Il più temuto dei pirati e la bella moglie di un vicegovernatore.
Amici, amanti, anime gemelle divorate da una passione che avrà conseguenze alle quali non potranno sfuggire.
L’amore li unisce, il destino si fa beffa di loro.
Una storia intrecciata al mistero di oscure premonizioni e alle note cristalline di un clavicembalo. Nei Caraibi del XVII secolo, tra battaglie e antichi rancori che sconvolgono il presente in una spirale di vendette all’ultimo sangue.

Titolo: La luna e il mare
Serie: Romantic Pirates #2
Autrice: Patrizia Ines Roggero
Genere: Romance storico
Edizione: PIR Romance, self publishing
Lunghezza: 558 pagine
Ebook: € 2,45 – disponibile per Kindle Unlimited
Cartaceo: a breve reperibile su Amazon
Data di uscita: 10 febbraio 2018

Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=ti_m2LQmyr0&t=2s

Biografia:

Patrizia Ines Roggero è autrice di romance ed erotici storici. Ha pubblicato i romanzi Paradise Valley, Il brigante di Corte, Il sentiero della passione e la serie Romantic Pirates con i titoli Sono solo un marinaio e La luna e il mare. Alcuni suoi racconti sono presenti nelle antologie di Puntoacapo Edizioni, Delos Books, nei progetti di Io Leggo Il Romanzo Storico e di EWWA European Writing Women Association, associazione della quale fa parte.
Vive in Liguria con il marito e la figlia, è editor presso Eadon Servizi Editoriali ed è appassionata di storia americana, soprattutto per quanto riguarda l’epopea western e la cultura dei Nativi Americani. Collabora con il sito Farwest.it e, insieme ad altre tre autrici, è la fondatrice del gruppo Facebook Io Leggo Il Romanzo Storico.

Sito web: www.patriziainesroggero.it
Pagina Facebook: Patrizia Ines Roggero – Romance

Da sempre questa autrice ci ha sorpreso con il suo romanticismo estremamente caldo, dalla sensualità languida ed elegante, con una bella prosa limpida e armoniosa che riflette l’armonia delle sue storie, sempre piacevoli e ben strutturate, con una robusta impalcatura storica che sorregge la componente romantica e sentimentale, in cui spicca il languire dei sensi lussurioso,sfacciatamente erotico.

Un’ autrice che ha sicuramente la capacità di saper emozionare ed è appassionata, romantica, nel senso più autentico del termine, senza tuttavia tralasciare gli stimoli contemporanei della narrativa rosa all’history romance. Sa raccontare le passioni in modo intenso e totalizzante, così nella saga Romantic pirates troverete l’amore, il desiderio, l’amicizia l’odio e il rancore, il desiderio, anche di avventura, l’ambizione e l’anelito alla libertà.

In questo romanzo, complici i protagonisti esplosivi, portatori di una carica vitale e trasgressiva irresistibile, tutto è portato all’ennesima potenza. Chimica potente, elettricità per la tensione erotica, passione che divampa senza freni, bollenti scontri e incontri, incalzare furioso degli eventi.

Luna e Mare.

Solo tu sai accendere il mio spirito. Solo tu sai placare il mio cuore, e non c’è scampo per me, perché noi siamo come la Luna e il Mare.  

Una donna, il mistero che avvolge la sua femminilità, la sua imprevedibiltà e mutevolezza, la volubilità e il fascino seduttivo.

Un uomo, la forza e l’energia che si agitano impetuose come onde e correnti del mare, il respiro della libertà.

Insieme, in un abbraccio appassionato.

Una profezia che attraversa tutto l’arco della storia, in una trama molto ricca ma non complessa, ben svippata e resa con estrema attenzione al ritmo e al piacere della lettura

…il sangue di un figlio… il presente che porta al passato a bordo di un vascello dal macabro nome.» Sgranò gli occhi con orrore, e allontanò la ciotola da sé, come se il solo averla accanto la terrorizzasse. «Non sporcarti le mani con quel sangue, Jake! Nulla è cambiato dal passato.»

SONO STATA ACCONTENTATA!!

Dopo averli intravisti nel primo appuntamento della saga, finalmente abbiamo la storia dedicata al misterioso pirata dall’animo artistico, e alla ribelle sensualissima Lady Sarah. Due spiriti indomiti, ribelli, appassionati e testardi.

«Sai cosa si dice in giro del capitano Lee?»

«Si dice che abbia il diavolo dalla sua parte.»

«Diavolo o no, senza la sua ciurma non gli resta altro che un nome e una spada.»

Il capitano della Souls Harvester, una leggenda che ha seminato il terrore nel Mar dei Caraibi e nell’Oceano Atlantico, in realtà è seriamente nei guai.

Pestato, umiliato e lasciato in agonia da nemici spietati, ha perso nave, ciurma, onore, la sua isola.

Non la speranza.

Alla volta della base di Road Town, intende ritrovare il suo fratello Kole e l’amico di sempre Jack Ryden, anche se lo Snake Pit con tutti i suoi pirati sembra misteriosamente svanito.

Resta solo una possibilità, una donna. Dai capelli rosso fuoco, come il sangue che ribolle nelle vene, come fiamme che si agitano imprevedibili, come il fuoco che si agita nello spirito di Sarah

Sarah lasciò vagare su di lui uno sguardo colmo di malinconia. Gli ricordava un altro uomo, in maniera quasi dolorosa, l’unico che aveva amato. Jack Ryden.

E ora nella sua vita era piombato quest’altro pirata dall’aspetto inquietante, che aveva commesso le azioni più vili. Thomas era un assassino, un ladro, una persona spietata, eppure lei gli aveva offerto il suo aiuto…ricordava con tenerezza l’amicizia nata tra loro qualche mese addietro. L’aveva sempre trattata con rispetto, era stato un confidente, una compagnia preziosa quanto l’affetto e la complicità nati tra loro.

Era stata la musica a infrangere le barriere tra loro, a tirar fuori l’uomo celato dietro la fama del pirata e regalarle quell’amico che ora se ne stava in bilico tra la vita e una morte a cui lei non intendeva lasciarlo.

Sarah è una irrequieta bellissima donna dalla passionalità trattenuta a stento dalle maniere aristocratiche, moglie di un vicegovernatore, un’ adultera, giovane, ribelle e affascinante, impulsiva e annoiata. Miscela letale di delicata bellezza e sensualità irresistibile. Da sempre abituata ad ottenere ciò che vuole, a qualsiasi costo.

Sarah era bella, intelligente e sensuale, ma era una fonte di guai alla quale non si sarebbe dissetato. Non avrebbe fatto la fine di Ryden, che a causa sua aveva perso tutto.

Ciò che l’aveva unita a Jack Ryden era stato qualcosa di meraviglioso e travolgente. L’intera sua persona ne era stata vittima fin dal primo sguardo. Una passione che li aveva divorati, fatta di incontri clandestini, di promesse vane…

Con Thomas, era tutt’altra faccenda. Aveva imparato a conoscerlo prima ancora di restarne affascinata. Quando lo guardava, sapeva cosa aveva dentro.

«Allora ho ragionato come un pirata?» Il tono ironico strappò un sorriso a Thomas e lei si cullò nella complicità che li univa. «Hai ragionato come chi ama la libertà» la corresse.

Nata per amare un pirata, forse. Per la libertà.

Avventura e scoperta, il domani incerto, il brivido del pericolo, l’adrenalina e la sensazione di essere vivi. Thomas ha riconosciuto il bisogno di indipendenza che brucia lo spirito della giovane donna, ha ridestato la passione che si alimenta nell’anima della nobile anticonformista.

 Poche note e i ricordi lo portarono lontano da lì e dalla battaglia appena combattuta. Poche note ed era già con la mente a Road Town, seduto accanto a Sarah a suonare per lei. Poche note e il suo profumo lo raggiunse come se l’avesse avuta accanto, in quella stanza che invece sapeva di fumo e morte. Sarah… Di nuovo il suo nome mormorato in un sospiro silenzioso. Chiuse le palpebre per cercare di rimettere in ordine i pensieri, ma un paio d’occhi grigi gli attraversò la mente e balzò nel cuore.

Il capitano Lee tuttavia deve fare i conti con un passato avvolto nel mistero di un’infanzia negata da segreti e rimpianti, affrontare un presente disseminato di insidie e minacce, ricostruire un futuro incredibilmente incerto. Soprattutto dopo l’improvvisa decisione di Kole e Jack di “collaborare” con la Royal Navy, nolenti e dolenti.

Di tutto ciò che aveva posseduto in vita sua, gli restava solo una nave ridotta a un relitto, un’amante privata della voglia di vivere, e i pochi averi ritrovati a bordo.

«Un tempo dicevi che per te la libertà è il denaro.»

Un pugnale, un anello e un nome.

Un’eredità ingombrante seppur minima. Capace di ingarbugliare le esistenze di coloro che gravitano intorno al capitano Lee, fino a sconvolgere i destini –intrecciati in modo insospettabile- di pirati e governatori, nobili e furfanti, orfani e veggenti, vittime e carnefici.

E Sarah.

Era sua, come mai gli era parsa nessun’altra, voleva assaporare ogni attimo insieme, godere anche del più piccolo brivido di piacere.

Era ancora preda di un amore impossibile, qualcuno che avrebbe di nuovo finito per idealizzare, e sapeva quanto poteva far male.

Lo amava e amava il modo in cui la faceva sentire: viva.

I loro respiri, i battiti dei cuori, le dita delle mani intrecciate.

Un sogno folle, contro ogni regola e legge, contro ogni aspettativa e buonsenso. Thomas e Sarah bruciano nel desiderio e divorano tutto ciò che li circonda. Non hanno freno, non hanno remore, non hanno speranza.

 Lei si era piantata nella sua anima e lo aveva cambiato per sempre. Non sapeva cosa ne sarebbe stato di lui adesso, sapeva soltanto che quella nave gli stava portando via la parte migliore di sé. Nessuno al mondo lo conosceva quanto Sarah, nessuno era così simile a lui. Era la sua amica, la sua amante, la sua donna. Pian piano era diventata tutto ciò di cui avesse davvero mai avuto bisogno.

 Dolore, gelosia e rabbia. La lontananza, il sangue che scorre… fiamme e morte.

Inganni e intrighi, incomprensioni e torti. Passione in tutto, in ogni aspetto della vita e dell’amore. Thomas e Sarah aggrediscono la vita, la affrontano pretendendo tutto, donando tutto. Sacrificando, molto.

 «Quel che eravamo prima, non esiste più.» Si voltò per lasciare la stanza. Le gambe si mossero verso la porta, ma il cuore, l’istinto e ogni fibra di sé lo richiamavano indietro. Quasi il canto di una sirena al quale però s’impose di resistere. Sarah era la sua debolezza, il suo rimpianto, tutto ciò che lo aveva reso diverso. Sapeva di doverla odiare per il modo in cui lo aveva rimpiazzato, eppure riusciva solo a pensare che avrebbe voluto curare ogni sua ferita, fisica e morale, perché l’amava ancor più di prima, di un amore che sfregiava l’anima.  

Sarà un lungo viaggio, costellato di insidie e fortunali, difficilmente navigheranno a vista, spesso si smarriranno. Eppure luna e mare trovano sempre il modo di incontrarsi

C’erano gioia e sofferenza in quell’abbraccio, perdono e tenerezza. Una presa così ferrea da levare il fiato, quasi dolorosa per la violenta tempesta di emozioni che li travolse. Sarah era il suo porto, l’unico in cui valeva la pena gettare l’ancora.

Avvincente, appassionato e romantico. Un vero romanzo con tutti gli ingredienti del genere, una trama articolata e sviluppata in modo perfetto con un ritmo sempre alto e piacevole, colpi di scena, uno scenario incredibile e suggestivo che si sposta dalle acque cristalline ai luoghi paradisiaci dei covi di pirati, fino ai presidi sulla costa delle colonie.

La caratterizzazione dei personaggi è puntuale e precisa: pirati canaglie che conservano l’onore o meglio conservano l’orgoglio e la dignità a discapito dell’onore per la fame di libertà ed indipendenza, irresistibili nel rapporto d’amicizia e nella complicità che non è solo cameratismo ma fratellanza (Kole il capitano affascinante, Jack che è un mix esplosivo di irriverente sensualità, sorprendente nel delicatissimo ruolo di ex amante/amico in passaggi mai banali per l’evoluzione psicologica). Thomas il cattivissimo misterioso pirata dal carisma indiscutibile e prepotente un protagonista vincente, come la carrellata di antagonisti che hanno tutti una qualità negativa che li rende sufficientemente odiosi e anche interessantissimi. Intriganti le donne bellissime protagoniste tutte in un modo o nell’altro, dopo la testarda e affascinante Alice e la dolce e integerrima Elizabeth, la sorprendente e tragica meravigliosa lady Sarah vi travolgerà con la sua vitalità. Per non dimenticare le figure femminili minori, preziosi camei che ricordano la vulnerabilità e la forza delle donne; Scott e le leggi del mare, il governatore e Charlotte, la tragica Eleonor e Turner…ed infine l’ombra terribile de El Carnicero ed Eve.

Tutti mossi dal senso vero della saga,la ricerca della libertà e quindi di noi stessi.

Una lezione preziosa, che come capiranno questi cocciuti appassionati e irrequieti protagonisti, possono donare il mare e l’amore.

Saffron

SONO SOLO UN MARINAIO: libertà grida il mio spirito, libertà. E amore.