Avete presente il blocco del lettore? Quel momento temutissimo in cui perfino un lettore veramente assiduo non riesce a trovare la nuova avventura letteraria in cui buttarsi, forse perché ancora troppo preso dalla precedente, forse perché deluso e annoiato dall’ultimo testo…
Questo potrebbe essere il libro perfetto!
Perché Troppe volte vorrei dirti no è frizzante, sexy e ironico, con momenti dolcissimi.
Leggere un romanzo di Samantha Towle è sempre una trovata vincente, perché è una autrice vincente: dialoghi brillanti, caratterizzazione travolgente, trama lineare animata da passaggi caldissimi, atmosfera sexy e romantica.
Ogni libro non si legge, si divora! Questo office romance non fa eccezione, anzi… presentandoci inoltre un gioco di seduzione irresistibile tra un protagonista molto divertente e una coprotagonista molto intelligente.

Troppe volte vorrei dirti no
Under her
Samantha Towle
2 agosto 2018
contemporary romance
Newton Compton

Sono stato abituato ad avere sempre il controllo della situazione. Fuori e dentro l’ufficio. Così quando i miei genitori hanno agito alle mie spalle, assumendo a mia insaputa un co-direttore per aiutarmi a gestire gli affari di famiglia… diciamo che non l’ho presa benissimo. Specialmente quando ho scoperto che la persona in questione è un’insopportabile conoscenza del college. Mi ha sempre giudicato un playboy viziato, ma lei non è altro che un’odiosa signorina so-tutto-io. E adesso è qui, nel mio ufficio, a insegnarmi come gestire la mia compagnia. Ho lavorato sodo per arrivare dove sono e non mi farò mettere da parte da lei perché mi giudica un donnaiolo impenitente. Devo solo riuscire a togliermi dalla testa le sue gambe mozzafiato… Ma sì, ce la faccio. E ormai ho deciso: la signorina Morgan Stickford imparerà presto che Wilder Cross è l’unico che comanda.

*****
Wilder Cross ama la sua vita: è sfacciatamente bello e sexy, sicuro e affascinante, spudoratamente felice e appagato, caparbiamente determinato e pronto ad ereditare l’azienda della sua famiglia, Under her Lingerie (titolo originario anche del romanzo e DECISAMENTE PIÙ INCISIVO rispetto a quello italiano)

Esatto: vendo biancheria intima. Biancheria ultraprovocante. Proprio del genere che mi piace sfilare a una donna prima di farla urlare di piacere. Il mio è il lavoro più bello del mondo…ho un uccello portentoso, ma non ha il potere di cancellare la memoria. Non ho tempo per una storia. E la mia vita mi piace così com’è: sesso senza impegno…sono sexy e ricco da impazzire. E sono il capo. E futuro CEO dell’azienda di famiglia

I suoi genitori tuttavia hanno altri piani…soprattutto la madre, mostrando una lungimiranza -sospetta e provvidenziale- notevole.
Un co – amministratore per infondere un “tocco femminile” alla gestione dell’azienda, per riprodurre la dinamica fortunata dell’amministrazione in coppia sperimentata a partire dalla fondazione.
Sfortunatamente la prescelta è Morgan Stickford, ex compagna di college di Wilder, forse l’unico essere vivente femminile a non aver ceduto al suo fascino travolgente.
Morgan -Scopa in culo- Stickord, seria e studiosa, da sempre ipercritica nei confronti di questo playboy privilegiato.

«La conosco?». Dio, ti prego, fa’ che non ci sia andato a letto

«Ci ha detto che siete andati alla Northwestern insieme». Morgan. Northwestern. Insieme. Non promette bene. E sapendo quanto sesso facevo all’università, è sempre più probabile che abbia dormito con questa tipa. Deglutisco, la gola secca. «Qual è il cognome?» «Stickford. Morgan Stickford». Ah, merda. Morgan Scopa-in-culo Stickford. Provo sollievo e sgomento in uguale misura. Sollievo perché non ci sono andato a letto al college. Sgomento perché mi odiava.

Sarà proprio questo scanzonato, irresistibile sbruffone, Wilder (Wild-er NON A CASO) a raccontarci l’ingresso in azienda di Morgan, ormai una donna e una professionista affascinante e incredibilmente di talento.
Con un pov maschile (riuscitissimo) quasi assoluto, questa canaglia disarmante narrerà il ritorno travolgente di Morgan nella sua vita, mostrando tra momenti esilaranti e divertentissimi tratti di vulnerabilità e autoironia che rendono adorabile questo eterno Peterpan playboy impenitente
…con la coda tra le gambe. In senso metaforico. La mia coda vera, in realtà, ha una gran voglia di infilarsi tra le sue di gambe. Cosa che non succederà mai. Motivo A: probabilmente mi ritiene un cretino, proprio come nove anni fa. E motivo B: adesso lavoriamo insieme…

Poi mi guarda di nuovo, si morde un angolo della bocca e mi fa l’occhiolino. È la cosa più sexy che abbia mai visto. Lei è la cosa più sexy che abbia mai visto. E ne ho viste parecchie.

Che cazzo sta succedendo? Non sono uno di quelli fissati con il frutto proibito e la caccia. Non sono tipo da volere qualcosa solo perché non può averla…Non ho bisogno di rincorrere l’irraggiungibile, posso allungare la mano e avere più roba di quanto comunque riuscirei a godermi.

C’è spazio anche per la voce di Morgan, a cui si lascia il compito, in qualche capitolo di flashback, di rivivere i tempi del college, per completare il quadro -più complesso- delle dinamiche della sua relazione burrascosa con l’uragano Wilder Cross. Uragano Wild che vi travolgerà

…la donna al mio fianco. La donna con cui lavoro. La donna che desidero più di quanto abbia mai desiderato qualcuno prima d’ora…mi incendia un’altra volta tanto la desidero. Non riesco a distogliere gli occhi da lei mentre parla. Sono ipnotizzato. Mai una donna mi ha affascinato fino a questo punto. Capisco di essere nei guai, perché mi sono reso conto che non sono solo la sua faccia e il suo corpo a eccitarmi. È anche la sua mente. Cazzo, è in gamba

«Grazie». La voce è morbida, mi penetra nel petto e ci si accoccola dentro. Morgan infila le maniche della mia giacca. Addosso a lei è enorme. E quella vista risveglia qualcosa di primitivo. Voglio prenderla in braccio, portarla nel mio covo e fare cose molto, molto sporche con lei per tutta la notte.

Wilder Cross… ecco. WILD-er
Sexy, ricco, sicuro di sé, intelligente ed autoironico, travolgente. Cazzone.
Si può dire “cazzone”? Ok, licenza poetica. Vi strapperà quel sorriso semirasegnato ed adorante da “è incorreggibile-adorabile-non cambierà mai”…

Morgan è la mia Hershey’s. E a quanto pare sono a dieta, cazzo.

Le sorrido e lei ride di nuovo. Il mio corpo emana calore. Ma non in senso sessuale. Non so come descriverlo, ma ho scoperto che adoro farla ridere, è l’unica certezza che ho. La risata di Morgan è magnifica. Non è sguaiata e ha un suono contagioso. Farla ridere è la mia nuova attività preferita. Tuttavia, sono certo che una volta che sarà distesa sotto di me avrò l’imbarazzo della scelta quanto ad attività preferite

Wilder è il cuore pulsante e il motore del romanzo, infonde energia e ritmo alla narrazione, lasciando l’impronta stilistica e l’atmosfera giocosa. Sfacciato e presuntuoso, playboy incorreggibile con un suo “codice”.
Gran lavoratore, conosce ed apprezza la sua vita, godendo dei suoi privilegi ma lavorando duramente per meritarli.
Morgan sarà una rivoluzione, un cortocircuito, una rivelazione…

«Mi piace che non abbocchi alle mie cazzate. Che tu non abbia mai abboccato». Il fuoco nei suoi occhi si trasforma in qualcos’altro. Qualcosa che mi piace proprio, proprio tanto. «Mi piaci, Morgan». Tantissimo, cazzo…schiaccio le labbra sulle sue e la bacio, perché devo farlo. Perché posso farlo. Perché è mia. Questa consapevolezza improvvisa mi colpisce con la forza di un autotreno. Morgan è mia. E lei ancora non lo sa; però lo è e non ho nessuna intenzione di lasciarla andare, mai più.

Morgan è determinata, intelligente e sensuale. Una creatura bellissima e affascinante per la complessa fragilità, in cui i punti di forza sono la determinazione e l’intelligenza. Anche se restia a fidarsi di Wilder.
Oh, ma Wilder è…WILD. Non aggiungo altro…
Divertente e sexy, ore di piacevolissimo relax assicurate. Samantha Towle introduce inoltre secondari intriganti (i due amici di Wilder e la miglior amica di Morgan) che promettono spin – off imperdibili. Coop e Dom sono due amici veri, spalle, confidenti e riferimenti intriganti da morire…aspettiamo di conoscerli meglio ASSOLUTAMENTE!
Pov maschile riuscitissimo, storia frizzante e dall’erotismo bollente, giocoso.
Che aspettate? Enjoy and…take a walk on the Wild side 😉
Saffron