Titolo: Quello che i bugiardi dicono

Autrice: Sara Ney

Editore:Hope Edizioni

Serie: Three Little Lies#1

Pubblicazione: 13 maggio 2019

SINOSSI

Bugie, bugie, bugie: tutti le diciamo…

Greyson Keller non voleva mentire, ma è stato più forte di lei. Perciò, quando il protagonista della sua bugia si presenta alla sua porta, lei si ritrova confusa, sconvolta e imbarazzata.

Calvin Thompson frequenta un’università della Ivy League, a un’ora di distanza. Gioca a rugby e praticamente non gli importa di nulla. Quindi, si può ben immaginare la sua sorpresa quando un tizio di nome Greyson comincia a spargere, online, la voce che si stiano frequentando… l’unica soluzione logica è guidare per un’ora e affrontarlo.

Assicuratevi di essere presenti quando Greyson e Cal si incontreranno faccia a faccia, perché… ci saranno scintille!

RECENSIONE

Care Dame, oggi vi parlo della prima uscita della nuova serie Three Little Lies di Sara Ney.

“Quello che i bugiardi dicono” è la storia fra Greyson e Calvin e l’ambiguità del nome della bellissima Greyson non è puramente casuale;)

La bugia era nata piuttosto innocentemente, e di certo non era mia intenzione farmi coinvolgere. Ma, d’altronde, non è quello che dicono tutti quando mentono?

Tutto ha inizio grazie ad una bugia proferita in un attimo in cui la ragazza si trova messa alle strette dalle amiche e compagne universitarie.

Quello che Greyson Keller ignora è che questa piccola, insignificante e strampalata bugia, avrà delle conseguenze dalle proporzioni catastrofiche…o forse no…ma in ogni caso la prima volta che si troverà di fronte a Calvin Tighthead Thompson, giocatore di rugby dall’aspetto tutt’altro che pacifico, in lei scatterà qualcosa di…inaspettato;)

Mascella squadrata e barba di un giorno a circondare una bocca carnosa e imbronciata. Dei punti neri ricuciono un taglio profondo che gli deturpa il labbro spaccato.

 

Un tatuaggio grande e intricato gli serpeggia sui tendini del tricipite, snodandosi attorno al bicipite e scomparendo sotto la manica della maglietta. Bicipiti abbronzati e forti, dai quali qualsiasi ragazza vorrebbe essere abbracciata.

È di una bellezza non comune. Ha una fisionomia troppo dura. Il suo naso è stato rotto troppe volte, la pelle è piena di cicatrici, ma c’è qualcosa di primitivo in lui che trovo accattivante

Calvin, dal suo canto, tutto si aspettava tranne il bellissimo angelo biondo che irrompe davanti al suo sguardo furioso. La bellezza e la solarità di Grey lo spiazzano e lo irretiscono, anche se cerca di nasconderlo…

Lancia uno sguardo pieno di desiderio, schiarendosi la voce quando lo sguardo gli cade sulla mia scollatura, e ci resta. Arrossisce e guarda da un’altra parte.

Lei ha l’aspetto di una reginetta di bellezza e lui, a parte l’imponente fisicità ed il rude fascino, non ha esattamente le sembianze di un modello di GQ…sono una coppia improbabile? Forse.
La distanza fra le loro vite e le loro città sarà di ostacolo? Non da quando il mondo ha conosciuto l’esistenza di internet e con essa, ha azzerato ogni ostacolo in merito.
Infine saranno soltanto le loro volontà a decidere se…ne varrà o meno la pena;)

Le labbra di Cal si strusciano sulla mia mascella, la barba incolta contro la mia pelle mi invia delle scosse di piacere lungo la spina dorsale

Le nostre labbra si uniscono, e bruciamo l’uno per l’altra. Bruciamo. A ogni bacio, a ogni tocco…

La storia fra Cal e Grey è una novella e data la brevità, non aggiungerò altro sulla trama, oltre al loro inusuale incontro/scontro.

Nonostante sia un racconto, l’autrice è stata capace di imbastire una storia in grado di intrattenere piacevolmente il lettore.
Con personaggi accattivanti che spingono a parteggiare per loro e con la speranza che per Cal e Grey non sia finita qui.
Bensì che queste pagine costituiscano soltanto un assaggio sul loro legame.

Nonostante mi renda conto che è una novella e che la brevità è insita nel genere, al termine della lettura mi sono sentita parzialmente insoddisfatta, avrei voluto di più su Cal e Grey e non la sensazione di un finale frettoloso.

E devo ammettere che anche per quel che concerne la forma, avrei gradito maggiore cura. Forse bastava una rilettura più attenta prima della pubblicazione per eliminare svariati errori e refusi.

A parte ciò la storia del dolce Cal e della solare Grey mi è piaciuta e mi auguro che l’autrice ci regali presto un seguito.

Alla prossima!

Mary

STORIA

EROS