta una verità che lui stesso cerca di omettere. Cosa accadrebbe se, osservandole da vicino, Amélie scoprisse che  quella verità ha la stessa faccia del suo dolore?

RECENSIONE

“Esisto solo se resisto” è il motto di Amèlie, protagonista di Follow my shivers,  romanzo autoconclusivo di Sea Leila. Amèlie è una giovane donna che si trova a fare i conti con una vita che l’ha messa alla prova troppe volte, segnandola in maniera indelebile.

«C’è sempre una storia dietro e dentro di noi, che giustifica quello che siamo oggi» dico con un filo di voce, «ma non possiamo vivere solo per abbattere i muri che ci costruiamo intorno, non possiamo vivere una guerra sapendo che non avrà mai fine, potremmo davvero rischiare di non avere più la forza per prenderci ciò che di bello è ancora destinato a noi.»

“Habenaria Radiata detta anche Orchidea Airone è un fiore raro e unico come te” mi aveva detto. Poi, contro la mia volontà, aveva staccato un fiore e lo aveva incastrato tra i miei capelli. “Non impedire mai alle tue ali di spezzarsi qui dentro” mi aveva detto mentre mi toccava la testa con una carezza, “fa che il richiamo dell’aria sia sempre più potente del richiamo della paura.” Da quel giorno non ho mai smesso di indossarle. Certo, quelle che porto non sono rare, ma mi fanno comunque sentire molto vicina a lui» termino quasi in un sussurro.

Il ricordo di quelle parole fanno da tappeto rosso all’emozione che impellente, si aggrappa alla mia gola con i suoi tentacoli rendendomi difficile anche solo respirare.

Deglutisco più volte e per quanto voglia raccontarmi favolette, continuo a restare intrappolata dentro questa maledetta ragnatela.

La storia è ambientata a Barcellona, sulla Rambla che, per antonomasia è il simbolo della vita, dell’euforia e del divertimento.

Amie sta cercando di superare un passato che nove anni prima, ha irrimediabilmente segnato la sua vita e  spezzato la sua anima. Un passato che ancora la tormenta nel presente, ricordandole costantemente quanto ancora  sia difficile andare avanti senza l’appoggio di chi l’ ha amata davvero.

Al fianco di Amie, il cui marchio di riconoscimento è un’ orchidea appuntata sui capelli, troviamo Viky, la sua migliore amica.

Viky è un personaggio in divenire, assolutamente diversa dalla protagonista ma complementare. La sua funzione all’interno della storia è doppia: sostenere in ogni modo Viky e darle uno spessore maggiore. A renderle inseparabili è stata una vacanza, e ora nel loro piccolo appartamento sulla Rambla, le due ragazze vivono la loro vita sostenendosi reciprocamente e facendosi forza a vicenda.

Amie si innamora al primo sguardo di Gabriel, un ragazzo tanto bello quanto tormentato. Un mix di dolcezza e fragilità che si addentrerà nelle pieghe della sua anima.

Ecco chi è Gabriel. Un concentrato di potenza emotiva capitanata da una dolcezza così pura da farlo sembrare tremendamente fragile quanto incisivo e diretto.

Abile nel sapermi trasportare in una galassia magica e senza tempo attraverso la più bella dichiarazione d’amore. Lui, capace di farmi battere il cuore prima per lo stupore e poi per la velocità con cui sa raggiungermi attraverso le parole.

«Quando mi tocchi,» mormoro con le dita tremanti fra i suoi capelli, «avverto la perfezione concretizzarsi.»

“Follow my shivers” è una storia di rinascita, è un percorso in cui l’amore fa da tramite, da collante al risollevarsi di due giovani esistenze che da sole non hanno la forza e il coraggio per riemergere e respirare appieno la magia della vita.

 

Fronte contro fronte, occhi negli occhi ci respiriamo senza parlare. Secondi in cui osserviamo la comunicazione dei nostri corpi.

Parole silenziose e pelle.

Parole silenziose e bisogno.

Parole silenziose di fiducia e promesse. Un piccolo percorso che dagli occhi, arriva alla mente e dalla mente al cuore.

«Lo senti anche tu, Orquìdea?»

«Il formicolio alla bocca dello stomaco?» rispondo.

«Mm-mm.»

«Sì.»

«E stai pensando quello che sto pensando io?»

«A cosa stai pensando tu?»

«Al giorno in cui ti ho guardata, ma tu hai abbassato gli occhi perché non volevi che mi accorgessi che mi stavi osservando. Credo di essermi innamorato così, Orquìdea.»

Il cuore s’impenna. Corre come se avesse a disposizione una pista di decollo e nessun freno in grado di fermare la sua corsa.

Non si tratta della solita storia d’amore e sesso, ma di un percorso che i due protagonisti dovranno compiere per rinascere, il tutto arricchito da colpi di scena che terranno il lettore incollato alle pagine del libro. Nel PoV della protagonista traspare tutto il suo disagio interiore e la fatica che impiega per “imparare a respirare” di nuovo. In questo percorso dell’anima Amie rivela al lettore molti tratti del suo carattere tra cui la dolcezza e la forza, l’eleganza e la delicatezza. Un mix di caratteristiche che la rendono simile all’orchidea, il fiore a lei tanto caro.

Ho apprezzato anche i capitoli in cui viene inserito il POV di Gabriel, perché ci danno un’analisi in prima persona di questo personaggio così complesso, delicato, dannato ed estremamente fragile che saprà nutrirsi in maniera completa, dell’attrazione prima e dell’amore poi, per la sua Orquidea.

In queste pagine si percepisce tutto il tormento di queste due anime. Una sofferenza necessaria per arrivare a sentirsi completi come individui  ma soprattutto come coppia.

È un bacio unico, è un bacio che racconta di come, attraverso un respiro condiviso, due cuori battono all’unisono dimostrando quanta passione, quanto desiderio e quanta voglia abbiano di condividere l’anima.

Follow mys shivers è un libro intriso di sentimenti veri e complessi quali l’amore, il dolore, la paura, la delusione, il rimorso, il rancore e la mancanza. Sentimenti ed emozioni raccontati in maniera semplice ed empatica al punto che il lettore riesce a percepirli in maniera profonda nella propria anima. È impossibile non legarsi alla storia di questi due giovani, alle loro paure, al loro incedere incerto nella vita con un’anima segnata da accadimenti dolorosi, ma con la voglia di rinascita tipica della loro età.

Non è scontato riuscire a trasmettere al lettore le emozioni provate dai protagonisti, ma l’autrice, in questo romanzo ci è riuscita con semplicità e dolcezza facendoci sentire il vero  gusto delle lacrime dei protagonisti, vedere il colore della paura, percepire il calore dell’amore e il peso del dolore.

Scrittura semplice ed empatica, una storia che accarezzerà la vostra anima col giusto mix di sentimento e sensualità.

Alla prossima,

Rachele/Curry Harem’s Book

STORIA

EROS